Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 06/07/2018, 03:30:02
Puzzle del 06/07/2018
Questa posizione è stata giocata durante l'evento Chess.com Isle of Man International Mast il 24/09/2017. In questa partita si affrontano Tena Frank col Bianco (2002) e Dietmar Kolbus col Nero (2320). Dopo 85...Kf5, Stockfish valuta la posizione a -9.52.

You need Javascript enabled to view it.









Il Bianco sbaglia giocando 86. Rf8 con una nuova valutazione della posizione a -16.43 punti (differenza di 6.91 punti). Perché 86. Rf8 è una mossa sbagliata e qual'è la migliore per il Bianco?
(la soluzione, assieme alla partita, è riportata sotto)











La migliore mossa per il Bianco è: 86. Rd5

You need Javascript enabled to view it.








Hai letto il regolamento?
Giorno: 19/07/2018, 02:03:03
Link sponsorizzati
Giorno: 07/07/2018, 09:25:24
86.Tf8 è soltanto l'ipotesi di una minaccia troppo ottimistica al Pf6 se:
. ...Ae3, . ...Rf4.
E' scontato che il Bianco debba spostare la Torre, se:
. ...Ag5, . ...Rf4, Pf5.

L' Alfiere in g5 evita la minaccia del .Cd3
Il Ph3 non può essere il candidato; il Pd4 è il candidato e il Pe5 il suo compagno.
La causa che impedisce la spinta dei due pedoni è il Pf3; l'alternativa è che la Torre nera possa posizionarsi sulla 3a. traversa per eliminarlo.

Il Nero può spostare la Torre sulla casa g7 a cui seguirebbe .Cxhe . ...Tg3.

Come anticipare . ...Ae3 ? Perché è a questa possibilità che il Bianco deve adeguare la sua attività.

86. Ta8 credo sia migliore di 86.Td5; però, lo dice il CE ..Benedica!

Il Nero potrebbe spingere il . ...Ph3-h2 per liberare la Torre per h7;

il Ph2 sarebbe difeso da l' Af4; con la possibile .Cd3, la migliore anticipazione.

La 2a. e la 3a. traversa sono quindi le linee strategiche per entrambi i colori; la Torre bianca non può non essere presente.

Perché, quindi, muovere 86.Td5 e non già 86.Ta8? per avere un accesso più veloce alle linee succitate?

Cordialità
"Chiunque desideri diventare un fuoriclasse deve affinare le sue capacità nell'analisi scacchistica" (M. Botvinnik)