Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 05/09/2015, 18:14:14
INCREDIBILE AL TORNEO DI IMPERIA!
Invito chiunque avesse dettagli precisi della dinamica di quanto accaduto quest'oggi a scrivere un commento.
Sembra che un 1N, di cui si è parlato molto in quest'ultimo tempo, avesse una microtelecamera. Certo, questo non fa una prova. Se a ciò aggiungiamo il fatto che, negli ultimi turni aveva battuto giocatori di un certo calibro ( GM/MF) i sospetti sono più che giustificati.
L'oggetto sarebbe stato scoperto, secondo le ultime indiscrezioni, da un metal detector...
La domanda, se tutto ciò fosse vero, da porci è la seguente: si poteva evitare di falsificare un torneo e intervenire in tempo?
Giorno: 26/10/2020, 11:32:35
Link sponsorizzati
Giorno: 05/09/2015, 18:18:01
Uhhh! Veramente? Incredibile! Non ne sapevamo niente. senzasperanza.gif
Supporta anche tu i progressi scacchistici di Qfwfq. È gratuito. Commenta le sue valutazioni delle posizioni, tratte da partite che hanno fatto la storia del Nobil Giuuooco. Un piccolo gesto per te, un futuro grande passo per la FSI.
Giorno: 05/09/2015, 18:49:58
Secondo altre indiscrezione la persona in questione avrebbe avuto già problemi con la FSI. Di seguito il rapporto:

Oggetto: Procedimento inerente al tesserato RICCIARDI ARCANGELO fid FSI 128012)
Con segnalazione alla Giustizia Federale del 28 giugno 2015 veniva riferito dall'Arbitro principale
del torneo "EXPO MILAN 2015 CHESS MOVE - INTERNATIONAL" Biancotti Alessandro
(F.A.) che il giocatore RICCIARDI ARCANGELO non si è presentato alla disputa dell'ultimo turno
di gioco senza avvisare né l'organizzazione, né gli arbitri.
L'articolo 7.5.2 del Regolamento Tecnico Federale vigente della Federazione Scacchistica Italiana
dispone che: " // giocatore che intende assentarsi per un singolo turno deve comunicarlo
all'Arbitro principale entro un'ora dall'inizio del turno cui deve assentarsi", precisando poi che "il
giocatore che perde a forfeit l'ultimo turno, senza aver preannunciato l'assenza all'Arbitro
principale...., deve essere considerato ritirato ingiustificatamente".
L'assenza di un giocatore non tempestivamente comunicata alla direzione di gara rappresenta
comunque una alterazione del regolare svolgimento della gara e come tale va stigmatizzata.
Per tale motivo, ai sensi dell'art. 24 del Regolamento di Giustizia e disciplina, si dispone la sanzione
della deplorazione nei confronti del tesserato RICCIARDI ARCANGELO. Sono inoltre da
considerarsi nulli, ai sensi dell'articolo 7.5.3 del Regolamento Tecnico Federale, l'eventuale
passaggio di categoria e l'eventuale variazione positiva del punteggio ELO ottenuti dal giocatore nel
torneo in questione.
Si trasmette la presente decisione alla Segreteria della Federazione Scacchistica Italiana al fine di
procedere alle comunicazioni previste all'art. 7 del Regolamento di Giustizia e Disciplina.
Così deciso in Milano, 7/7/2015
Giorno: 05/09/2015, 19:34:28
Di seguito riporto l'articolo apparso su:"LA STAMPA".

Congegni elettronici per barare al campionato di scacchi giocatore scoperto col metal detector ed espulso

MAURIZIO VEZZARO
IMPERIA
Ha vinto una partita dopo l’altra, battendo persino dei grandi maestri famosi con combinazioni folgoranti: peccato che, al torneo internazionale di scacchi di Imperia, terminato oggi, il vercellese Arcangelo Ricciardi abbia barato, servendosi di sofisticati congegni informatici per farsi suggerire le mosse giuste che neanche in una spy story. Questo è quanto affermano gli organizzatori, che oggi, alla vigilia dell’ultimo turno, lo hanno espulso dalla competizione azzerando la sua performance e accusandolo di una sorta di «doping» elettronico. Non è una novità, l’imbroglio, in campo scacchistico. Era circondato dal mistero, tanto che Egdar Allan Poe ne estrasse un interessante racconto, l’automa con tanto di turbante e caffetano creato nel 1770 dal giovane consigliere dell’imperatrice Maria Teresa d’ Austria, Wolfgang von Kempelen. L’automa giocava a scacchi e battè nientemeno che Napoleone. Chi c’era all’interno del meccanismo? Un nano abile nel gioco o un ex ufficiale polacco, campione della scacchiera, che aveva perso le gambe in battaglia?

Tornando alla storia più recente tutta imperiese: «Lo tenevamo d’occhio - spiegano - già da parecchi giorni e gli abbiamo teso una trappola: abbiamo piazzato un metal detector. Sulle prime non aveva voluto passarci, ma noi abbiamo insistito e l’apparecchio ha suonato. Ha detto che aveva con sé una monetina portafortuna ma, approfondendo, abbiamo scoperto che al collo aveva appeso un ciondolo un po’ insolito». Non è ancora del tutto chiaro il meccanismo col quale Ricciardi riusciva a connettersi a un computer fuori dalla sala di gioco ma, in ogni caso, il ciondolo, che aveva un piccolo foro come se si trattasse di una telecamerina, era un dispositivo non consentito.
Il caso di Arcangelo Ricciardi era così clamoroso da avere attirato l’attenzione della comunità scacchistica italiana: da giorni sui social network si rincorrevano i sospetti degli appassionati. Il vercellese, di 37 anni, in base ai pronostici della vigilia non avrebbe dovuto andare al di là delle posizioni di bassa classifica ma si sarebbe inventato un trucco elettronico per scalare le classifiche e portarsi a casa il primo premio in denaro: mille euro.
Giorno: 05/09/2015, 20:45:47
Alla fine aveva ragione Sannino... E' giusto sospettarci quando un 1N batte un GM.
Giorno: 05/09/2015, 21:19:12
Ciak non generalizziamo e creiamo allarmismi.
Sannino si è dimostrato un ciarlatano, che rimane delle sue idee assolutamente sbagliate. Ha ritenuto una partita EMBLEMATICA, quando era NORMALE.
Bisogna fare i complimenti alla terna arbitrale.
Da notare che uno dei due direttori di gara, già aveva avuto a che fare con Arcangelo Ricciardi, avendolo anche segnalato alla FSI.
Da quanto ho saputo, il giocatore all'inizio si è rifiutato di passare al metal detector, ma convinto dagli arbitri lo ha fatto. In quell'istante l'aggeggio ha suonato. La prima giustificazione è stata: ho una monetina portafortuna...
Ritengo che il player vada radiato, non facciamo come per Moggi nel calcio.
Facendo un riferimento al calcio, Ricciardi assomiglia a Pulvirenti. Infatti, entrambi con un clamoroso autogoal fanno venire a galla le ingiustizie. Il presidente del Catania, chiede protezione alla polizia, che gli mette i telefoni sotto controllo. Proprio da questi ultimi, Pulvirenti effettua le chiamate per comprarsi le partite. Ricciardi, invece, usando cheat in tutte le partite attira l'attenzione delle persone.
Unica cosa che li differenzia, sono il denaro con cui erano a contatto: il primo con migliaia di euro; il secondo con soli 700 euro.
Giorno: 05/09/2015, 21:22:41
Sapete che vi dico, visto che è lecito e a lui non dispiacerà sicuramente, vado a guardarmi le partite di Sannino e poi farò qualche considerazione riguardo il suo gioco.
Tanto che ci vuole, basta confrontare le sue mosse con quelle di Stockfish e poi discuterne animatamente. Un forum di scacchi a che servirebbe altrimenti? Siamo tutti cacchisti, vogliamoci bene.
Lupin è l'autore de "Il Libro d'Oro degli Scacchi" www.chessgoldenbook.com
Giorno: 05/09/2015, 21:38:25
Credo che negli scacchi l'impulso che porta i giocatori a barare sia semplicemente l'ego.
Proprio quest'estate, in un torneo non ufficiale fra amatori, che aveva come primo premio 50 euri e una coppetta, abbiamo beccato ben due partecipanti che andavano in bagno dopo ogni mossa, a consultare lo smatphone.

Mettendosi nei panni del baro in questione: battere fior di maestri e GM, attirare l'attenzione e la curiosità di esperti e spettatori (magari anche dei media), godere del fatto che non riescono a "beccarti"... Beh, sono motivazioni che possono gonfiare parecchio un piccolo ego bisognoso.
biggrin.gif
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 05/09/2015, 21:53:03
Carotino, ben sapendo di avere puntati gli occhi addosso? Io direi come in altri casi, di non sentenziare nulla, prima aspettiamo di avere delle conferme scritte ufficiali e naturalmente di avere sentito la controparte.
Lupin è l'autore de "Il Libro d'Oro degli Scacchi" www.chessgoldenbook.com
Giorno: 05/09/2015, 22:07:11
Senz'altro, ma qui si evidenzia un problema che è destinato solo ad ingigantirsi. Beccare un baro è difficile e soprattutto è ancora più difficile PROVARE che barava.

Prendiamo il caso in questione e SUPPONIAMO che questo tizio abbia barato veramente...

In base che cosa verrebbe radiato? Per via di un ciondolo "sospetto" che poteva assomigliare ad una video camera? Mi sembra un po' debole come motivazione e senz'altro può sollevare un bel po' di polemiche. Anche perchè questa eliminazione sulla base di semplici sospetti o su prove fumose potrebbe portare anche all'eliminazione di qualsiasi giocatore che fa delle performance superiori alla sua media o al suo punteggio...

Non credo che ci siano soluzioni decenti per questo problema.
Sono una carota in cerca di sè stessa...