Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 17/05/2021, 15:25:14
Come studiare i libri di scacchi
Ciao a tutti, potete darmi qualche consiglio su come studiare i libri di scacchi il mio metodo e copiare tutto il libro nella sua interezza su fogli schedario solo così riesco a penetrare i segreti del libro però qualche consiglio per accelerare la cosa? Grazie
Giorno: 19/09/2021, 16:08:00
Link sponsorizzati
Giorno: 17/05/2021, 18:56:15
Scusa se ti faccio questa domanda. Di che libri parli? Se sono quelli sulle aperture stai sprecando il tuo tempo e, a maggior ragione, lo stai sprecando se ti limiti a giocare on line.

Cosa te ne fai di tutto questo studio quando il tuo avversario gioca aperture del tipo

1. e4 e5
2. d3 Cf6
3. h3

Prima di comprare libri, prima di metterti a fare una cartoteca o un database, ti sei chiesto quali sono i tuoi obiettivi?

Ecco, forse dovresti partire da qui. Il resto viene di conseguenza.
Sulla scacchiera menzogne ed ipocrisia non durano a lungo. La combinazione creativa mette a nudo la presunzione di una menzogna; i fatti spietati, che culminano nello scacco matto, contraddicono l'ipocrita.
Giorno: 18/05/2021, 09:37:06
Mi sto studiando un libro di strategia: teoria degli squilibri di silman, e la tattica 1001 esercizi per principianti e il libro dei finali di silman per le aperture le gioco ma non ho un repertorio ben definito. Il mio obiettivo è essere abbastanza preparato per affrontare i tornei omologati quest'anno mi tessero
Giorno: 18/05/2021, 17:02:11
Prova ad immaginare di voler correre una maratona. Cosa fai? Certo, puoi uscire di casa e metterti a correre ma non faresti un grave errore. Quindi prima devi vedere com' e' il tuo stato di forma fisica, poi scegli la maratona che vorrai correre e solo a questo punto periodicizzerai il tuo allenamento suddividendolo in micro cicli, mesocicli e macrocicli. A quekl punto potrai stabilire anche i tuoi obiettivi: ad esempio cgiudere la maratona sotto le 4 ore.

Gli scacchi non sono diversi.

Se vuoi fare dei tornei a tempo lungo , quelli omologati dalla Federazione tanto per essere chiari, devi prendere in considerazione diversi fattori .

Innanzitutto il tuo livello attuale di gioco. Se hai gia' una categoria non hai bisogno di nessun metro di paragone mentre se sei inclassificato devi capire qual e' il tuo livello.

In secondo luogo devi onestamente dire quanto tempo puoi dedicare all'allenamento. Se sei uno studente o un pensionato avari piu' tempo, se lavori e hai una famiglia il tempo potrebbe essere meno.

Devi anche capire quanti tornei potrai fare nel corso di un anno. Secondo De Santis per un rapido miglioramento bisognerebbe giocarne da 6 a 8. Mi sembrano tanti ma De Santis ne sa piu' di me. Comunque stabilisci quanti tornei fare.

Poi dovrai stabilire cosa vuoi ottenere. Tieni presente che non basta dire "voglio giocare meglio" perche' quel meglio non significa nulla. Un obiettivo deve essere misurabile. Ad esempio: voglio ottenere la terza nazionale nel prossimo torneo ( che, detto per inciso, e' un obiettivo molto semplice da raggiungere). Questoe' un obiettivo ragionevole.

Ora devi fare una raccolta di materiale.



APERTURE Al giorno d'oggi un libro di aperture scade piu' velocemente di uno yoghurt. I massicci volumi di Avrukh e Marin ( solo per citare due autori) sono gia'à superati e, come se non bstasse, sono per professionisti non certo per dilettanti e/o principianti. Un libro che posso consigliarti e' "A SIMPLE CHESS OPENING REPERTOIRE FOR WHITE". E' un libretto di circa 150 pagine che, come recita il titolo, fornisce un repertorio per il Bianco partendo da 1. e4. La cosa interessante e' che l'autore, Sam Collins, cerca sempre di scegliere aperture che conducano a strutture di pedoni simili fra di loro soprattutto posizioni col Pedone di Donna Isolato. In questo modo non e' necessario imparare a memoria centinaia di varianti ma e' sufficiente conoscere i patterns e le chiavi tattiche.

Tra l'altro la conoscenza di queste strutture e' utilizzabile in molte altre aperture o difese come il Gambetto di Donna, la Ninzoindiana, l' Inglese ecc.ecc. Puoi scaricare un estratto a questo indirizzo:

https://www.scacco.it/it/simple-chess-opening-repertoire-for-white

Col Nero gioca 1 e4 e5 e 1.d4 d5

Se contro 1. d4 vuoi qualcosa di piu' aggressivo prova a guardare il Gambetto Benko. Fino a 2Naz e anche piu' su non lo consce nessuno.



TATTICA Il libro che hai citato mi sembra un po' troppo elementare ma, per cominciare, va bene. sarebbe utile la lettura dei libri di Axel Smith, li trovi sul sito delle due Torri www.chess.it. Il sistema del Picchio ( woodpeeker metod) l'ho trovato molto interessante.

STRATEGIA Silman va benissimo e potresti affiancargli un libro che tratti le strutture pedonali da affiancarlo a quello sulle aperture.

Questi a grandi linee sono i miei consigli. Mi rendo conto che sono un po' sintetici ma spero di essermi fatto capire ma resto disponibile per altre spiegazioni.
Sulla scacchiera menzogne ed ipocrisia non durano a lungo. La combinazione creativa mette a nudo la presunzione di una menzogna; i fatti spietati, che culminano nello scacco matto, contraddicono l'ipocrita.