Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 04/10/2015, 19:06:36
Libri per un principiante
Salve a tutti, sono uno studente che da circa 4 mesi si è appassionato agli scacchi. Come primo libro mi sono letto "Chess for dummies", un testo che ho trovato utile e che mi ha spiegato i principi generali del gioco e tatticismi come la forchetta,lo scacco di scoperta, l'inchiodatura ecc...
Adesso come secondo testo ho ordinato "Lezioni di scacchi" di A. Zichichi: è un buon testo secondo voi?
inoltre ho ordinato anche il trittico di L.Pachman edito Mursia, solo che lo trovo piu ostico, in quanto sono solo analisi di partite, e non capisco come approcciarmici dato che sono un principiante.
Avete consigli o altri titoli da darmi?
Giorno: 26/10/2020, 11:29:50
Link sponsorizzati
Giorno: 04/10/2015, 21:34:07
Ti dico: compra tutti i libri che ti colpiscono. L'importante, nella tua situazione, è mantenere viva la fiamma della passione. Comprare volumi aiuta. Io stesso ho speso fior di quattrini per libri che avrò sfogliato sì e no tre volte, come l'Enciclopedia delle aperture del Maestro (ma idealmente almeno GM) Claudio Pantaleoni, l'autore italiano più tradotto all'estero degli ultimi quindici anni, a voler fidarsi delle strabenedette quarte di copertina dei suoi libri.

Comunque, acquisti a parte, cerca di giocare il più possibile. Sperimenta situazioni. Gioca creativamente. Se farai così, tornando su quei libri in futuro, sarai tu a dominare la teoria, anziché esserne dominato (come la maggior parte dei nerdazzi da circolo).
Supporta anche tu i progressi scacchistici di Qfwfq. È gratuito. Commenta le sue valutazioni delle posizioni, tratte da partite che hanno fatto la storia del Nobil Giuuooco. Un piccolo gesto per te, un futuro grande passo per la FSI.
Giorno: 04/10/2015, 21:48:04
Personalmente eviterei i libri delle aperture...
oppure prendeteli pure per poi trovarvi con giocatori come me che alla 4a mossa prendono le vie meno battute!

« Due strade divergevano in un bosco, ed io
Io presi quella meno battuta, "R. L. Frost"

Nel mio caso però continua...

"e questo non fece nessuna differenza!! "
Giorno: 04/10/2015, 22:22:22
Grazie dei consigli, ahahah Ciack mi hai fatto morire dal ridere
Giorno: 05/10/2015, 12:55:05
Del libro di Zichichi ho solo sentito parlare bene. Altri che ho letto e consiglio sono:
- "Lezione di scacchi" di Averbach
- "Cosa c'è da sapere sui finali" sempre di Averbach
- "L'arte della combinazione scacchistica" di Paoli
Salvatore - "In me vis sortis nulla sed ingenium"- "Dalle sconfitte alla vittoria: è questa la strada di ogni scacchista!" : Jurij Averbach.
Giorno: 05/10/2015, 15:21:06
Grazie Kodiak!
Giorno: 05/10/2015, 16:39:25
Dai Ragazzi! Povero Edo. Consigliamone uno max due, altrimenti farà la mia fine come quella di QFWFQ col riempire solo scaffali e rimanere allo stesso scarso livello di quando abbiamo iniziato...

biggrin.gif
Giorno: 05/10/2015, 16:56:40
In effetti il suggerimento di comprare un sacco di libri è semplicemente demenziale. Non si migliora acquistando libri, semmai si migliora leggendoli.

Dopo aver visto la partita inserita posso sicuramente suggerire a Edo il libro di Zichichi ma ancor più il libro "I fondamenti degli scacchi" di Capablanca.

Lo studio (e non la semplice lettura) di questo libro gli sarà sicuramente d'aiuto.
Quanti psicologi ci vogliono per cambiare una lampadina? Solo uno ma a patto che la lampadina voglia veramente cambiare
Giorno: 05/10/2015, 18:19:08
grazie mille paolo ;), dopo aver studiato il libro di Zichichi comprerò quello di Capablanca. Avevo inoltre pensato al libro sui finali di Averbach dal momento che per un principiante ho letto che conviene iniziare a studiare gli scacchi da qui, che ne pensate?
Giorno: 05/10/2015, 18:47:34
Lascia perdere il libro di Averbach sui finali, almeno per ora. E' un ottimo libro ma nel libro di Zichichi, così come in quello di Capablanca, trovi già i finali base e quindi hai tutto ciò che ti serve.

Libri a parte, quello di cui hai bisogno è giocare. ma non partite a 5 minuti con un computer. trovati un avversario umano e gioca contro di lui. Se non hai un circolo vicino a casa e non hai un amico che condivide la tua stessa passione allora gioca pure col computer ma usa un tempo di almeno 15 minuti più l'abbuono di 30" a mossa o un tempo simile. Non hai bisogno di "sparare" mosse a casaccio ma cerca di ragionare e di mettere in pratica quello che hai appreso studiando ( non semplicemente leggendo)il libro che hai scelto
Quanti psicologi ci vogliono per cambiare una lampadina? Solo uno ma a patto che la lampadina voglia veramente cambiare