Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 25/09/2019, 10:39:32
Si, ho letto anche io proprio ieri (link)
Ma a noi che ce ne importa ?
Programmi come Deep Blue, lo stesso Alphazero...
Che senso hanno se sono esemplari unici che non entreranno mai a casa di noi umani qualunque ?
Figuriamoci un AlphaZero quantum, un home computer quantistico lo avremo tra 40 anni!

Riguardo la faccenda della velocità...
A quanto mi sembra di capire, dopo un tot numero di gpu la velocità non cresce, ma potrebbe crescere quella dei motori tradizionali con diverse cpu ?
Nelle classifiche Cegt e Ccrl gli alphabeta con multi cpu superano lc0
Ma si insiste con un rapporto leela assurdo perché deve copiare la sfida tra un AlphaZero con l'hw di google contro uno Stockfish 8 su macchina scrausa...
Considero CCC e TCEC divertenti, ma "barano"
Forse in futuro, con reti costruite su un maggior numero di partite giocate Lc0 supererà realmente lo stoccafisso...

Sarebbe cmq interessante studiare la faccenda dell'asintodo orizzontale delle reti NN...
se è così le reti sono un approccio alternativo, ma non il nuovo che avanza...
Almeno per gli scacchi
Giorno: 17/10/2019, 04:19:09
Link sponsorizzati
Giorno: 25/09/2019, 13:35:13
Ciao Masticone:

Difficile dire se e quando potremo avere computer quantistici nelle nostre case.

È una vita che mi sento ripetere: "fra 20 anni metteremo piede su Marte" o "fra 50 avremo i reattori a fusione controllata".
Il mezzo secolo è ormai trascorso e, purtroppo, nemmeno l'ombra ne dell'una ne dell'altra previsione ... dho.gif

Comunque, già sapere che potrebbe essere realizzato nell'immediato futuro un Super GM Quantistico, che potrebbe dare contributi fondamentali alla conoscenza scacchistica (tipo table base a 8 pezzi o più, o maggiori conoscenze nella teoria delle aperture), è una cosa notevole, indipendentemente dal fatto di poter possedere una tale macchina per uso personale.

E anche per quanto riguarda i programmi a cui potremo accedere direttamente, è davvero difficile capire chi vincerà la sfida, nei prossimi anni, fra la classica impostazione alfa/beta e l'autoapprendimento NN.

Se la faccenda dell'asintoto orizzontale dovesse rivelarsi vera, i motori NN potranno sperare in miglioramenti solo grazie all'uscita in commercio di gpu sempre più potenti (e speriamo anche più economiche a parità di prestazioni), oppure saranno costretti a modificare, almeno in parte la propria filosofia, come già stanno cercando di fare, con risultati non ancora ben quantificabili, Allie, Stein & Co.

Viceversa i motori tradizionali hanno ancora tantissimo da migliorare nella funzione di valutazione, che è l'unica loro guida in una corretta impostazione del gioco di posizione. I miglioramenti saranno lenti, ma sfruttando anche i piccoli progressi nell'evoluzione dei processori, potrebbero riuscire a dire ancora la loro, almeno nell'immediato futuro.

Così SF, che sembrava ormai sul viale del tramonto, riesce ancora a tener botta magnificamente contro Leela e derivati, anche facendoli girare sulle gpu più potenti attualmente a disposizione sul mercato.
Poi, purtroppo per lui, prima o poi arrivano le Difese Francesi, e allora sono dolori ... biggrin.gifbiggrin.gif

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 30/09/2019, 22:01:58
Allie non è un derivato di LCZero, pur utilizzando gli stessi concetti ed algoritmi di DeepMind/Alpha Zero (Come Leela). Può però utilizzare le stesse reti di LCZero, anzi, avendo l'autore uno hardware poco potente, questa è stata una scelta obbligata. Inoltre non è un motore NN "puro" ma utilizza una ricerca ibrida fra MinMax e Montecarlo e questo spiega la sua maggior velocità rispetto ad LCZero.
Penso che con lo hardware attuale questa sia la miglior soluzione pratica e il motore presenta ancora ampi margini di miglioramento.
Sono una carota in cerca di sè stessa...