Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 12/11/2011, 04:07:57
Metodo infallibile!
I tornei sono una bella cosa, ma vincerli è ancora più bella! Per vincere però dobbiamo scontrarci contro gli altri partecipanti e batterli. Sembra facile ma non sempre è possibile, a volte capita qualche rompi-balle che magari gioca meglio di noi, tanto per rovinarci le uova nel paniere (che crepi il bastardo!)... Ma non disperate, esiste un metodo semplice ed infallibile per vincere contro chiunque!

Non ci credete? Suvvia, è semplice da trovare... Niente? Vabbè ve lo dico io: bisogna organizzare un torneo privato (niente federazioni, rompono solo le scatole!) ed auto-eleggersi arbitro. Poi basta inventarsi una regola che ci permetta, a giudizio insindacabile, di non far partecipare i nostri avversari più "rognosi" e contemporaneamente accettiamo quelli che siamo sicuri di battere, tanto per fare un po' di "contorno".

In questo modo vinceremo in maniera spettacolare tutti i nostri tornei e la nostra auto-stima aumenterà enormemente. Non ci sentiremo più dei miseri ed anonimi partecipanti che sperano al massimo di non buscare troppi zeri sul tabellone, ma dei veri e propri C a m p i o n i.

Funziona!! Soddisfatti o rimborsati. cool.gif

I più intraprendenti poi possono anche organizzare dei veri e propri campionati con tanto di titolo in palio. Una formula di particolare effetto potrebbe essere: "Campionato Mondiale ad Invito". Poi si provvederà ad invitare il figlio della portinaia, Pinuccio, di 4 anni, il nostro vicino, il simpatico sor Perazzi, di 92 anni e con problemi di Halzheimer ed alcuni altri fortissimi competitori. Se non siamo proprio in coma riusciremo a concludere vittoriosamente il torneo (ma per sicurezza è meglio introdurre una regola che traforma automaticamente le nostre sconfitte in vittorie. Non si sa mai!) ed allora si che ci sentiremo veramente dei GRANDIIII !!!

Carotino.
ciao.gif
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 22/02/2020, 10:31:02
Link sponsorizzati
Giorno: 12/11/2011, 05:07:44
Il metodo funziona bene, però dopo un po' di tempo ci si può stufare. Possiamo allora introdurre delle varianti che i manuali tecnici chiamano "realistiche". Ad esempio nel mio ultimo "Campionato Mondiale ad Invito" ho aggiunto un pizzico di internazionalità alla cosa, invitando il signor Gunnar, un turista svedese di passaggio. Quel dannato vichingo mi batte regolarmente e tutte le estati se ne torna in Svezia felice e contento (gli capitasse n'incidente, a lui e alla sua dannta volvo!).

Il signor Gunnar ha vinto il torneo (evvabbè, inghiottiamo il rospo) ed è diventato Campione Mondiale ad Invito, però ho introdotto la formula che il primo degli italiani (cioè io) diventa automaticamente Campione Nazionale, così quest'anno sono diventato Vice-Campione del Mondo (ad invito) e contemporaneamente Campione Italiano (ad invito).
Cavoli, non sono mica noccioline! Così sono andato dalla moglie del signor Perazzi e mi sono fatto cucire sulla giacca lo scudetto. Sai che invidia farò agli amici giù al bar... cool.gif
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 12/11/2011, 10:08:49
Ehm... ciao Carotino... ma, oggi non è (non dovrebbe essere) il "gran giorno" ? Non lo so, ma il contenuto dei tuoi post sopra ( e soprattutto l'orario a cui sono stati scrittiincupito.gif) non mi fanno presagire nulla di buono .... Ho letto l'ultimo tuo intervento nel blog di Vitruvius, ed effettivamente non si può non essere d'accordo al 100 % con le tue affermazioni. Come si può mai davvero pensare che un motore scacchistico che possa essere realmente competitivo non contempli ANCHE "pezzi" di quelli che lo hanno preceduto e dei suoi contemporanei ? D'altra parte accade così anche tra scacchisti umani !!!! In caso contrario, se non si è aperti alle novità, si rimane nella preistoria.... Ieri stavo sfogliando "Alla ricerca dell'armonia", le migliori partite di Smyslov, e alla fine ce n'è una contro un software, Rebel, realizzato da Ed Schroder. Ho cercato in web, ho trovato il sito, dove viene definito "uno dei più forti programmi al mondo" (!?!?), forse per via di quella patta con Smyslov, un match vinto varii anni fa contro Anand e uno contro Yusupov, ecc. Ho scaricato l'ultima versione di Rebel che ora si chiama ProDeo 1.7 (uscita proprio in questo mese). Ho fatto un piccolo match, al meglio delle 20 partite, contro Houdini 1.5a, ovviamente attivando un solo core, visto che ProDeo è monoprocessore. Libreria unificata. Risultato 18 e 1/2 a 1 e 1/2 per... Houdini !!! E quella sarebbe la versione migliorata e aggiornata di uno dei più forti programmi del mondo ??? Ma per piacere...biggrin.gif Facci sapere come va il match, e se è possibile posta le partite cool.gif

Ciao, buona fortuna

depamas
Giorno: 12/11/2011, 10:42:20
Beh, ovviamente volevo dire il torneo...certocerto.gifbiggrin.gifcool.gif
Sarei veramente curiosissimo di conoscere i nomi degli altri motori partecipanti .... smile.gif

depamas
Giorno: 13/11/2011, 14:45:44
Vai su: http://www.scacchi.us/
Giorno: 13/11/2011, 16:39:35
OK, grazie mille ! zizi.gif

depamas
Giorno: 13/11/2011, 21:35:07
Campionato Italiano chess engines.
I commenti precedenti erano dovuti alla profonda perplessità che avevo provato dopo l'iscrizione di Vitruvius al 2° Italian Open Chess Software Cup.
Prima del torneo abbiamo avuto un incontro fra tutti i partecipanti, dove abbiamo esposto le nostre ragioni ed abbiamo, naturalmente, ascoltate quelle degli organizzatori.
Parlando faccia a faccia, di persona, il dialogo è sicuramente più profondo e diretto e si evitano le tipiche incomprensioni e fraintendimenti di un dialogo fatto solo tramite post ed e-mail. Alla fine siamo arrivati ad una soluzione di compromesso, dove Vitruvius ha partecipato come software dimostrativo, eseguendo tutte le partite ma "a punteggio zero".
Nella stessa riunione (durata fino all'una di notte! biggrin.gif) abbiamo anche posto le basi per la costituzione di una Federazione Italiana Chess Engines e per la stesura di un regolamento e di una serie di linee guida. Si è anche decisa l'adozione di 2 categorie di chess engines: quelli completamente originali e quelli derivati... Se saran rose fioriranno.

Noie a parte, è stata per me un'ottima occasione per conoscere molti programmatori di chess engines, competenti, simpatici e disponibili ed inoltre ho anche ricevuto un "tifoso" di tutto rispetto, il nostro Nophiq che finalmente ho potuto conscere di persona. zizi.gif

Simpaticissimo (ma soprattutto MOLTO competente e professionale!) Giancarlo Delli Colli, autore del nuovo Campione Italiano, "Equinox", con cui ho avuto l'occasione di scambiare idee ed opinioni, ma soprattutto ascoltare racconti ed aneddoti relativi alla partecipazione di Giancarlo a diversi campionati mondiali I.C.G.A.
La soddisfazione più grande è stata però quella di incrociare le nostre "armi" sulla scacchiera (lo scontro è finito in parità).

Vitruvius_1.0_HEMC-x64 - Equinox 1.00_EP_x64


You need Javascript enabled to view it.










Una partita molto chiusa e "abbottonato" dove ad un certo punto Equinox ha iniziato a "spingere" con un pericoloso attacco sull'ala di Re. Alla fine, non senza una certa apprensione, Vitruvius è riuscito a portare il finale in parità. Impressionante l'hardware di Giancarlo, un mega "serverone" remoto che pompava una potenza impressionante! Quando noi giaravamo a 8000 chilonodi al secondo ed una profondità media di 25, 26 ply (anche il nostro computer non era poi da buttare) Equinox VOLAVA a 15000 chilonodi ed una profondità media di 34, 35 ply! Infatti verso fine partita eravamo in svantaggio di tempo (circa 7 minuti), ma Vitruvius ha tirato fuori la sua "arma segreta" (le nuovissime RobboBases a 6 pezzi!) ed ha recurato velocemente il tempo perduto, pattando la partita.

Un bug di Fritz ci ha invece rovinato la partita con Chiron. Invece della Difesa Siciliana (in cui avevamo preparato una linea molto forte), Fritz è "impazzito" ed ha tirato fuori una variante assurda della Difesa Philidor (1.e4 e5 2.Cf3 d6 3.d4 Df6??) e dopo tre mosse Vitruvius aveva già una valutazione negativa di quasi un pedone. La variante assurda è proseguita con altre tre mosse di assoluta demenzialità e dopo nemmeno 10 mosse Vitruvius è uscito dall'apertura in svantaggio di circa 1 pedone e mezzo e con una posizione disastrata. Purtroppo il regolamento non permette di intervenire su queste stranezze così abbiamo dovuto continuare una partita già persa prima ancora che il motore avesse potuto "pensare" qualcosa. Questa penosa partita è stata l'unica sconfitta di Vitruvius che ha poi vinto tutte le rimanenti.

Carotino.
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 13/11/2011, 21:54:15
Ciao, Carotino:

Mi congratulo innanzitutto per la sportività con cui hai accettato la decisione degli organizzatori di accettare Vitruvius solo a titolo dimostrativo.

Sono tuttavia curioso di conoscere le ragioni per cui nella partita contro Chiron alla terza mossa Vitruvius ha giocato l'antiposizionale 3...Df6?!

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: rnb1kbnr/ppp2ppp/3p1q2/4p3/3PP3/5N2/PPP2PPP/RNBQKB1R w - - 0 1


dopodichè la sua partita è stata purtroppo tutta in salita.

Si è trattato di un errore del libro di aperture o avevate preparato qualche linea particolare per sorprendere l'avversario?

Infine, a livello di semplice curiosità, con quali hardware i vari concorrenti hanno partecipato al torneo?

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 13/11/2011, 22:01:01
Chiedo scusa, Carotino, non avevo notato la seconda parte del tuo post precedente! biggrin.gifsenzasperanza.gif

ciao.gifciao.gif
"TB or not TB..."
Giorno: 13/11/2011, 22:01:45
Come ho detto, il libro prevedeva la Siciliana con probabilità impostata al 100%, mentre la Philidòr era "quotata" allo 0,4%. La variante "3... Df6" poi, era quotata allo 0,07%. Una cosa inesplicabile e cui non abbiamo saputo darce una risposta. Anche le mosse successive erano da libro. Abbiamo subito chiamato l'arbitro (era presente un arbitro della F.S.I.) ma purtroppo non ci è stato possibile fare niente. Contro un software 3000+ qual'è Chiron c'era ben poco da fare in quella posizione e la partita è stata penosa e, per noi ormai priva di interesse.

Ah, come hardware il più potente era quello di Giancarlo (Equinox), inoltre c'è da dire che il suo programma ha una gestione dello SMP veramente superba! Per il resto c'erano Intel Core-i7 ed i5 e addirittura una Mac-Book (quello di Stefano Gemma, il simpaticissimo e bravissimo autore di Freccia). Per quanto riguarda quest'ultimo, putroppo il suo programma (interamente scritto in Assembler!!) non era ancora terminato ed ha giocato le partite tramite il debugger Era fantastico vedere Stefano modificare "al volo" il programma, inserendo istruzioni assembler con la velocità di una segretaria che batte a macchina!).
Sono una carota in cerca di sè stessa...