Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 28/09/2016, 14:41:51
Apprendere e migliorare con i motori
L'informatica è una mia grande lacuna. Ho imparato a usare il computer da bambino ma, a parte le funzionalità basilari, non ho mai approfondito la sua conoscenza.

Fino a qualche tempo fa, inoltre, tutto ciò che presupponeva una preparazione superiore rispetto alla mera fruizione, mi annoiava tremendamente. Mi piacevano i videogame, ma non mi interessava per niente come venivano sviluppati.

Oggi, invece, anche grazie al forum e a utenti preparati e disponibili come Carotino e Luigi, sono molto più aperto nei confronti di queste tematiche.

In questo topic vorrei che si elencassero i vantaggi derivanti dall'uso dei motori scacchistici in termini di apprendimento del gioco e miglioramento.

In passato erano in molti a nutire delle riserve verso il gioco virtuale. Oggi, tranne rare eccezioni che confermano la regola, la quasi totalità degli scacchisti utilizza dei software ed è certa di poter migliorare grazie ad essi.

Chiedo allora agli esperti del forum: cosa consigliereste a un principiante autodidatta che volesse impostare, servendosi di un motore, un piano di studio finalizzato al miglioramento e a una più profonda comprensione del gioco?

Vi prego di utilizzare un linguaggio semplice.
Supporta anche tu i progressi scacchistici di Qfwfq. È gratuito. Commenta le sue valutazioni delle posizioni, tratte da partite che hanno fatto la storia del Nobil Giuuooco. Un piccolo gesto per te, un futuro grande passo per la FSI.
Giorno: 18/10/2021, 05:38:52
Link sponsorizzati
Giorno: 28/09/2016, 15:14:48
I motori vanno considerati come avversari sempre disponibili ed usati solo in questa modalità. Non vanno mai usati IMHO per valutare una posizione (StockFish dice che il bianco qui vale 0.75 non ha senso!) ma molti giocatori, anche di buon livello, lo fanno.

Dividi lo studio nelle classiche tre parti:

- aperture
- mediogioco
- finale

Per le aperture, puoi usare il motore con un buon database di partite, così da memorizzare le mosse principali. Il motore però non ti dirà i piani che sottintendono le mosse giocate, per cui il suo ruolo è limitato.

Per il mediogioco, esso è una conseguenza diretta dell'apertura (ovviamente) per cui dovresti impostare alcune posizioni tipo, delle aperture che preferisci, e giocarle contro diversi motori. Prima ovviamente devi aver studiato i piani di ogni variante e poi devi cercare di realizzarli contro il/i motore/i. Realizzare un piano non significa vincere contro StockFish ma raggiungere almeno l'obiettivo che l'apertura ti suggerisce.

Per i finali, anche qui prepara delle posizioni tipo e giocale contro il motore, sia con la parte in vantaggio che con quella in svantaggio.

Tutte le cose che ho scritto sono esattamente quello che farei io, se avessi tempo! ;)
Stefano Gemma www.linformatica.com www.scacchi.us
Giorno: 28/09/2016, 16:44:56
Concordo pienamente con Stefano, ma ci sono anche altre cose interessanti e abbastanza istruttive che possiamo fare grazie al computer.

Molto spesso, nell'esaminare una posizione ci vengono in mente delle "brillanti" idee, tattiche o strategiche che siano, che ci sembrano molto promettenti, o comunque degne di attenzione. Il motore serve appunto a verificarle praticamente: nella stragrande maggioranza dei casi le nostre idee si riveleranno sbagliate, se non addirittura puerili, dho.gif ma va bene anche così, il motore ci mostrerà quali dettagli della posizione non avevamo preso nella giusta considerazione, e anche questo ci aiuterà a crescere.

Quando poi abbiamo la fortuna di incontrare un buon manuale (sicuramente ce ne sono ancora, fra i tanti più o meno inutili) che ci spieghi dettagliatamente le idee e i piani corretti, cosa che i programmi non sempre riescono a fare, anche qui possiamo verificare praticamente che tutto fili liscio come l'autore crede e vuole farci credere. E poi molto spesso ci vengono mostrate solo le linee principali: ma cosa sarebbe accaduto se qui il Bianco avesse mosso così, o lì il Nero avrebbe risposto colì? Anche qui il motore può rispondere alle nostre più che legittime curiosità, senza scomodare il Maestro di turno o magari l'autore del libro, che nel caso di molti classici della letteratura scacchistica sarà purtroppo già bello e defunto ...

Inoltre, con una buona GUI di supporto diventa agevolissimo seguire analisi molto complesse, saltando come se nulla fosse dall'una all'altra delle tante sottovarianti, senza il fastidio di dover rimettere materialmente a posto i pezzi sulla scacchiera e finendo inevitabilmente per dimenticarne qualcuno o piazzarlo nella casella sbagliata. biggrin.gifbiggrin.gif

Ricordo che quando da ragazzo cercavo di riprodurre qualcuna delle mitiche 60 partite da ricordare del grande Bobby, ero costretto a lavorare con almeno due scacchiere, una grande da tavolo, e l'altra in miniatura, su cui "salvare" in qualche modo le posizioni principali su cui ritornare al termine dell'analisi della sottovariante, con relativa confusione e mal di testa ... biggrin.gifbiggrin.gif

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 28/09/2016, 22:25:55
ok, così mi piace.
Ho imparato ad usare i motori grazie a voi. In verità ne uso solo uno "stockfish" poiché viaggia bene su Mac. Da quando l'ho caricato non l'ho mai aggiornato, per cui sarà una vecchia versione ma per me più che sufficiente (vers 2.0.2).

Io lo uso per allenarmi sui finali, soprattutto su quelli di torre o torre e pezzo minore che sono quelli che in torneo mi capitano più spesso.

Un altro modo che ho trovato interessante nel suo utilizzo è per rianalizzare le partite che ho appena fatto in torneo. In genere essendo partite appena disputate i piani che ci siamo fatti ce li abbiamo ancora bene in mente e con stockfish vedo come avrebbero potuto essere confutati, o migliorati.
Giorno: 29/09/2016, 00:16:01
Un motore come SF meriterebbe di essere aggiornato almeno una volta all'anno, con le versioni ufficiali "a numero tondo".

Non è solo una questione di forza di gioco, perché per noi comuni mortali avere un motore da 3000 piuttosto che da 3100 o 3200 non farebbe molta differenza: inutile procurarsi una Ferrari se poi dobbiamo farla "correre" su una statale con limite di velocità di 50 all'ora. biggrin.gifbiggrin.gif

Il fatto è però che negli ultimi anni le analisi delle nuove versioni dei motori più forti stanno diventando sempre più credibili, anche a livello posizionale e non più solo sul piano tattico.

Ricordo che appena 6 o 7 anni fa mi divertii a far disputare il mio primo e unico torneo fra motori.

I partecipanti erano il fior fiore dell'epoca: Rybka 3, SF 1.7, Houdini 1.03 e IvanHoe.

Ebbi la brillante idea di far giocare i motori senza alcun libro, ma dovetti subito rendermi conto che i magnifici quattro tendevano a giocare molto passivamente la fase di apertura, e tutti prima o poi finivano per fare cose insulse, come sviluppare l'Alfiere di Re davanti al pedone di Donna ancora nella sua casa di partenza, e per giunta col Cavallo di Donna già sviluppato a bloccare anche il pedone della colonna "c". dho.gifdho.gif

Oggi nessuno dei motori migliori, per fortuna, fa più baggianate del genere, e, avendo un po' di tempo a disposizione, hanno ampiamente dimostrato al TCEC di poter tranquillamente fare a meno dell'ECO.

Anche nelle analisi del centro partita, come emerso ad esempio in numerose posizioni proposte dal nostro Albitex, è apparso evidente come versioni di un motore più recenti solo di pochi mesi possano avere quella marcia in più che, aggiunta a un pizzico di sensibilità umana, può servirci a selezionare meglio le linee di gioco più promettenti in una data posizione ...

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 29/09/2016, 15:44:49
Vero!!
Mi ricordo che una delle tipiche aperture dei motori di allora era:

1.e4 e5 2.Cf3 Cc6 3.Ab5 Ad6!? biggrin.gif

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: r1bqk1nr/pppp1ppp/2nb4/1B2p3/4P3/5N2/PPPP1PPP/RNBQK2R w - - 0 1
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 29/09/2016, 17:37:53
Ma non è male... almeno così il nero si è procurato un piano: sviluppare l'alfiere in b7 con a6 e b5... biggrin.gif
Giorno: 06/10/2016, 18:13:17
L’uso dei motori è diventato indispensabile oggi come oggi per stare nel mondo degli scacchi con una certa capacità.
Io nel tempo ho selezionato 2/3 motori da usare a seconda del programma di preparazione che butto giù prima di un torneo e delle mie debolezze da correggere nel periodo.
Cosi mi trovo bene, vedo che nel mio piccolo i risultati arrivano e questo mi basta.

Al circolo ormai ci conosciamo tutti, quei pochi che alla fine frequentano sporadicamente la sala parlano di immigrati, del lavoro che non c’è e di questo paese che continua ad andare a rotoli ogni giorno sempre di più. In quelle due ore settimanali di apertura circolo, tra una birra ed una sigaretta, alla fine si finisce per socializzare e stop, ma a me piace anche cosi.

Non ho il borsellino per spendere 40/50 euro per passare delle lezioni con un insegnante e tanto meno nella vita ho mai pensato di diventare il campione mondiale di scacchi. Gli stessi soldi li uso per l’apparecchio dei denti della bambina più piccola e colmare quando serve le lacune di matematica del più grande,al Liceo.

Nel tempo libero (non tutto) certo studio, leggo e mi applico sui libri di scacchi ecc, ma poi alla fine a me suona la sveglia alle 7.00 e devo andare al lavoro per scampare la famiglia e qui, dopo il trasferimento al Nord, le spese sono tante per vivere una vita dignitosa.

Uso principalmente software gratuito. Come GUI uso ScidvsPc, ho un archivio di 4750000 partite dagli albori ad oggi e da li parte tutto. Con l’opzione Tattiche, ho tutti gli strumenti per studiarmi i finali, i matti in 1,2,3,4e più mosse, oppure in Partita seria monto il motore che mi interessa, con il libro apertura e sue varianti/continuazioni formato .bin da studiare che mi sono preparato, e mi dedico allo studio e ripasso secondo il metodo CSA ( centro-sviluppo-arrocco). Medio gioco con tanta praticaccia ed il finale naturalmente. Spesso monto anche delle posizioni sulla scacchiera e poi parto da li ecc.
Come motore, uso, come GM, Stockfish (Ribka 2.2 in seconda battuta) che mi controlla il lavoro che svolgo con un Toga tarato da me ed aggiornato alla mia attuale capacità di gioco ( il sorgente lo modifico ecc. con CodeBlocs ma questa è un’altra storia). Scacchiera fisica da una parte, portatile dall’altra ed un blocco note in carta per gli appunti.

Mi diverto, gioco al più bel gioco del mondo i risultati arrivano e son contento così.
Ciao biggrin.gif
"Cosa è rimasto sul campo dopo la mietitura ?"