Giocareascacchi.it - Articoli Sito dedicato al mondo degli scacchi. http://www.giocareascacchi.it/ Tue, 21 Jan 2020 07:15:10 +0100 FeedCreator 1.7.2 http://www.giocareascacchi.it/images/icons/logo-140px.gif Giocareascacchi.it logo http://www.giocareascacchi.it/ Feed fornito da Giocareascacchi.it. Clicca per visitare. 100 euro http://www.giocareascacchi.it/articoli/Motori/782-100-euro.html Pago 100 euro
Scrivi a anima_gentile@yahoo.it]]>
Giocareascacchi.it Motori Fri, 13 Dec 2019 07:14:55 +0100
80 euro x libro http://www.giocareascacchi.it/articoli/Motori/781-80-euro-x-libro.html Pago 80 euro più le spese di spedizione a mio carico

Scrivi a anima_gentile@yahoo.it
Giovanni]]>
Giocareascacchi.it Motori Sat, 07 Dec 2019 06:41:10 +0100
80 euro http://www.giocareascacchi.it/articoli/Altro/780-80-euro.html
Mail per scrivermi anima_gentile@yahoo.it

Giovanni]]>
Giocareascacchi.it Altro Fri, 06 Dec 2019 07:08:07 +0100
Il libro d'oro degli scacchi http://www.giocareascacchi.it/articoli/Motori/779-Il-libro-d-oro-degli-scacchi.html '' Il libro d'oro degli scacchi volume 1 ''
Pago 80 euro se il libro è nuovo
Pago 70 euro se usato ma in buone condizioni
Pago ovviamente anche le spese di spedizione
Scrivete a anima_gentile@yahoo.it
Grazie
Giovanni]]>
Giocareascacchi.it Motori Thu, 05 Dec 2019 06:45:16 +0100
Pago 70 euro per libro http://www.giocareascacchi.it/articoli/Altro/778-Pago-70-euro-per-libro.html '' il libro d'oro degli scacchi volume 1 ''

Pago per il libro 70 euro più le spese di spedizione

Potete scrivere a anima_gentile@yahoo.it
Grazie
Giovanni]]>
Giocareascacchi.it Altro Thu, 05 Dec 2019 05:34:08 +0100
Cerco libro di scacchi http://www.giocareascacchi.it/articoli/Altro/777-Cerco-libro-di-scacchi.html Cerco un libro di scacchi
Pago 70 euro più le spese di spedizione

Il libro d'oro degli scacchi volume 1

Sto cercando questo libro

Potete scrivere una mail a anima_gentile@yahoo.it

Grazie
Giovanni]]>
Giocareascacchi.it Altro Thu, 05 Dec 2019 05:31:17 +0100
Vendo libri di scacchi http://www.giocareascacchi.it/articoli/Altro/776-Vendo-libri-di-scacchi.html I libri sono tutti in ottimo stato.
Chi fosse interessato, mi può contattare nell'apposita sezione di messaggi privati.

MURSIA

DIZIONARIO ENCICLOPEDICO DEGLI SCACCHI – A. CHICCO, G. PORRECA
TEST SUI FINALI – J. SPEELMAN, A. LIVSHITS
STRATEGIA E TATTICA NEL GIOCO DEGLI SCACCHI – E. PAOLI
IL FINALE NEGLI SCACCHI – E. PAOLI
APERTURA, MEDIOGIOCO E FINALE NELLA MODERNA PARTITA A SCACCHI – L. PACHMAN
GIOCARE BENE PER GIOCARE MEGLIO – E.PAOLI
IL MIO SISTEMA – A. NIMZOWITSCH
LA PRATICA DEL MIO SISTEMA - A. NIMZOWITSCH
TEST DI SCACCHI – P. PONZETTO
LA TATTICA NEL FINALE – J. NUNN
LA STRATEGIA NEL FINALE – M. I. SHERESHEVSKIJ
TRATTATO DI SCACCHI – M. EUWE
SCACCHI E CONTROSCACCHI – P. BAGNOLI
SCACCHI MATTI N° 2 – P. BAGNOLI
COME GIOCARE I FINALI DI PEDONI E DI PEZZI LEGGERI – P. KERES
COME GIOCARE I FINALI DI PEZZI PESANTI – P. KERES
FINALI DI SCACCHI – N.D. GRIGORJEV
TEORIA E PRATICA DEGLI SCACCHI – A.N. KOBLENTZ
STUDI SCACCHISTICI – G. PORRECA
L’ARTE DELLA COMBINAZIONE SCACCHISTICA – E. PAOLI
KASPAROV INSEGNA GLI SCACCHI – G. KASPAROV
IL CENTRO DI PARTITA – PETR A. ROMANOVSKIJ
SCUOLA DI SCACCHI – P. PONZETTO
REPERTORIO DI APERTURE PER IL GIOCATORE D’ATTACCO – R. KEENE, D. LEVY
DIFESA E CONTRATTACCO – T. FLORIAN
SCACCHI – P. BAGNOLI
GLI SCACCHI – G. PADULLI
MANUALE TEORICO-PRATICO DELLE APERTURE – G. PORRECA
IL TORNEO INTERNAZIONALE DI MILANO 1975 – S. LUPPI
IL LIBRO COMPLETO DEGLI SCACCHI – A. CHICCO, G. PORRECA
60 PARTITE DA RICORDARE – B. FISCHER
SCACCHI MATTI – P. BAGNOLI
LA DIFESA FRANCESE – G. PORRECA
LA PARTITA ITALIANA – G. PORRECA
LA PARTITA ORTODOSSA – G. PORRECA
L’ARTE DI ATTACCARE – L. RUVOLO
GLI SCACCHI CON IL COMPUTER – H.C. OPFERMAN
I CAMPIONI DEL MONDO DI SCACCHI – A. HOROWITZ
LA PARTITA IRREGOLARE – P. BAGNOLI
208 PARTITE DI GARRY KASPAROV – D. ZILBERSTEIN
COME VINCERE CON LA OVEST-INDIANA – Z. RIBLI, G, KALLAI
LA PATITA SPAGNOLA – P. PONZETTO, R. RIVELLO
LA DIFESA EST-INDIANA – P. PONZETTO
GAMBETTI PER VINCERE – F. LOTTI
LA DIFESA MODERNA BENONI E IL GAMBETTO BENKO – P. PONZETTO
LA DIFESA SICILIANA – G. KASPAROV, A NIKITIN
COME VINCERE CONTRO LA SICILIANA – J. NUNN
LA DIFESA EST-INDIANA – S. LUPPI
IL LABIRINTO FRANCESE – L. PSAKHIS
IL LABIRINTO SICILIANO VOL. 1 – L. POLUGAEVSKIJ
IL LABIRINTO SICILIANO VOL. 2 – L. POLUGAEVSKIJ
REPERTORIO DI APERTURE PER IL BIANCO – R. KEENE
REPERTORIO DI APERTURE PER IL NERO – D. MAROVIC, B. PARMA
COME VINCERE CON L’INGLESE – Z. RIBLI, G. KALLAI
LA DIFESA NIMZOINDIANA – S. GLIGORIC
LA VARIANTE TARRASCH – F. ZANINOTTO
LA DIFESA COMPLETA CONTRO 1.E4 – B. CAFFERTY, D. HOOPER
COME VINCERE CON LA GRUNFELD – A. ADORJAN, J. DORY
I GIOCATORI ARTIFICIALI – P. CIANCARINI


PRISMA EDITORI

FISCHER-SPASSKY 20 ANNI DOPO – N DAVIES, M. PEIN, J. LEVITT
CORSO AVANZATO DI ANALISI SCACCHISTICA – M. DVORETSKI
ZUGZWANG - L. VERKHOVSKIJ
L’ASSALTO ALL’ARROCCO – B. BARANOV
SADOSCACCHI – F. PEZZI, M DIVERSI
LEZIONI DI STRATEGIA – T. PETROSJAN
COME SFRUTTARE PICCOLI VANTAGGI - E. GUFELD
INDAGINI SULLA SCACCHIERA – P. KERES
L’ARTE DEL MEDIOGIOCO - A. KOTOV
CAPIRE ED EVITARE GLI ERRORI NEGLI SCACCHI – A. SUETIN
PENSA COME UN GRANDE MAESTRO – A. KOTOV
GIOCA COME UN GRANDE MAESTRO – A. KOTOV
ALLENATI COME UN GRANDE MAESTRO – A. KOTOV
LA VIA DEL SUCCESSO NEGLI SCACCHI VOL. 1 – M. TAL, A. KOBLENTZ
LA VIA DEL SUCCESSO NEGLI SCACCHI VOL. 2 – M. TAL, A. KOBLENTZ
MISURA IL TUO Q.I. SCACCHISTICO – A. LIVSHITS
ENCICLOPEDIA ESSENZIALE DEI FINALI – J. SPEELMAN, J. TISDALL, B. WADE
LE MIE PARTIRE – G. KASPAROV
SFIDA SENZA FINE – G. KASPAROV
FISCHER – ANALISI DI UN GENIO – R.G. WADE, K.J. O’CONNELL
BATTAGLIE SULLA SCACCHIERA – M. BOTVINNIK
LA MIA CARRIERA SCACCHISTICA – J.R. CAPABLANCA
I MAESTRI DELLA SCACCHIERA – R. RETI
KASPAROV – KARPOV – QUINTA SFIDA - NEW YORK/LIONE – AUTORI VARI
ALEKHINE – A. KOTOV
KASPAROV – KARPOV – IV SIVIGLIA – S. MARIOTTI
KARPOV – KASPAROV – LA SECONDA SFIDA – S. MARIOTTI
KASPAROV – KARPOV – TERZA SFIDA – S. MARIOTTI, A. CAPECE
NUOVO METODO DI TECNICA DELLA COMBINAZIONE – J. AVERBACH
IL SACRIFICIO POSIZIONALE – E:. KONDRATJEV
MANUALE DEL GIOCO COMBINATIVO – J. NEJSTADT
IL GAMBETTO – M. YUDOVICH
LE PARTITE DI GIOCO APERTO IN AZIONE – A. KARPOV
LE PARTITE DI GIOCO SEMIAPERTO IN AZIONE – A. KARPOV
LE PARTITE DI GIOCO SEMICHIUSO IN AZIONE – A. KARPOV
LE PARTITE DI GIOCO CHIUSO IN AZIONE – A: KARPOV
I SEGRETI DELLE APERTURE – AUTORI VARI


ALTRI EDITORI

COMPUTER CHESS COMPENDIUM - D. LEVY – BATSFORD
SAM LOYD – LA VITA E LE OPERE – SCACCO
FINALI FONDAMENTALI DI SCACCHI – Y. BALASHOV, E. PRANDSTETTER – SCACCO
LEZIONE DI SCACCHI – J. AVERBACH, M. BEJLIN – BUR
GLI SACCHI – TECNICA DELLE COMBINAZIONI – G. NEGYESY, J. HEGYI - CALDERINI
DI PIU’ SUGLI SCACCHI – C.H.O’D. ALEXANDER – GARZANTI-VALLARDI
LE PIU’ BELLE VITTORIE DI A. KARPOV – A. CAPECE – FELTRINELLI
BATSFORD CHESS OPENING 2 – G. KASPAROV, R. KEENE – BATSFORD
ENCICLOPEDIA SCACCHISTICA DEL MEDIOGIOCO – INFORMATOR BEOGRAD
CHESS IS CHESS – A. MATANOVIC – CHESS INFORMANT
RAPPORTO DA BAGUIO – M. TAL. D. BJELICA – FRANCISCI EDITORE
RAPPORTO DA MERANO - M. TAL. D. BJELICA – FRANCISCI EDITORE
I GRANDI MAESTRI NEGLI SCACCHI – H.C. SCHONBERG – GARZANTI
PRONTUARIO DEL PROBLEMISTA – G. MENTASTI – EDIZIONI SCACCO!
SCACCHI PRIMO AMORE – A. KARPOV – TETI
LA PARTITA DI RE – SPAGNOLA – G. PORRECA – EDIZIONI SCACCO!
LA DIFESA GRUNFELD – M. BOTVINNIK, J. ESTRIN – E.S.I.
LA PARTITA DI RE – G. PORRECA – EDIZIONI SCACCO!
LA DIFESA ALECHIN – V.K. BAGIROV – EDIZIONI SCACCO!
LA DIFESA CARO KANN – EDIZIONI SCACCO!
LA VARIANTE PAULSEN – G. PORRECA – E.S.I.
ANATOLY KARPOV – G. PORRECA – EDIZIONI SCACCO!
SCACCOMANIA – M. FOX, R. JAMES – SUGARCO EDIZIONI
EST INDIANA IN CONTROMOSSA – E. IANNACCONE – EDIZIONI SCACCO!
I MAESTRI ITALIANI – REMO CALAPSO – EDIZIONI SCACCO!
FISCHER – LE PARTITE COMMENTATE MOSSA PER MOSSA – A. CAPECE – DE VECCHI
TECNICHE MODERNE PER GIOCARE E VINCERE A SCACCHI – M. IUDICELLO – DE VECCHI
I FONDAMENTALI DEGLI SCACCHI – J. R. CAPABLANCA – EDIZIONI GIUNTI - MARTELLO
APERTURE – A29 – V. KORTCHNOI – CHESS INFORMANT
APERTURE – A33 – G. SAX – CHESS INFORMANT
APERTURE – C80-81 – V. KORTCHNOI – CHESS INFORMANT
SCACCHI E CREATIVITA’ – N.V. KROJIUS – FRANCISCI EDITORE
CAPOLAVORI DI SCACCHI – D. BJELICA – FRANCISCI EDITORE
IL MERAVIGLIOSO MONDO DEGLI SCACCHI – D. BJELICA – FRANCISCI EDITORE
ENCICLOPEDIA DELLE APERTURE VOL. A, B, C, D, E, - EDIZIONI YUGOSLAVE
9 INFORMATORI SCACCHISTICI – ANNI 1991-1994 – FIDE
ENCICLOPEDIA DEI FINALI NEGLI SCACCHI – PEDONI – EDIZIONI YUGOSLAVE
ENCICLOPEDIA DEI FINALI NEGLI SCACCHI – ALFIERE, CAVALLO– EDIZIONI YUGOSLAVE
IL NUOVO GIOCATORE DI SCACCHI 1978-1979 - 5 VOLUMI - PITMAN]]>
Giocareascacchi.it Altro Sun, 02 Jun 2019 20:28:38 +0100
Come funziona il cervello di Carlsen http://www.giocareascacchi.it/articoli/Allenamento/775-Come-funziona-il-cervello-di-Carlsen.html di Antonio Cerasa -

Il campione del mondo di scacchi è capace di giocare e vincere 10 partite simultanee con grandi maestri da bendato. Un prodigio della natura, sommata ad una capacità di allenamento estremo che ha prodotto una modifica del 'giro fusiforme'.

Il mondo degli scacchi ha sempre affascinato poeti, filosofi, sociologi ma soprattutto registi. Sono decine e decine i film dedicati a famosi, stravaganti e geniali personalità del mondo degli scacchi. Uno dei film più noti è la “Grande Partita” con Tobey Maguire nei panni dello scacchista Bobby Fischer. Ma il più famoso e discusso campione del momento è sicuramente il norvegese Magnus Carlsen, diventato addirittura Grande Maestro (l’equivalente della coppa del mondo per i giocatori di calcio) a soli 13 anni. Magnus è diventato celebre sia per la sua precocità ma soprattutto perché è capace di fare cose incredibili, come giocare e vincere contemporaneamente contro 10 giocatori, da bendato.
La domanda che tutti si fanno è ovviamente: ma come fa? Come può la mente arrivare a tali livelli di performance? In tutte le interviste Magnus risponde sempre che l’unica cosa di cui è certo è che lui “vede” la soluzione.

Le neuroscienze hanno provato a risolvere l’enigma della mente degli scacchisti. A parte i prodigi come Carlsen o Fischer, in generale, negli scacchisti professionisti accade qualcosa di molto affascinante e imprevedibile. Il cervello di persone come Magnus altro non è che il risultato di quel meraviglioso fenomeno presente in natura chiamato: plasticità neurale.

La plasticità neurale è l’induzione di una catena di eventi neurochimici che sono messi in moto dalla decisione di cambiare qualcosa all’interno della nostra mente. Decidiamo di apprendere una nuova lingua, di superare un esame, di realizzare un progetto aziendale, di vincere un premio. Sono migliaia gli stimoli e i traguardi che l’essere umano può immaginare davanti a se e che spingono la mente a produrre plasticità neurale.

Alla fine di questo lungo processo, che deve passare per un obsessive practice (allenamento ossessivo), avverranno due piccoli miracoli: 1) il cambiamento nella forma e struttura di alcune regioni cerebrali che si saranno deformate per contenere una serie di nuove informazioni acquisite durante l’allenamento, e 2) il cambiamento nel modo di “vedere” il mondo esterno. Prima dell’inizio dell’allenamento vedevamo solo confusione e una cima irraggiungibile, ora che invece siamo sulla vetta, tutto ci sembra semplice e lineare. È questo quello che sente un expert brain (un cervello esperto) quando ha raggiunto un livello professionale dopo anni di allenamento.

Ma l’allenamento cui sono sottoposti gli scacchisti ha uno strano e curioso effetto a livello cerebrale. Esso produce una modifica in una particolare area chiamata giro fusiforme, una regione coinvolta nell’elaborazione dei volti umani situata vicino alla corteccia visiva primaria. Se io chiudo gli occhi riesco a vedere perfettamente l’immagine di mia madre, se io cammino per strada e incontro centinaia di persone in pochi secondi sarò in grado di riconoscere in mezzo a quei volti quello del mio compagno. Tutto questo è gestito proprio da questa regione cerebrale.

Ciò che caratterizza le persone come Magnus è proprio la iper-funzionalità di quest’ area che grazie all’allenamento intensivo cambia la propria forma. Ecco spiegato il segreto del nostro giovane campione. All’interno del giro fusiforme l’infrastruttura che prima ospitava neuroni capaci di elaborare solo e soltanto immagini di visi umani, ora risiedono neuroni che elaborano mappe spaziali di scacchiere. Ad occhi chiusi gli scacchisti sono cosi abili a vedere la scacchiera cosi come noi vediamo le immagini di nostra madre.

La loro enorme bravura nello svolgere compiti così complessi si nasconde nella capacità di aver trasformato le proprietà biologiche dell’oggetto alla base della loro abilità (la scacchiera) da semplice input visivo a oggetto familiare, come un volto. Ecco perché il campione dice che non fa nessuna fatica a vincere le partite grazie al fatto che lui “vede” la soluzione.

Ma non ci sono solo gli scacchisti ad avere creato questo strano fenomeno neurobiologico. Le neuroscienze ci hanno insegnato che altre categorie sono caratterizzate da una iperattività del giro fusiforme. Queste categorie sono i bird watcher e i radiologi. Questa scoperta ci dimostra che tutti gli expert brain che fanno delle capacità di discriminazione visiva la loro base professionale, sono tutte persone che hanno allenato le capacità del giro fusiforme di cogliere micro-aspetti di un’immagine che per loro ormai è famigliare come quella di un volto umano.

Quindi forse anche noi che non siamo nati prodigi, possiamo fare scacco alla mente, diventando un expert brain grazie al perseverante allenamento.
]]>
Giocareascacchi.it Allenamento Sat, 02 Mar 2019 01:51:59 +0100
Quella volta che Euwe e Capablanca... http://www.giocareascacchi.it/articoli/Personaggi/774-Quella-volta-che-Euwe-e-Capablanca-.html Entrambi furono campioni del mondo in periodi diversi.
Capablanca dal 1921 al 1927, di cui Emanuel Lasker ebbe a dire «Ho conosciuto molti giocatori di scacchi, ma un solo genio: Capablanca», ed Euwe campione del mondo dal 1935 al 1937 nonché più avanti negli anni (1970) terzo presidente Fita.

La modalità di gioco di Capablanca all’apice della sua carriera secondo Lasker, in particolar modo dopo aver perso l’incontro per il titolo mondiale nel 1921, consisteva in ”.....mosse chiare, logiche e vigorose.... mosse che lasciano vedere chiaramente quel che sente.......ma se le sue mosse sono trasparenti, non sono per niente facili da trovare e a volte sono profonde...” ed ancora ”.... Capablanca non ama le complicazioni né le avventure, preferisce sapere prima dove andare...”. Reti fu il più sintetico nel descrivere efficacemente le doti del cubano. ”Gli scacchi erano la sua madre lingua”. Jose aveva una percezione straordinariamente pronta della scacchiera ed un gioco molto pragmatico, sovente basava la sua strategia di gioco sul guadagno di un pedone o sul ottenimento di un vantaggio di posizione per poi confidare nella propria infallibile tecnica per avere la meglio.

Lo stile del matematico Euwe si caratterizzava per una profonda conoscenza delle aperture, grazie alla quale raramente si trovava in svantaggio in questa fase, nonché dalla preparazione accurata e dal notevole approccio logico al gioco. Di lui Alekhine citava la bravura e la considerevole capacita di entrare in variazioni straordinarie nel momento in cui capiva che la logica fosse dalla sua parte, ma lamentava che ”a volte era privo della resistenza necessaria per tirarsi fuori da brutte posizioni” ma questo tuttavia senza nulla togliere al grande valore scacchistico dell’olandese.
Secondo Averbakh, Euwe era fortissimo nella lotta tattica tesa, ma a differenza di altri tattici, costruiva il suo gioco su di una solida base posizionale.
Max Euwe fu anche un prolifico scrittore di libri, se ne contano dall’esordio 70. Molti dei quali usati nelle varie scuole scacchistiche del tempo e cosa particolarmente ragguardevole anche in Russia.
Per l’approccio a questo illustre GM mi sento di consigliare il libro, sempre verde, - Trattato di scacchi - (312pg.), in cui Euwe con esempi pratici tratta con chiarezza e maestria due argomenti.
Il primo riguarda il gioco di posizione e di combinazione, ed il secondo tratta la valutazione della posizione e del piano di gioco.

Tutti sappiamo e conosciamo in modo più o meno approfondito l’indiscutibile capacità scacchistica di entrambi , ma purtroppo anche per loro ci furono delle situazioni di gioco in cui non riuscirono a cogliere la mossa migliore o migliorare decisamente la propria posizione sulla scacchiera per vincere la partita.
Nello studio di alcuni incontri avvenuti tra i due GM mi ha colpito particolarmente anche la parte meno “edificante” del loro gioco. Cosi un po per gioco ed un po per curiosità ho deciso di dare “in pasto” al motore scacchistico i giochi (18) affinché mi quantificasse in termini di vantaggio le sviste che i GM avevano fatto in partita, e come “consulente” ho usato il software scacchistico AsmFish v.12/2018 settato con svista limite di 0.7 c.p. e visualizzazione della variante solo in caso di mossa chiaramente errata.
Fra alcune, con la caratteristica di cui sopra, ho scelto quella disputata nel round 3 del torneo di Amsterdam nell’anno 1931 tra Capablanca, Jose (42) ed Euwe, Max (29) - E35
image 1824

1. d4 Nf6 2. c4 e6 3. Nc3 Bb4 4. Qc2 d5 5. cxd5 exd5 6. Bg5 Qd6 7. e3 Ne4 8. Bf4 Qg6 9. a3 Bxc3+ 10. bxc3 Bf5 11. Qb3 O-O 12. f3 Nd6 13. g4 Bd3 14. Qxd5 Bxf1 15. Kxf1 Qd3+ 16. Ne2 Nc4 17. Kf2 Nxe3 18. Qxb7 Na6 19. Qb1 Qxb1 20. Raxb1 Nc4 21. a4 Rab8 22. Rb5 Rb6 23. Rhb1 Re8 24. Ng3 Rf6 25. Rf5 Rb6 26. Rxb6 axb6 27. Ne4 f6 28. h4 c6 29. h5 Kf7
Ora, dopo la mossa del Nero 29. .. Kf7 il software assegna al Bianco, Capablanca, un discreto vantaggio sul Nero, Euwe, determinando anche che la mossa migliore per Jose sia 30. Alfiere-e5
1. 36 [+4.34] 30. Be5 Rc8 31. h6 Kg8 32. Bg3 c5 33. hxg7 cxd4 34. cxd4 Nb4 35. Rxf6 Kxg7 36. Re6 Kf7 37. Rd6 Nd3+ 38. Kg1 Kg8 39. Rd7 h6
Poi settando il software con altre due varianti, in totale 3, le ulteriori candidate sono 30. Alfiere-g5 e 30. Cavallo-g5+.
2. 36 [+3.72] 30. Bg5 Re6 31. h6 Nd6 32. Nxd6+ Rxd6 33. hxg7 Kxg7 34. Bf4 Re6 35. a5 b5 36. Kg3 b4 37. cxb4 Nxb4 38. Rc5 Kg6 39. Rc4 Na6
3. 36 [+2.64] 30. Ng5+ Kg8 31. Ne4 Nb8 32. h6 Nd7 33. hxg7 Kxg7 34. Bg3 Nb2 35. a5 Nd1+ 36. Kg1 Ne3 37. Rh5 Nc4 38. axb6 Ncxb6 39. Bf4 Nd5
Tre indicazioni che, tutte, danno un netto vantaggio al Bianco.
image 1825

Ma il GM cubano gioca: 30. Alfiere c1 ed il motore indica che Capablanca, con questa mossa. perde tutto il vantaggio di cui era in possesso se il Nero giocasse :
1. 36 [+0.36] 30. ... Nc7 31. h6 Nd5 32. hxg7 Kxg7 33. Rh5 Ra8 34. g5 fxg5 35. Bxg5 Rxa4 36. Rh6 Ra2+ 37. Kg3 Rc2 38. Rxc6 b5 39. Kg4 Nxc3 40. Nf6
Ma a sua volta però Euwe gioca 30. ..Torre e6, che il motore colloca, come sua scelta al 10 posto, anziche 30. ..Cavallo c7, riportando e non di poco Capablanca di nuovo in vantaggio come si può notare dall’analisi del software qui sotto.
image 1826

1. 36 [+5.17] 31. Ng5+ Ke7 32. Nxe6 Kxe6 33. Rf4 Nc7 34. Re4+ Kd7 35. Re1 b5 36. axb5 cxb5 37. Ke2 Nb6 38. Bf4 Nbd5 39. Bxc7 Nxc7 40. Kd2 g6
2. 35 [+4.54] 31. h6 gxh6 32. Bxh6 Kg6 33. Bf4 Nb2 34. Kg3 Nd3 35. c4 Nxf4 36. Kxf4 Nb4 37. d5 cxd5 38. cxd5 Re8 39. Rxf6+ Kg7 40. Rd6 Rf8+
3. 35 [+4.17] 31. a5 g6 32. Rf4 Ke7 33. axb6 Nxb6 34. Ba3+ c5 35. Nxc5 Nxc5 36. Bxc5+ Ke8 37. Bxb6 Rxb6 38. c4 Ke7 39. Ke3 Rb1 40. d5 gxh5

Capablanca gioca 31. Cavallo g5, ed Euwe abbandona . 1-0
Per la cronaca quel Match, alla fine delle 10 partite, si concluse con la vittoria di Capablanca con 2 vittorie, 8 patte e 0 sconfitte.

Quattro anni dopo però, il 15 Dicembre 1935, alla conclusione di 30 partite, Euwe diventa il quinto campione del mondo battendo il grande Alekhine per 15.5 a 14.5.


Fonti: Zaks Database, AsmFish v.12/2018, Wikipedia
Book: La palabra a los campeones del mundo, J.Estrin.
biggrin.gif ciao.gif !]]>
Giocareascacchi.it Personaggi Fri, 08 Feb 2019 18:20:13 +0100
Carlsen su scacchi e educazione http://www.giocareascacchi.it/articoli/Altro/773-Carlsen-su-scacchi-e-educazione.html Magnus Carlsen sull'antico fascino degli scacchi e le opportunità di un gioco più moderno.

Articolo di Carlsen pubblicato su Forbes il 31.1.2019

*

Il 28 novembre, ho vinto il mio quarto campionato mondiale di scacchi, una vittoria combattuta per difendere la mia posizione di giocatore di scacchi leader nel mondo.

Al livello più alto, gli scacchi sono sia gratificanti sia piuttosto impegnativi. Avere sempre una posizione di scacchi nella mia mente è l'unico modo in cui so come continuare ad imparare e migliorare. Tuttavia, anche questo non è abbastanza. Nelle competizioni, devi trovare il giusto equilibrio tra pensiero analitico e creatività ispirata per esibirti al meglio. Quando funziona, sembra naturale e non riesco neanche a immaginare di perdere.

Negli ultimi anni, ho continuato a imparare di più sugli scacchi, ma la lotta per raggiungere gli standard della più ampia comprensione scacchistica del mondo può essere piuttosto frustrante. Troppo spesso ho avuto la dolorosa esperienza di fare una mossa dopo diversi minuti di riflessione solo per scoprire immediatamente dopo aver liberato il pezzo dalle mie dita che il piano era difettoso. Questo processo non può essere facilmente corretto. Non puoi indovinare la tua intuizione prima di ogni mossa. La fiducia in se stessi e la comunicazione di tale fiducia al tuo avversario sono fondamentali per esibirsi al più alto livello.

Anche se ho passato la maggior parte della mia vita a giocare a scacchi e lo considero il mio richiamo, quando sono stato introdotto per la prima volta al gioco all'età di 5 anni, ho sentito solo un interesse passeggero. Non era certamente amore a prima vista. In effetti, ciò che inizialmente mi portò a perseguire gli scacchi fu una motivazione quasi comicamente comune per l'infanzia: la rivalità fraterna. Volevo battere mia sorella maggiore, che all'epoca era un giocatore migliore.

La mia relazione con il gioco si è evoluta in modo drammatico, ma ho sempre beneficiato degli incredibili effetti degli scacchi sulle mie capacità di apprendimento e sviluppo. Fin dalla giovane età, gli scacchi raffinarono le mie capacità di concentrazione e di risoluzione dei problemi. Mi ha costretto a stare fermo, a pensare deliberatamente, ad essere diligente e ad analizzare le mosse per un lungo periodo di tempo senza ricorrere a una facile distrazione o a una ricerca su Google. Ho imparato come lavorare attraverso la frustrazione, formare una strategia, vedere un problema impegnativo fino al completamento e persino sconfiggere la sconfitta.

Ma i benefici educativi degli scacchi non sono solo per i maestri del gioco. Credo che gli scacchi possano combattere molte delle sfide che affrontiamo oggi: attenzione fratturata, indecisione e mancanza di grinta e disciplina causate da troppo tempo sullo schermo.

La tecnologia ha cambiato per sempre il modo in cui viviamo, impariamo e giochiamo. I nostri bambini hanno appetiti insaziabili per l'intrattenimento frenetico e pieno di azione, e spesso si sente come se stessimo osservando impotenti mentre soffrono per la loro pazienza e le capacità di pensiero critico.

Questi sono problemi complicati, ma credo che dovremmo guardare ad una cura antica: la scacchiera bicolore e i suoi 32 pezzi.

Diversi studi indicano una correlazione positiva tra l'introduzione agli scacchi durante l'infanzia e il rendimento migliore in materie come matematica e scienze, oltre a mostrare una maggiore capacità di risoluzione dei problemi, memoria e abilità linguistiche, tutte preziose e sempre più rare, attività nel mercato del lavoro. In uno studio, condotto nelle scuole elementari ad Aarhus, in Danimarca, nel 2013, le lezioni di matematica settimanali sono state sostituite con lezioni ispirate agli scacchi. In realtà gli studenti hanno finito per esibirsi meglio in matematica.

Non sono un purista quando si tratta della piattaforma o del metodo di gioco. Se la prossima generazione di bambini deve imparare le lezioni di questo antico gioco, allora gli scacchi devono essere modernizzati per accogliere come vivono quei bambini adesso. Per attirare più bambini nel gioco, dobbiamo renderli accessibili e coinvolgenti, qualcosa che possono fare alle loro condizioni, che include incontrarli dove sono oggi: sui loro tablet, telefoni e computer.

Sto cercando di fare la mia parte creando uno spazio in cui gli scacchi vengono insegnati in modo divertente e interattivo, indipendentemente dall'età o dal livello di abilità del giocatore. Insieme al mio team di grandi maestri, ho utilizzato la mia compagnia Play Magnus per sviluppare prodotti digitali per giocare e allenarsi. Per me, è tutto divertimento.

L'eccitazione di giocare una partita a scacchi su una scacchiera fisica - sentire la tensione mentre il tuo avversario siede a due piedi di fronte a te, studiando ogni tua mossa - non può essere battuta. Eppure nulla mi renderebbe più triste del perdere i benefici essenziali degli scacchi a causa del rifiuto di adattarsi al cambiamento. È contrario all'ethos del gioco. Scacchi significa rimanere agili, prendere i tuoi segnali dal tuo avversario e rivedere la tua strategia per vincere.
*

Link a l'articolo originale in inglese: - Forbes -]]>
Giocareascacchi.it Altro Thu, 07 Feb 2019 02:46:26 +0100