Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 23/06/2012, 12:45:37
Iniziare con gli scacchi a 47 anni
La mia esperienza con gli scacchi è assolutamente marginale (in questo periodo ci gioco con il telefonino... ).
Ho quasi completato la lettura del mio primo libro "Impara a giocare con gli scacchi" di John Saunders che non mi sembra un granchè, è pieno di errori ortografici ma ha il pregio di una impostazione e veste grafica accattivante che stimola la lettura.
Vista la mia non più giovane età non ho ovviamente l'ambizione di raggiungere elevati livelli di abilità o conoscenza del gioco, nè di partecipare a competizioni, ma solo di passare parte del (poco)tempo libero a disposizione divertendomi.
Avete qualche suggerimento da darmi per approcciare il gioco correttamente con un target così limitato; tipo le fonti di apprendimento (ad es. lo strumento del filmato video mi pare interessante), la scelta "dell'avversario" (scacchiera elettronica, programma per pc, scacchi on line), ecc.?
Grazie.
Giorno: 23/10/2020, 23:24:46
Link sponsorizzati
Giorno: 23/06/2012, 21:19:26
Ciao, anche io ho cominciato ad interessarmi agli scacchi che avevo quasi quaranta anni, il consiglio che ti posso dare è quello di non scoraggiarti se all'inizio non avrai risultati immediati, gli scacchi non sono un gioco facile. Per quanto riguarda le fonti di apprendimento ce ne sono di tutti i tipi, anche su internet trovi del materiale sia sotto forma di ebook sia video didattici. Io personalmente ti consiglio di comperare un buon manuale di base e studiartelo con molta pazienza, inutile acquistare montagne di libri che poi magari non leggerai mai oppure alla ricerca di un modo facile per progredire, purtroppo non esiste. Recentemente ho comperato un libro edito da hoepli, la logica degli scacchi di Sergio Luppi che a me personalmente sembra un buon manuale di base. Per quanto riguarda i programmi di gioco posso consigliarti Soft Chess, un programmino gratuito molto simpatico adatto anche ad un principiante, oltre che ovviamente giocare con avversari umani. Spero di esserti stato utile, un saluto.
Giorno: 25/06/2012, 11:59:26
Anonymo hai colto nel segno smile.gif, pensandoci bene il mio timore è proprio quello di scoraggiarmi per mancanza di risutati.
Grazie per gli utilissimi consigli, quanto al libro di Luppi quasi tutte le settimane faccio un giro alla Hoepli e se lo trovo lo acquisto.
Per il programma di scacchi uso l'ultima versione di Chessmaster anche se una volta settato (inevitabilmente) a livelli di forza bassi noto che a volte il programma commette errori grossolani.
Per giocare contro avversari umani potresti indicarmi qualche buon host? Nei giorni scorsi ho provato a giocare una partita tramite Scacchisti.it e mi sono divertito.
Giorno: 25/06/2012, 15:07:31
Ciao, mi fa piacere che hai apprezzato i miei cosigli. Per quanto riguarda i siti di gioco per corrispondenza io di solito oltre a questo faccio qualche partita su queenalice.com un sito internazionale dove puoi giocare con avversari di tutto il mondo, mentre se vuoi giocare direttamente sicuramente scacchisti.it e' un buon riferimento. Per i programmi di gioco se sei un principiante o comunque un giocatore amatoriale oltre a soft chess ti posso consigliare VJchess2D, che oltre ad avere un motore di gioco pari ad ELO 2100 e' possibile settarlo in vari modi per regolarne la forza ed avere un avversario con il quale non è impossibile vincere, per il momento lascia stare i vari Fritz e compagnia, buoni secondo me per analizzare ma non per giocarci contro in quanto non faresti altro che perdere una partita dietro l'altra visto l'attuale forza di gioco dei vari motori attuali. Spero di esserti stato utile, un saluto.
Giorno: 25/06/2012, 20:53:11
Ciao,
prima di tutto i miei personalissimi consigli bibliografici. Per iniziare un solo libro, un manuale di base, e per me, adesso, il migliore in assoluto (moderno, chiarissimo, equilibrato, aggiornato) è senza alcun dubbio:

- CORSO COMPLETO DI SCACCHI - DALLE BASI ALL`AGONISMO, LA STORIA E I CAMPIONI di Pantaleoni, Messa, Benetti, LE DUE TORRI, p. 208

Se dopo aver letto-studiato per bene questo avrai ancora voglia di approfondire, ti consiglierei nell'ordine (fra le infinite possibilità!):

1) Esercizi di tattica di J.Nunn
2) L'arte dell'attacco negli scacchi di V.Vukovic
*) Il libro completo dei finali di J. Silman
3) La mia scuola di scacchi di C. Negrini
4) Teoria e pratica degli squilibri di J.Silman
*) Il libro completo delle aperture di C.Pantaleoni
5) Capire gli scacchi mossa dopo mossa di J.Nunn

Il due testi indicati con l'asterisco andrebbero letti piano piano fin dall'inizio ma a piccole dosi, quasi centellinati e "digeriti".

Per il gioco: se possibile trova avversari in carne e ossa (e sangue e sudore e lacrime!). In mancanza di questi va bene pure il gioco online, ci sono parecchi siti. Il PC va bene, puoi scegliere tra diversi programmi, per molti la forza è regolabile, ma ci sono anche tanti engines caricabili che hanno una forza massima al livello di NC o 3a nazionale (li trovi in diversi siti e anche in lefouduroi.pagesperso...ecc. indicato sotto). In web trovi davvero un oceano di informazioni scacchistiche(dati, partite, eventi, ecc.) di qualsiasi genere. E se mastichi bene l'inglese sei a posto ! Praticamente quasi tutti i libri di scacchi in lingua inglese si possono trovare "gratis" in formato PDF o DJVU in rete....
A seguire alcuni link che potrebbero esserti utili:
http://www.torneionline.com/index.php
http://www.chess.it/
http://www.pgnmentor.com/files.html
http://www.chessgames.com/index.html
http://computerchess.org.uk/ccrl/
http://www.soloscacchi.net/
http://lefouduroi.pagesperso-orange.fr/tournois/uci/uel.htm

In bocca al lupo per lo "studio", ma cerca soprattutto di divertirti !

Un saluto

depamas ciao.gif
Giorno: 26/06/2012, 09:36:52
Giocare contro computer non è il massimo del divertimento, inoltre quando perdi non puoi insultare nessuno e quando vinci non puoi fare il gradasso... Niente giochini psicologici e provocazioni, nessuna battuta tagliente e nessun insulto da osteria e non puoi nemmeno barare spostando qualche pezzo o rimettendo in gioco quelli mangiati... No, non va bene! noncisiamo.gif
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 26/06/2012, 17:14:36
I morti, è pacifico, sono morti e di certo non possono inviare mail. Io, appunto, sono l'eccezione che conferma la regola: sono morto - anche questo è ormai pacifico - eppur vi scrivo. Un tempo, a dirla tutta, avrei dovuto aspettare un giorno del giudizio per farmi "vivo"; oggi, invece, grazie alle moderne tecnologie, posso inviare le mie considerazioni direttamente dal sepolcro (o loculo che dir si voglia). Detto ciò, voglio congratularmi con l'utente che ha consigliato al neofita i volumi del pio e illustrissimo Pantaleoni. Sono proprio contento che il Suo nome circoli negli ambienti scacchistici. Un brindisi a Pantaleoni! Cin cin!

Al cortesissimo amico avvicinatosi maturo al nobile giuoco dei legnetti, voglio dire semplicemente: sii costante. Una partita al giorno toglie il malumore di torno. C'è un però, "but", per usare un anglismo. Chiarifico con una domanda: una partita a tempo o senza tempo? Tutti in coro - quelli che se ne intendono - diranno: SENZA. Ma io, Qfwfq - o ciò che di Qfwfq i vermi hanno lasciato - ti dico: dove le trovi 2 ore (come minimo!) nel tuo già poco tempo libero? Se la risposta è: non le trovo, allora gioca a tempo, sempre meglio che non giocare. Occhio: il tuo gioco non migliorerà in profondità, ma, fidati, migliorerà. Te lo garantisco io che, a furia di giocare a 15 minuti, dopo uno stradannatissimo anno ho finalmente battuto Chessmaster [nella sua obbrobriosa sotto-identità nota al grande pubblico come Josh ottenne punti 1600).

Comunque, se puoi, gioca contro esseri in carne e ossa. Forse non ci crederai, ma sono persino riuscito a rimorchiare con la scusa degli scacchi. E, come si dice in questi casi, una volta che attracchi non c'è arrocco che tenga.

Bene, per ulteriori informazioni sono a tua completa ed eterna disposizione.

Buon apprendimento.
Supporta anche tu i progressi scacchistici di Qfwfq. È gratuito. Commenta le sue valutazioni delle posizioni, tratte da partite che hanno fatto la storia del Nobil Giuuooco. Un piccolo gesto per te, un futuro grande passo per la FSI.
Giorno: 28/06/2012, 18:50:01
depamas,saresti così gentile da indicarmi qualche sito (possibilmente più di uno, visto che sembri bene informato) dove poter scaricare gratis qualche libro formato pdf/djvu in lingua inglese?
Giorno: 29/06/2012, 13:53:37
@Raffaele Sannino

Se leggi con attenzione ciò che ho scritto, vedrai che io ho parlato genericamente di "rete" e non di siti !noncisiamo.gif Comunque.... La fonte principale di libri scacchistici in inglese (PDF o DJVU) resta il mulo (e-mule) o i torrent (se riesci a iscriverti a questo sito dentro ci trovi una miniera in tal senso - e non solo!- aggiornata regolarmente: http://www.demonoid.me/files/ - chiaramente devi pure avere il programma per scaricare i torrent).
Per i libri che non si trovano nei modi di cui sopra ricorro a Google, armandomi di santa pazienza e aprendo i vari link che escono facendo la ricerca tipo titolo del libro e pdf o djvu (di solito, se il libro esiste, nel giro di 20 minuti-mezz'ora riesco a trovarlo e scaricarlo). Molti li puoi trovare anche nel sito di immortalchess (ma devi prima iscriverti): http://immortalchess.net/forum/forumdisplay.php?f=33
Per ultimo ti indico un sito (anch'esso piuttosto aggiornato ma tornando indietro nella ricerca vi sono anche tanti link non più attivi) da cui puoi scaricare subito e facilmentecool.gif tanti libri scacchistici senza bisogno di iscriverti:
http://elajedrez.org/

Beh, non mi rimane che augurarti : BUONE LETTURE !


ciao


depamas
Giorno: 01/07/2012, 22:09:59
Innanzitutto, grazie delle numerose risposte e suggerimenti.
Nei giorni scorsi ho avuto modo di dare un'occhiata in Hoepli ai libri segnalati (anche quelli da Kodiak nel forum presentazioni) e tutti i manuali di base mi sono sembrati molto chiari e completi; alla fine ho deciso di acquistare il testo di Pantaleoni di cui mi è stato possibile leggere alcune pagine campione nel sito dell'editore.
Per gli approfondimenti ho già stampato e conservato l'elenco di Depamas.
I programmi (ad es. VJchess2), link e risorse varie da voi segnalati rappresentano una vera e propria miniera di info e possibilità di apprendimento che non mancherò di vagliare/utilizzare.
Seguendo il vostro consiglio ho affrontato avversari in carne ed ossa giocando tre partite (tramite scacchisti.it) da 15 min l'una (come suggerito da Qfwfq) ottenendo del tutto inaspettatamente tre successi, pensavo molto, molto peggio.
Effettivamente il tempo a disposizione per gli scacchi per via dei soliti impegni (lavoro, famiglia, ecc.) è scarso e quindi non credo di avere la possibilità di iscrivermi ad un circolo scacchistico che immagino richieda, viceversa, una continuità di frequentazione.
Già i server da voi segnalati mi sembrano una notevole strumento per sfidare avversari non al silicio, ma esiste la possibilità di giocare de visu contro avversari "al carbonio" senza essere iscritti ad un circolo?