Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 23/02/2020, 12:59:31
L'unica cosa che ho sempre trovato inaccettabile nelle partite dei vari tornei sul tipo della TCEC è il fatto che un motore sia costretto a entrare in linee di gioco in cui non si sarebbe mai andato a cacciare di sua spontanea volontà, e che magari non si addicono affatto al proprio stile di gioco.

Da questo punto di vista un libro ad hoc cucito su misura addosso al programma e realizzato da un ottimo sarto potrebbe essere la soluzione migliore, prevedendo eventualmente una piccola componente di casualità quando vi siano due o più mosse possibili di valore quasi equivalente fra loro, giusto per aggiungere un po' di varietà al gioco del motore.

L'unico rischio è che, proprio come un GM umano, anche un motore potrebbe ritrovarsi costretto a seguire una linea teorica di ben 30 - 40 mosse, senza metterci nulla di proprio, e se anche l'avversario facesse la stessa cosa, più che una sfida, sarebbe solo un confronto fra due giganteschi data base di apertura. dho.gifdho.gif

E questa semplice considerazione darebbe automaticamente ragione anche a chi sostiene che i libri di aperture sia meglio non usarli affatto.

Ma così facendo i motori potrebbero, in teoria, rigiocare all'infinito sempre le sole pochissime varianti.

Qual è la cosa migliore allora? confused.gifconfused.gifconfused.gif

Senz'altro trovare un giusto equilibrio, ma come? biggrin.gifbiggrin.gifbiggrin.gif

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 28/11/2020, 23:51:57
Link sponsorizzati
Giorno: 23/02/2020, 14:07:38
“Qual è la cosa migliore allora? confused.gifconfused.gifconfused.gif
Forse la risposta è nelle tue stesse parole:
“proprio come un GM umano”

Per essere più precisi, aggiungerei alcune parole alle tue:
L'unico rischio è che, proprio come un GM umano, anche un motore potrebbe ritrovarsi costretto a seguire una linea teorica di ben 30 - 40 mosse, senza metterci nulla di proprio fino al finale, e se anche l'avversario facesse la stessa cosa, più che una sfida, sarebbe solo un confronto fra due giganteschi data base di apertura che tengono conto dei finali, fra due database valutativi di finali (tutti ancora dei creare, a parte quel poco che è insito nel codice dei motori stessi) e fra le gigantesche tablebase.

Andando al dilemma del
“Ma così facendo i motori potrebbero, in teoria, rigiocare all'infinito sempre le sole pochissime varianti”
risponderei che preparare "libri di aperture con delle novità" è esattamente quello che fanno i GM di oggi, anche per corrispondenza. La sfida del futuro è di prepararli fino a posizioni che arrivino a finali sbilanciati, e non è detto che le “pochissime varianti” che possano farlo siano così poche e/o uguali tra loro: forse saranno studiate un 10% di varianti con 1.e4 contro un 90% con 1.d4 (contrariamente a come avviene oggi che il bilancio è a circa 50% vs 50%), comprendendo rare ramificazioni di linee che oggi appaiono pattanti. Io ad esempio sto studiando (per il gioco per corrispondenza) alcune linee che scaturiscono da 1.d4 f5, e ce ne vuole per arrivare a un finale sicuro (anche per il bianco): se c’è tanto spazio per l’olandese, dovrebbe essercene altrettanto per l’indiana o per qualche altra partita di donna biggrin.gif .
"W l'analphabeta pruning!"
Giorno: 22/11/2020, 19:53:05
È stata una battaglia estenuante, ma ormai la Guerra dei Core si sta avviando verso la sua inevitabile conclusione, con le forze armate della Intel che stanno per essere massacrate su tutti i fronti da quelle dell'AMD.

La vetta dell'autorevole

cpu benchmark

parla da sola, con un autentico monologo AMD

La nuova Ryzen 9 5900X a 12 core fisici, dal costo di 550 dollari, ad esempio, è davanti a una Intel Xeon da 28 core, che di dollari ne costa ben 7500! dho.gif

Come dire, meglio tardi che mai! biggrin.gifbiggrin.gif

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."