Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 16/07/2015, 13:22:35
Gli infidi finali di pedone
I giocatori alle prime armi tendono a sottovalutare le difficoltà di questi finali.Ho raccolto degli esempi in cui,maestri di ogni livello e di tutti i tempi,hanno rimediato figuracce;lo scopo è di ricordare a tutti(me per primo)quante finezze possano celarsi in questi (apparentemente) semplici finali e rinfrescare al contempo,le nozioni basilari.
abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: 8/7p/p5p1/3k2P1/3p1P1P/3K4/P7/8 w - - 0 1
mossa al bianco
Giorno: 10/07/2020, 20:29:12
Link sponsorizzati
Giorno: 16/07/2015, 14:31:38
Perché si tendono a sottovalutare i finali? Perché sono più semplici rispetto al medio gioco. Sulla base di quali parametri li definiamo più semplici? In base a quello delle possibilità di mossa: meno pezzi, meno mosse disponibili. Ma i finali sono tutt'altro che facili, anzi. Sovente mettono in crisi il giocatore medio. Ciò accade perché durante il finale non puoi bleffare, nasconderti: devi agire e meglio del tuo avversario. È proprio durante un finale equilibrato che ha inizio la vera battaglia tra le due menti in lotta.

Durante la partita ci sforziamo di essere concentrati per non commettere sviste. Elaboriamo dei piani strategici abbastanza fini a se stessi, poiché avendo una capacità di calcolo e visualizzazione limitata, la loro riuscita è affidata al caso. In sostanza diamo una pacca sulla spalla al Signor Piano, e gli diciamo "Vai con Dio".

In un finale equilibrato con pochi pezzi sulla scacchiera, viceversa, dovendo pensare solo a quelli, ecco diventare importantissimo imbastire un piano che possa indurre l'avversario all'errore.

Sarebbe interessante valutare il rapporto uomo/macchina alla luce di questo aspetto. Domando agli esperti: sono frequenti le sfide tra GM e motori a partire da posizioni di finale? Com'è la statistica?
Supporta anche tu i progressi scacchistici di Qfwfq. È gratuito. Commenta le sue valutazioni delle posizioni, tratte da partite che hanno fatto la storia del Nobil Giuuooco. Un piccolo gesto per te, un futuro grande passo per la FSI.
Giorno: 17/07/2015, 08:40:48
Approfitto di questo topic per salutare sia Raffaele che Qfwfq. ciao.gifciao.gif

Per quanto riguarda le competizioni fra GM e motori non credo che se ne siano mai verificate partendo dai finali.
Quando, fino a una decina di anni fa, le sfide uomo-macchina avevano ancora un senso, un buon Maestro non avrebbe avuto alcuna difficoltà a prevalere sul motore in questo stadio della partita, che era considerato uno dei talloni di Achille delle macchine.

Negli ultimi anni, però, la situazione è molto migliorata per i motori.
In mancanza di una statistica affidabile possiamo fare riferimento all'ottima raccolta del nostro Albitex che, fra finali di partita e composizioni artistiche, ha messo insieme un bel po' di posizioni davvero ostiche sia per gli uomini che per le macchine. Pur essendoci ancora molte posizioni che impegnano a fondo i motori o sono addirittura per loro insolubili, ve ne sono altre che vengono ormai risolte agevolmente, grazie anche all'aiuto delle Table Base, e dove magari è stato proprio il GM di turno a sbagliare in partita...

Mi sono addirittura imbattuto in posizioni dove SF ha sconfessato l'analisi di un esperto di finali del calibro di Dvoretewski, mostrando come la parte debole avrebbe potuto pareggiare posizioni in cui era data per spacciata, ma si tratta comunque di casi eccezionali, perché il 99% degli esempi proposti nel suo manuale sembrano a prova di bomba, e resteranno tali almeno fino alla prossima generazione di motori...biggrin.gifbiggrin.gif

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 17/07/2015, 09:12:46
Possiamo anche mettere insieme il discorso di Raffaele sulle insidie nascoste nei finali di pedone con quello fatto da Qfwfq in un altro Topic, quando dice, forse un po' provocatoriamente, che "leggere i libri di scacchi è uno spreco di tempo" biggrin.gifbiggrin.gif

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: 7K/k7/2P5/7p/8/8/8/8 w - - 0 1


Qual è la valutazione di questa posizione, con mossa al Bianco?

Qui, paradossalmente, un giocatore alle prime armi, o che non ha mai "letto" un libro sui finali, darà immediatamente la risposta corretta, mentre un giocatore esperto, che "conosca" la studistica, rischierà di sbagliare clamorosamente! dho.gifdho.gifdho.gif

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 17/07/2015, 09:15:52
Già, la regola del quadrato e le sue eccezioni....
Sono un clown e faccio collezione di attimi (H. Boll)
Giorno: 17/07/2015, 18:02:47
Penso di essere l'icona più adatta a rispondere. Non ho mai letto, infatti, un libro sui finali, quarte di copertina a parte (di quelle ne ho lette a centinaia. Non solo, le ho tutte fotocopiate e archiviate ordinatamente. Le rileggo quando sono giù di morale, perché mi fanno scompisciare dalle risate. "Grazie a questo libro", "L'autore si propone", "L'autore ti guiderà", ecc. E la patente per guidarmi, chiedo io, in quale motorizzazione l'ha ritirata? "Si propone", ma cosa ti vuoi proporre, terún! Dovrebbe esserci una sola quarta di copertina, standard, per tutti i libri scacchistici, con scritto: "contiene lattosio, vegani astenersi". Sarebbe molto più onesto. Chiudo la parentesi).

Comunque, caro Luigi, a costo di passare per accanito lettore, io se fossi il bianco offrirei la patta sperando che il nero abbia letto più libri di me. Farei male?
Supporta anche tu i progressi scacchistici di Qfwfq. È gratuito. Commenta le sue valutazioni delle posizioni, tratte da partite che hanno fatto la storia del Nobil Giuuooco. Un piccolo gesto per te, un futuro grande passo per la FSI.
Giorno: 17/07/2015, 20:07:06
E faresti benissimo Qfwfq! biggrin.gifbiggrin.gif

Probabilmente il tuo saccente avversario, vista tanta sicurezza da parte tua, l'accetterebbe, convinto che si tratti del celeberrimo studio di Reti

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: 7K/8/k1P5/7p/8/8/8/8 w - - 0 1


che è per l'appunto patto a gioco corretto.

C'è la sola, piccolissima, e "quasi" insignificante differenza del Re Nero, che nella prima posizione proposta si trovava in a7 anziché in a6.

Purtroppo però quel "quasi" rende possibile la vittoria del Nero! dho.gifdho.gif

Questo è appunto uno di quei casi in cui una conoscenza solo mnemonica della teoria può rivelarsi addirittura controproducente!

Si tratta del cosiddetto "effetto einstellung" (parola tedesca che potrebbe essere tradotta come "set mentale"), che è stato oggetto di un interessante articolo pubblicato sul numero di Maggio della rivista "Torre e Cavallo" da cui ho ripreso la posizione (inutile precisare che c'ero anch'io cascato in pieno...dho.gifdho.gifdho.gif)

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 18/07/2015, 16:52:33
Luigi, tu sai che ti stimo incondizionatamente. Perché sei appassionato. Come recita il noto spot: dove c'è passione c'è casa. Certo, mi capita a volte di stramaledirti. Ma solo perché mi spaventa l'idea che i motori risolvano un giorno il caro gioco degli scacchi. Niente di personale. Ho fatto questa premessa per accattivarmi la tua benevolenza. Infatti, in merito al quiz precedente, ho risposto a caso, senza osservare. Ignoravo il quiz di Reti. Non ho colto la finezza. Mi sono vergognato (esagero per addolcirti). Grazie al tuo esempio, comunque, si è riacceso in me l'interesse per i finali. Tempo fa ero eccitatissimo, avevo intuito per un attimo l'importanza dei finali. Ma mi è stato detto: prima devi capire il senso del gioco. Giustissimo. E ho cosi iniziato un libro pieno zeppo di anglismi (perché in lingua inglese), per carità interessantissimo, che però non ho mai terminato. Ora ti chiedo, Luigi: se volessi ignorare tutto il resto, e fare "all in" sui soli finali, che metodo di allenamento mi consiglieresti? Non buttarmi lì due o tre titoli. Non credo nei libri scacchistici. Credo nella contemplazione pacata di temi e schemi, e negli esercizi corredati di soluzioni. A volte fantastico: dopo sei mesi di soli esercizi sui finali, senza gioco online o altre attività disamoranti, partecipo al mio primo torneo e spacco letteralmente il deretano a tutti. Ma senza eccessivo coinvolgimento emotivo. Come se guardassi un video di nail art su YouTube.
Supporta anche tu i progressi scacchistici di Qfwfq. È gratuito. Commenta le sue valutazioni delle posizioni, tratte da partite che hanno fatto la storia del Nobil Giuuooco. Un piccolo gesto per te, un futuro grande passo per la FSI.
Giorno: 18/07/2015, 20:27:18
@Luigi335
stento a credere in ciò che leggo: cosa cambia se il Re nero è in a6 o a7 ? Il Nero vince ad occhi chiusi e senza ragionarci sopra, invece, niente-di-meno ci vuole un "set mentale"...siamo messi davvero molto male

Si tratta del cosiddetto "effetto einstellung" (parola tedesca che potrebbe essere tradotta come "set mentale"), che è stato oggetto di un interessante articolo pubblicato sul numero di Maggio della rivista "Torre e Cavallo" da cui ho ripreso la posizione (inutile precisare che c'ero anch'io cascato in pieno...dho.gifdho.gifdho.gif).
Ma che mossa hai pensato-fatto per essere "cascato in pieno" ?...a meno che, fuori da ogni convenzione, non ci sia il trucco che la scacchiera sia ruotata dalla parte del Nero
abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: 7K/k7/2P5/7p/8/8/8/8 w - - 0 1
Giorno: 18/07/2015, 22:57:47
Col Re Nero in a6

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: 7K/8/k1P5/7p/8/8/8/8 w - - 0 1


Si ha il celebre studio di Reti, che è riportato su tutti i manuali di finali.

Sembra proprio che il Bianco non possa ne raggiungere il pedone avversario ne difendere il proprio, ma in realtà può fare entrambe le cose contemporaneamente!

1.Rg7!, h4
2.Rf6!, h3 e il pedone Nero è andato, ma con
3.Re7 anche il Bianco riesce ad appoggiare la promozione del suo!

Naturalmente il Re Nero può cercare di attaccare il pedone bianco con

2...Rb6 (invece di h3) e allora
3.Re5! h3 (altrimenti il Re Bianco riesce ad entrare nel quadrato di promozione del pedone Nero!)
4.Rd6, h2
5.c7 e anche il Bianco riesce a promuovere!

Incredibile come Reti sia riuscito a concepire un'idea così profonda con del materiale così ridotto!

Col Re Nero in a7, invece, la manovra di Reti non è sufficiente al Bianco per riuscire a pattare, perché ...

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."