Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 02/03/2020, 01:05:07
I cinesi giocheranno Candidati?
Il 14 marzo inizia il torneo dei Candidati a Mosca che deciderà lo sfidante di Carlsen per il titolo mondiale.
Ora la Russia ha vietato l'ingresso dei cinesi nel paese per via del Coronavirus.
Ding Liren e Wang, i due top GM cinesi che hanno conquistato il diritto di competere ai Candidati 2020, avranno difficoltà?
Secondo le ultime notizie la delegazione cinese dovrebbe essere partita in questi giorni, per passare un periodo di 2 settimane in quarantena nelle campagne fuori Mosca.
Ma come tutto in questa storia di virus non è certo nulla.
La federazione scacchistica afferma che la situazione non è chiara.
- articolo chess.com - in inglese.
Giorno: 03/04/2020, 08:56:51
Link sponsorizzati
Giorno: 03/03/2020, 01:31:32
Ding Liren (che è con Caruana il favorito tra i candidati) è arrivato a Mosca con la delegazione cinese. Insieme a Wang (l'altro candidato cinese), dovrà soggiornare quasi 2 settimane nelle campagne di Mosca controllato da un dottore.
Giorno: 06/03/2020, 14:03:09
Anziché i cinesi si è ritirato Radjabov subentrando un vero potenziale candidato Maxime Vachier Lagrave.
Giorno: 06/03/2020, 15:46:05
Liberamente tradotta la dichiarazione di Radjabov: “Dal 15 marzo al 5 aprile 2020, avrei dovuto partecipare al torneo dei candidati per il titolo di campione mondiale di scacchi in Russia nella città di Ekaterinburg. Come sapete, attualmente è in aumento l'epidemia di coronavirus in tutto il mondo. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha annunciato il grado di pericolo più alto: il rosso. Molte competizioni ed eventi significativi nel mondo vengono cancellati o rinviati a una data successiva, in base allo sviluppo della situazione.
La Federazione internazionale di scacchi FIDE ha attuato una serie di misure preventive. Ma non tutte. È stato affermato che i giocatori di scacchi cinesi, i loro allenatori e i loro accompagnatori saranno messi in quarantena per 14 giorni in Russia. Uno dei giocatori di scacchi cinesi (Ding Liren - N.d.T.), gli allenatori e la delegazione sono effettivamente messi in quarantena. Tuttavia, il secondo partecipante dalla Cina (Wang Hao - N.d.T.) non sarà messo in quarantena e arriverà all'inizio del torneo da un Paese (Giappone - N.d.T.) in cui l'epidemia di coronavirus sta crescendo ogni giorno.
Inoltre, la FIDE non ha spiegato come procederà il torneo nel caso in cui un partecipante o gli allenatori o gli accompagnatori, i giornalisti, gli intervistatori, i giudici presentino segni di influenza o SARS o, Dio non voglia, sia diagnosticato il coronavirus. Se i partecipanti verranno messi in quarantena, quanto tempo e tutti i passaggi necessari per analizzare e determinare la presenza o l'assenza esatta del virus.
Il torneo dei candidati è una maratona di scacchi, composta da 14 round in 22 giorni. Nessuno spiegherà come si svilupperà il torneo nelle condizioni di epidemia globale, quali misure saranno prese in caso di rilevamento del virus e quali misure saranno prese in relazione al partecipante malato, nessuno ha spiegato questo.
A causa della complessità di tutti questi punti, mi sono rivolto alla FIDE con una proposta di rinviare il torneo ad una data successiva. La mia domanda è stata rifiutata. In relazione a quanto sopra, ho ritenuto che tali condizioni possano influenzare notevolmente il livello necessario di concentrazione e di umore richiesto per il massimo livello di gioco in una competizione così importante come il torneo dei candidati e un possibile rischio per la salute. Di conseguenza, sono stato sostituito con un altro partecipante“.

Anche Wang Hao è d’accordo su quanto dichiarato dal suo avversario/amico Radjabov: “Credo che la FIDE dovrebbe rimandare tutti i tornei ufficiali, ora. Se ciò non accade, non sono sicuro che la federazione internazionale abbia un piano per far fronte alle conseguenze imprevedibili di questa epidemia”.

ciao.gif
Giorno: 06/03/2020, 19:53:05
Purtroppo Radjabov ha ragione. Anzi a mio avviso tutti i circoli dovrebbero essere chiusi. Stare ore davanti a un avversario in un ambiente chiuso con decine di giocatori è un modo sicuro di prendere qualcosa.
Giorno: 07/03/2020, 00:21:18
Vi confermo che i circoli di Milano di mia conoscenza sono chiusi e tutti i tornei in Italia sono stati sospesi, per ora fino al 15 marzo per gli adulti e fino al 3 aprile per i giovanili.
E' possibile che venga ulteriormente prorogato il periodo.
Tuttavia i candidati si svolgono in Russia, il livello di allerta e pericolo in quelle zone per ora è inferiore rispetto a quello italiano. Sono curioso di vedere l'evolversi della situazione.
Giorno: 07/03/2020, 12:28:20
Sì, ed è anche un peccato che, salvo ripensamenti della FIDE, non sia lui a giocare i Candidati.
C’è anche da dire che molte nazioni guardavano e si prendevano gioco di noi, mentre loro hanno iniziato da poco tempo a fare i tamponi, ossia: i dati reali di certi Paesi, compresa la Russia, non riflettono la realtà.
Penso sarebbe logico e giusto rinviare tutto fino all’inizio di Maggio. Alcuni virologi dicono che il caldo potrebbe darci una mano per debellare il virus, oggi invece affermano il contrario. Il fatto è che del COVID 19 sappiamo poco o nulla.

ciao.gif
Giorno: 07/03/2020, 17:20:58
image 1914


...è poco vantaggiosa per i medici e tale da farli vergognare, poiché essi non osavano visitare i malati per paura di essere contagiati; e quando li visitavano poco o nulla facevano e non guadagnavano niente. Quasi tutti i malati infatti morivano.
[Guy de Chauliac]
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 11/03/2020, 03:11:29
Comunicato FIDE
Comunicato ufficiale FIDE in merito alla sicurezza sanitaria del torneo dei Candidati (1° turno si gioca il 17 marzo) >

*
7 MARZO 2020
Misure di salute e sicurezza nel Torneo dei candidati FIDE

La Federazione internazionale di scacchi informa i partecipanti e gli spettatori.
-
Lo scoppio del Coronavirus (Covid-19), che ha interessato eventi a livello globale, ha sollevato dubbi e dubbi sul fatto che il Torneo dei candidati FIDE - che si svolgerà tra il 15 marzo e il 5 aprile a Ekaterinburg, in Russia - debba essere rinviato.
Il rinvio del torneo, tuttavia, non è legalmente e praticamente fattibile. Senza l'introduzione di un divieto ufficiale da parte delle autorità statali della Federazione Russa, un trasferimento unilaterale o il rinvio da parte della FIDE non è possibile. Tuttavia, FIDE sta seguendo da vicino gli sviluppi riguardanti il Coronavirus, nonché la situazione in Russia e le misure prese dalle autorità russe.
Va anche notato che, contrariamente ad altri grandi tornei open di scacchi che sono stati cancellati negli ultimi giorni, il torneo dei candidati non è un evento di massa. Essendo un torneo d'élite di 8 giocatori, il numero ridotto di partecipanti ci consente di monitorare le circostanze personali, lo stato di salute e fornire loro un'attenzione personale.

Alla luce delle preoccupazioni che sono state sollevate, FIDE desidera informare tutti i partecipanti del prossimo Torneo e il pubblico in merito alle misure di salute e sicurezza che saranno in vigore:

1. Verrà creato un check-point con un'infermiera qualificata per tutti i partecipanti al torneo, nonché i funzionari e i visitatori dell'auditorium. A questo punto, i visitatori verranno controllati per i sintomi di Covid-19 prima di entrare nella sala giochi, compreso il controllo della temperatura corporea.

2. I disinfettanti per le mani a base di alcol saranno sempre disponibili.

3. Le maschere per il viso N95 saranno sempre disponibili nella quantità richiesta. A seconda della valutazione della situazione, l'uso di maschere può diventare obbligatorio per i visitatori dell'auditorium.

4. La distanza tra le prime file di spettatori e giocatori sarà di almeno 15 metri.

5. Le strette di mano prima e dopo il gioco sono opzionali.

6. Le misure preventive (maschere, disinfettanti) devono essere previste anche in tutte le camere d'albergo in cui alloggeranno partecipanti e funzionari, nonché in tutti i veicoli utilizzati per il torneo.

- Comunicato originale in inglese -