Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 08/10/2017, 08:44:56
SUPER TOURNAMENT XXVIII 8CPU
Nemmeno il tempo per il Baccalà di poter gioire per la vittoria del XXVII Super Torneo della CCRL, che è già iniziato il XXVIII, riservato ai primi 4 classificati del torneo appena concluso.

E stavolta Graham Banks sta facendo le cose davvero in grande: 2 ore + 30" a mossa di incremento!

In attesa che (chissà poi quando biggrin.gifbiggrin.gif) cominci ed entri nel vivo il TCEC 10, per noi motoristi sarà senz'altro questa l'arena principale ...

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 21/10/2017, 21:13:03
SUPER TOURNAMENT XXVIII 8CPU
Giorno: 10/10/2017, 16:15:21
Tutte patte le prime 16 partite, cosicché, dopo l'ottavo dei trenta turni di gioco previsti, tutti e quattro i motori sono appaiati in classifica a 4 punti. dho.gif

Ciò testimonia il grande equilibrio che regna in questo torneo, sia nella forza complessiva di questi quattro mostri che nella scelta delle varianti di apertura.

Di solito si dice "vinca il migliore" ma qui alla fine potrebbe vincere il più fortunato, e una sola partita potrebbe fare la differenza ...

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 13/10/2017, 09:04:41
Mai visto niente del genere! dho.gif

Superata la prima metà del torneo, non c'è stata ancora nessuna vittoria/sconfitta!

Tutte e 32 le partite sono terminate in parità e quindi tutti e quattro i motori sono "primi" biggrin.gifbiggrin.gif con 8 punti in classifica.

Di questo passo una sola vittoria potrebbe consentire a uno dei motori di aggiudicarsi il torneo e a un altro di terminare ultimo! biggrin.gifbiggrin.gif

Ciò ripropone una vecchia questione di "etica motoristica": è più giusto far partire i motori con posizioni super equilibrate (e assistere così a tantissime patte) o è meglio forzare un bel po' la mano, per poter avere qualche vittoria in più, condizionando però pesantemente l'esito del torneo? mmmm.gifmmmm.gifmmmm.gif

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 13/10/2017, 15:12:49
A mio modesto parere si dovrebbero eseguire gli eventi senza l'ausilio di libri.
Con parametri categoricamente di default e senza nulla modificare, come nel caso di Komodo che in alcuni test che ho visionato, il parametro "Contempt" è stato cambiato.
Se parametri differenti restituirebbero davvero prestazioni migliori allora gli autori avrebbero fatto le loro considerazioni e agito di conseguenza.
Purtroppo la ricerca di parametri alternativi spesso e volentieri è data da risultati che alle spalle hanno controlli di tempo ultra veloci e un limite di partite complessive giocate troppo basso, con una soglia del margine di errore ancora troppo alta per definire le succitate modalità di test attendibili.
https://github.com/Zerbinati/SugaR
Giorno: 13/10/2017, 16:12:01
Considererei "super equilibrate" sia posizioni di apertura con un WDL stimato di un 25%-50%-25% che quelle con un 1%-50%-1% (e spero che stavolta sia chiaro di cosa parlo mmmm.gif ). Io sono convinto che le prime esistano anche a tempi lunghi (anche se ultimamente si è portati a convincersi del contrario frown.gif), solo che le prime sono molto più difficili da trovare delle seconde.


>> A mio modesto parere si dovrebbero eseguire gli eventi senza l'ausilio di libri.

Ovviamente con un minimo di random nel ventaglio di aperture ciao.gif. In genere si discute se senza libro i motori giocherebbero sempre le stesse aperture o se siano più interessanti e/o spettacolari quelle sbilanciate, ma è poi così difficile creare un piccolo libro di aperture ottimizzato per il motore?

Capisco che i più pigri non abbiano voglia di creare, per un dato motore (il proprio motore nel caso si tratti dei programmatori), un vero libro competitivo come ancora si fa per il campionato del mondo ICGA (e come si dovrebbe ancora fare per la graduatoria SSDF), ma è poi così difficile crearne uno piccolo di base? Capisco anche che nel caso dei programmatori ci sia la giustificazione della possibile indisponibilità nel trovare un creatore di libri magari più "esperto", ma se proprio si vuole essere imparziali per la pigrizia dei programmatori e lo scetticismo degli spettatori (un affezionato dello status quo, nella chat TCEC mi ripose "TCEC IS TCEC IS TCEC...NO own book!"), non si può usare un algoritmo open-source per creare un piccolo libro di aperture basato sulle valutazioni del motore? Magari ci si potrebbe basare sull'eccellente algoritmo di Thomas Zipproth per creare il libro Cerebellum ottimizzato sulle valutazioni di Stockfish… mmmm.gif
"W l'analphabeta pruning!"
Giorno: 13/10/2017, 16:19:36
Anch'io sono da qualche anno un fautore dell'idea di far giocare i motori completamente senza libro.
Ormai giocano con sufficiente competenza strategica questa fase dell'apertura e hanno la forza per smascherare quasi tutti gli errori presenti sull'ECO.

Intanto, al 17mo turno, è arrivata la prima vittoria del torneo: SF, di Bianco, batte Houdini e "vola" (si fa per dire biggrin.gifbiggrin.gif) in testa alla classifica ...

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 13/10/2017, 16:51:49
TB or not TB? TVB biggrin.gif

ciao.gif
"W l'analphabeta pruning!"
Giorno: 13/10/2017, 18:59:42
Per quanto riguarda poi il discorso della "noia" che si avrebbe a veder i motori giocare sempre le stesse linee se non usassero i libri di aperture, un esperimento molto interessante è stato effettuato da un nostro connazionale "Anton Ross" (Antonio Rossi, presumo biggrin.gif), alias "Scacchista 1977", utente di

Talk Chess

che ha fatto disputare sulla sua macchina (un i7 5960x) due sfide sulle 300 partite fra SF dev e Houdini 6, la prima a 5' a partita senza incrementi, e la seconda a 4' + 1" a mossa, senza alcun libro di apertura.

Ho scaricato entrambe le serie di partite ed ho potuto notare che c'erano almeno 25 diversi codici ECO, anche se alcuni di essi sembravano gettonatissimi dai due motori.

Quindi non è del tutto vero che due motori, a parità di condizioni iniziali, finiranno per giocare le stesse varianti. C'è sempre un fattore di casualità che a un certo punto farà cambiar loro la mossa.

Se proprio si vuole avere una maggiore varietà di gioco, un'ottima alternativa è quella suggerita da PCM72: un libro di aperture estremamente ridotto in profondità (da 2 a 4 mosse potrebbero essere più che sufficienti) giusto per variare ampiamente il menù, ma senza impegnare troppo i motori su rigide strutture pedonali ne favorire scambi prematuri di pezzi. mmmm.gifmmmm.gifmmmm.gif

Se qualche appassionato di libri per motori volesse impegnarsi a realizzare qualcosa del genere, credo che sarebbe senz'altro il benvenuto! biggrin.gifbiggrin.gif

PS: Per chi volesse scaricare anche la seconda serie di partite di Antonio, ecco il

Link

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 13/10/2017, 22:27:00
Ecco la partita fra SF e Houdini del 17mo turno:


You need Javascript enabled to view it.










ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 13/10/2017, 23:46:07
Con tempi molto lunghi è fisiologico un'elevata percentuale di patte.
L'ultimo Freestyle di qualche anno fa (torneo in cui partecipanti possono giocare con l'aiuto di un motore, in squadra, con solo il motore, insomma basta che mandi una mossa, come la elabori non importa), ai tempi di Rybka, in cui fu usato un tempo di riflessione lungo, 90m +30s , ebbe un elevatissimo numero di patte. In pratica nelle poche partite che non finirono patte, i giocatori riuscirono a vincere grazie a trappole in apertura. Fu il libro a fare la differenza (questo riuscì per lo più a maestri, che seppero usare al meglio i vantaggi posizionali ottenuti in apertura).

Non condivido a non usare il libro nei tornei fra motori.
Scrivere e usare un buon libro, in modo che sfrutti al meglio le potenzialità di un motore, è parte dell'abilità di un team di motoristi.