Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 19/04/2015, 17:26:20
Ciao Raffaele:

Il metodo che preferisco, soprattutto nei finali, dove c'è bisogno di raggiungere la massima profondità possibile, è quello della "normale" analisi infinita, se occorre anche con tempi di qualche decina di minuti.

L'altro metodo, quello dell'analisi "multi PV", in cui seleziono di solito le 4 linee più promettenti, può essere utile nell'analisi di tatticismi molto complessi, ma in genere fornisce risultati inferiori nel finale a causa della minore profondità che si riesce a ottenere.

Come dicevo prima, i motori "non parlano" (e a volte sono anche un po' "indecisi" biggrin.gifbiggrin.gif), perciò sta a noi cercare di interpretare le loro "idee".

Nella posizione da te proposta SF si limita inizialmente a fornire una valutazione di soli 6 o 7 decimi di pedone, traducibili come "superiorità del Bianco", e non c'è una chiara linea principale che emerga sulle altre.
Nella PV il motore è propenso a perdere numerosi tempi rallentando la manovra di Re o intercalandola con inutili mosse di Torre; comunque dal contesto si capisce che il suo scopo è quello di portare alla fine il Re in b2 e spingere il pedone "a".

Giocando effettivamente le mosse della marcia di avvicinamento, le "idee" del motore diventano via via più chiare e la sua valutazione inizia a crescere per portarsi a quasi due unità allorché il Re arriva in b2, e salire di un'altra unità dopo la spinta del pedone.

È vero che con SF non si può essere mai sicuri di niente (più di una volta al TCEC non è riuscito a vincere finali in cui si attribuiva un vantaggio numerico simile), ma la posizione completamente passiva del Nero non dovrebbe concedergli alcuna speranza di salvezza...

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 06/08/2020, 10:01:33
Link sponsorizzati
Giorno: 24/04/2015, 17:02:55
Con il prezioso contributo di Luigi ,cercerò di tracciare un primo bilancio.La posizione bianca è vinta perchè il suo vantaggio (statico) è decisivo,in quanto il nero non ha controgioco (dinamico);in altri termini significa che egli può manovrare con calma senza preoccuparsi di eventuali iniziative nemiche e ciò è sicuramente ascrivibile alla superiorità del cavallo sull'alfiere.Questo non vuol dire che si possa giocare qualunque mossa ,ma bisogna perseguire il piano corretto già illustrato da Luigi;chi volesse commenti più autorevoli(anche se scarni) può consultare quelli del GM Stohl per chessbase che dopo la successiva mossa del bianco 46.Re2 mette il simbolo +- .Per quanto riguarda il nostro amico SF6,da quello che ho capito,non sembra abbia le idee chiarissime:attenzione,non sto cercando di screditare i motori,sono sicuro che SF6 una posizione del genere la vince confermando la sua forza di oltre 3000 ELO,quello che voglio sottolineare è che lasciare girare il motore sulla posizione per qualche tempo in analisi infinita e pontificare asserendo che c'è un leggero vantaggio del bianco perchè questo esprime SF6 (estrapolando strampalate manovre che dovrebbero confermare questo giudizio),è semplicemente ridicolo.In definitiva non bisogna usare il motore come un oracolo che esprime verdetti incontrovertibili;anche lui è un giocatore pratico,non vede tutto fino all'ultima mossa,manovra e se riesce a trovare la strada giusta vince.Questo è quanto ci dice questa posizione:ho altri esempi in cui il calcolo è molto importante ed i motori faranno sicuramente meglio.Alla prossima...
Giorno: 24/04/2015, 22:19:46
Ciao Raffaele
Dunque la mia idea era buona ma è solo grazie al tuo aiutino e a quello di un amico che ho trovato la soluzione.

Ancora un altro bellissimo esempio!, il bianco può lasciare la posizione statica e far girare i suoi pezzi nel suo schieramento come vuole, mentre il nero è legato alla difesa dei pedoni d e h.

Prima di portare prematuramente la torre nella colonna a come proposi la volta scorsa, devo cambiare i pedoni a e b contro b e c del nero, per fare questo posso usufruire del sostegno del re. Per cui porto il re in b2 faccio i cambi e poi entro con la torre tramite la a. Il nero non può anticiparmi perché dovrebbe lasciare la h perdendo il pedone h, e nemmeno portare il re in b7 per evitare l'ingresso della mia torre perché perderebbe il pedone d... "et les jeux sono faits"

Sarà un piacere averti tra noi Milanesi!!!
Giorno: 25/04/2015, 10:49:42
Non vorrei raffreddare l'entusiasmo di Ciack e Raffaele per il Metodo Dorfman, ma negli esempi visti finora non c'era nulla che non potesse essere trovato con i metodi tradizionali e po' di "occhio pratico"... mmmm.gif
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 25/04/2015, 12:06:09
Appunto, a me sembra che Raffaele volesse dimostrare esattamente questo! ciao.gif
Giorno: 25/04/2015, 13:59:14
Non era mia intenzione citare Dorfman.Ho usato il termine statico per brevità,invece di vantaggio a lungo termine.In ogni caso,ripeto per l'ennesima volta che Dorfman non ha inventato nulla di nuovo;sto leggendo il libro di Gaaprindashvili "momenti critici sulla scacchiera " che riprende i concetti spiegati dal GM franco russo con una chiarezza espositiva nettamente superiore.Consiglio vivamente questo libro che vale tutti i soldi che costa fino all'ultimo centesimo.Consiglio altresì a tutti di studiare la prossima posizione
abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: 4q3/pQ2P2k/8/5Nnp/4n1p1/P1r3P1/7P/4RN1K b - - 0 1
Qui c'è strategia e tattica,istruttiva al massimo ed appagante anche sotto il profilo estetico;chi la trovasse troppo difficile muova pure i pezzi.Bisogna dare un giudizio sulla posizione e poi confrontarlo con quello emesso dai nostri amici al silicio.Buon divertimento!PS ho dimenticato di aggiungere che si parte con una variante forzata che i motori troveranno con facilità irrisoria,ma la cosa importante è il giudizio posizionale,secondo me.
Giorno: 25/04/2015, 18:53:40
PS2 Ho anche dimenticato di aggiungere che il tratto è al nero.
Giorno: 29/04/2015, 21:20:07
Non ho ancora trovato un idea vantaggiosa per il nero... Sembra che il bianco stia meglio, ha un pedone in 7a che tiene impegnato la regina nera, ha un pedone in più...
continuerò a cercare... ;)
Giorno: 30/04/2015, 05:52:16
Dai Ciack, non è difficile da vedere... smile.gif

Il Bianco ha un fortissimo pedone in settima e la Donna molto attiva. Una breve analisi, seppur superficiale, sembra escludere qualsiasi tentativo di bloccare il pedone, inoltre il Nero si ridurrebbe a una posizione sempre più passiva.
L'unica sua speranza è quella di giocare attivamente, ma come? Un rapido sguardo alla posizione bianca ci dice che il suo Re non riposa su un letto di rose: l'arrocco è indebolito, specialmente la grande diagonale h1-a8, inoltre i due cavalli neri sono ben piazzati e minacciano non solo le case f2 ed h3, ma un pericoloso gioco combinato con potenziali minacce di matto. Se si riuscisse a scacciare la Donna bianca dalla grande diagonale, per poi occuparla con la nostra, queste minacce di matto diventerebbero improvvisamente reali e difficilmente parabili...

Qualcuno ha parlato di "deviazione"? biggrin.gif

Ma si! Perchè non tentare 1.Tb3? Se il Bianco prende la Torre, dopo: 1... Dxb3?! 2.Dc6! il suo povero Re si ritroverà "nudo" sotto un'imminente ed imparabile tempesta!
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 30/04/2015, 06:22:11
Il Re nero, seppur completamente scoperto, è per il momento al sicuro da qualsiasi attacco. L'unico pericolo reale a cui deve badare è l'eventuale spinta del Pe7 che, oltre a promuovere, libererebbe la settima alla Db7. Il Re bianco è invece "ingabbiato" e dispone di sole tre case: h1, g1 e g2. Questo rende più facile l'analisi e qualsiasi scacchista che sia un minimo "scafato" potrà calcolare con precisione le diverse varianti che potrebbero essere trovate anche da una buona Prima Sociale (ci sono ancora le categorie sociali? Boh!?).

Come può proseguire il Bianco dopo 1.Tb3? La presa in b3 sembra suicida, così come qualsiasi mossa che permetta alla Donna Nera di occupare la grande diagonale. Ad es. 1... Dc7?? sarebbe disastrosa per via di: 2.Cf2+ 3.Rg2 Da8+! e rapido matto.

Che ne dite di 1... Dd5?
Naah... Il Nero insiste nella sua caccia alla Donna con 2.Tb5! così il Bianco per non prendere matto dovrà come minimo sacrificare un pezzo.
L'unica alternativa giocabile sembra 1... Dxa7! così il Bianco non solo impedisce ulteriori adescamenti di Torre, ma controlla anche l'esiziale casa f2. La Donna in a7 ha inoltre i germi di un potenziale controgioco con Da7-a6 (minaccia Dh6+)

In questa posizione tutto ha un carattere forzato e quindi non è difficile trovare le continuazioni... Le trovo io che ho 1400 punti ELO! ;-)

Proviamo a proseguire dopo 1.Tb3! Dxa7!. Cosa può fare il Nero? La De8 è per il momento bloccata, così proviamo a vedere cosa si può fare con gli altri pezzi.
Cf2+ non è più possibile, Ch3 sarebbe punita da Txe4 (il Bianco guadagna un pezzo senza rischiare nulla!), con Cg3 non si ottiene nulla (il Cf1 fa buona guardia!). Si potrebbe tentare di proseguire gli adescamenti di Torre, ma dopo: 2.Txa3 Db6! il Bianco, grazie alla minaccia Dh6+ seguita da Dg7 matto, vince facilmente la partita.

2.Cf6 è troppo passiva e toglie al Nero qualsiasi possibilità di contrattacco, 2.Tc3 e 2.Td3 sono semplicemente inutili... Ma perchè non occupare la seconda traversa? In questo modo si rinnoverebbe la minaccia dello scacco in f2 e il Bianco è forzato a trovarci rimedio!

Dunque: 2.Tb2!...E via proseguendo!
Sono una carota in cerca di sè stessa...