Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 24/01/2015, 18:55:26
Come leggere un libro di scacchi
Si trovano mille discussioni su internet su quali libri di scacchi studiare, ma mai niente su come studiarli.

Eppure è proprio il "come" che determinerà poi il "quanto" sarò riuscito ad interiorizzare di quello specifico argomento, condizione questa necessaria per trasferire le conoscenze apprese in risultati tangibili nelle nostre partite.

Non ho idea di quale possa essere il metodo più corretto per procedere, per cui apro questa discussione al fine di sentire le diverse opinioni dei lettori in proposito.

In sunto il metodo che ho sempre usato io è:

1) Una prima lettura veloce solo per farmi un'idea sommaria degli argomenti trattati. Nei libri sulle aperture potrebbe essere sufficiente l'indice.

2) Una seconda lettura più approfondita durante la quale analizzo con tanto di scacchiera davanti (non a video) le posizioni dei vari diagrammi presentati.

3) Successiva estrapolazione dei concetti chiave trattati ed evidenziazione delle loro relazioni associative. In questa fase utilizzo il metodo delle mappe concettuali.

4) Studio approfondito dei diversi argomenti evidenziati con le mappe cercando di imprimerli nella memoria senza sforzarmi per ricordali.

5) Feedback finale giocando contro il computer alla massima potenza i test di verifica indicati nel libro.

Cosa ne pensate?
Giorno: 21/09/2020, 07:58:46
Link sponsorizzati
Giorno: 26/01/2015, 16:54:32
Piano di studio molto originale. Io però aggiungerei come consiglio di giocare prima un argomento o posizione e poi di studiarlo. Così da abituare la mente al concetto ludico di assimilazione del gioco. Dare cioè un imput motivazionale(giocare e quindi invogliare la passione) al tentativo di apprendimento solo teorico del testo. Spero di essermi spiegato bene, ma credo che forse hai capito a cosa mi riferisco.
Un libro che batte molto su questo argomento è Move first, think later di Willy Hendriks
ciao.gif