Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 09/05/2017, 14:45:26
Finali reali, Alfiere vs Cavallo
Alfiere contro Cavallo

Prima di vedere partite illustrative, alcuni principi generici dei finali Alfiere contro Cavallo:

> Nelle posizioni aperte l’Alfiere è superiore al Cavallo, nelle posizioni chiuse il Cavallo è più forte dell’Alfiere.

> I pedoni avversari vanno fissati su case attaccabili dall’Alfiere (in modo che Re o Cavallo siano legati alla loro difesa).

> L'Alfiere deve cercare di tagliare fuori il Cavallo (soprattutto quando è sul bordo della scacchiera).

> La presenza di pedoni passati favorisce l’Alfiere.

> Con pedoni su entrambi i lati, l’Alfiere è più forte.

> Il Cavallo in difesa dovrebbe cercare di:
- Usare tatticismi (forchetta)
- Fissare i pedoni su casa di colore dell’Alfiere (e i propri su casa di colore opposto)
- Costruire una barriera o una fortezza.


Queste regole sono molto generali (e quindi suscettibili di molte eccezioni).


Partite di esempio:

Kortschnoj – Petrosian, 1-0, Odessa Candidati 1974

In questa partita la struttura pedonale è favorevole al Bianco, un bel esempio come Kortschnoj sfrutta la situazione.

You need Javascript enabled to view it.









//

Petrosian – Fischer, 0-1, Belgrado Urss-World 31.3.1970

Qua Fischer ha un pedone passato, con tecnica impeccabile usa questo vantaggio per prevalere sull'avversario.

You need Javascript enabled to view it.








Giorno: 18/08/2017, 12:41:58
Finali reali, Alfiere vs Cavallo
Giorno: 09/05/2017, 14:53:26
Bengherabi – Laurusas, 0-1, Tromsoe Olimpiadi 4.8.2014

In questa partita il Nero dopo aver cambiato il Cavallo con l'Alfiere avversario usa il metodo della triangolazione per vincere il finale di pedoni apparentemente patto.

Karsten Müller scrive su Chessbase un commento alla 76° mossa (26° nel pgn del post) per spiegare la manovra di triangolazione del Nero. Sinceramente trovo abbastanza farraginoso questo commento, mi pare che più che spiegare confonda solo le idee del lettore ( c'è anche l'ostacolo della traduzione). Riporto il commento di Muller, ma credo che per capire la manovra di triangolazione la cosa migliore sia analizzare la partita.

Muller dopo la 76a mossa del Bianco scrive:
"Triangolazione
A prima vista questa posizione sembra essere patta. Ma questo è ingannevole. Dove va il Re di Bianco per fermare l'invasione del Nero? Se il Re Nero è su f4 allora il Bianco dovrebbe essere su f2. Se il Re Nero va su e4 poi su f1. Fin qui tutto bene. Ma cosa succede se il Re Nero è su e5 o f5? Allora il Bianco dovrebbe essere su e1 o g1. Ma le case e5 e f5 sono collegate, non e1 e g1: "


You need Javascript enabled to view it.









//

Buslaev – Averbakh, 1-0, Yerevan Urss-ch 1959

Un altro istruttivo esempio di come creare e sfruttare un pedone passato in questo tipo di finali.

You need Javascript enabled to view it.









//

Moisieev-Petrosian, 0-1, Mosca-ch 1968

Petrosian sfrutta un'imprecisione dell’avversario per vincere. Alla 51° mossa (6° nel pgn del post) il Nero gioca 51…Ae2? Analizzate perché è un errore e quale era la mossa corretta.

You need Javascript enabled to view it.









//

Carlsen – Mamedyarov, 1-0, Mosca Memorial Tal 29.8.2008

Questo è un classico esempio di triturazione in finale alla Carlsen. Il norvegese in posizioni bilanciate manovra e manovra, aspettando un errore dell’avversario che quasi sempre arriva, e subito Carlsen ne approfitta per vincere.

You need Javascript enabled to view it.









Vedere anche la Kramnik-Carlsen e Fischer -Taimanov del mio vecchio post, link: - Fischer Taimanov -
Giorno: 17/06/2017, 06:47:10
Un altro finale che come direbbe la Polgar: "i motori non comprendono" (vedi mio post su Torre vs Alfiere e Torre).
Partita attuale, giocata ieri al Norway Chess Tour.

In questo caso i motori assegnano al Bianco un netto vantaggio per via di 2 pedoni in più, ma il Nero gioca correttamente questa posizione tipo Ponziani, e non c'è modo per il Bianco di tramutare questo vantaggio in vittoria.
Difatti se proseguite con l'analisi dei motori le varianti continuano all'infinito sempre con vantaggio al Bianco, senza arrivare a nulla di concreto.

Dopo la 52° mossa del Bianco (14° nel pgn del post) se il Nero continua come ha fatto Caruana, giocando ...Cf7 ...Ch8 ...Cf7 in ripetizione, non c'è modo per il Bianco di fare progressi.

Giri 2771 - Caruana 2808, 1/2-1/2, Norway Chess 15.6.2017


You need Javascript enabled to view it.










Questo finale, mi ricorda una posizione di Dvoretski inclusa del mio set-test per motori "hardends2013", la Sax - Kovacevic. Nella posizione derivante dalla sbagliata 1. Axh7 i motori valutano vantaggio al Bianco per via del materiale in più, ma in realtà è patta. Il principio di fondo è simile:

Muove il Bianco
abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: 7R/5kpp/8/7P/4BK2/8/8/3r4 w - - 0 1


La mossa vincente è 1. Re5! (o anche 1. Rg3).
Ma vediamo cosa scrive Dvoretski riguardo la mossa 1. Axh7 scelta dai motori:
"Ma l'immediata cattura del pedone-h7 e un terribile errore. 1. Axh7? g5!! 2. hxg6+ (2. Rxg5 Rxg7 =) Rg7 3. Tg8+ Rh6 = Si scopre che anche l'aggiunta di Torri non cambia la valutazione della posizione di Ponziani - il Bianco non può né promuovere il pedone a Donna ne liberare il suo Alfiere."

Una similitudine con il finale della Giri - Caruana.
Giorno: 18/06/2017, 01:17:57
Posto il link per scaricare la suite hardends2013, di cui fa parte la Sax - Kovacevic sopra menzionata, perché ho visto che online non è più facilmente rintracciabile:

- hardends2013 test set -
Giorno: 18/07/2017, 23:26:05
Il messaggio è stato nascosto dai moderatori