Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 01/11/2011, 11:16:25
Come utilizzare Arena nel modo appropriato
Carissimi, grazie ai consigli e all'aiuto di Carotino (ormai, nella mia classifica di esperti scacchistici, al primo posto assieme a Pantaleoni) mi sono procurato il pacchetto Arena (comprendente anche i seguenti engines: Anmon, Hermann, Ruffian, Rybka, Spike. Vorrei quindi sapere come sfruttare al meglio le possibilità di questi motori. Quest'ultimo periodo, in realtà, è un tantino eufemistico, e dovrebbe piuttosto suonare così: di programmi non ci capisco niente, l'inglese non è il mio forte, vi prego aiutatemi. A qualcuno di buon cuore andrebbe di spiegarmi le funzionalità basilari? C'è la possibilità di usufruirne in lingua italiana (o in latino)? Come faccio a fare interagire Arena con, chessò, Rykba? Spero abbiate compreso la mia sciagurata situazione.

Ho aperto questo topic per non contaminare ulteriormente quello sul maag e per non far perdere la pazienza a san Carotino.
Giorno: 23/11/2019, 01:38:35
Link sponsorizzati
Giorno: 23/04/2013, 12:26:22
Rispolvero il mio vecchio topic per porre al centro dell'attenzione il medesimo problema. In questo anno e mezzo è cambiato molto poco, se non la mia conoscenza dell'inglese, decisamente migliorata. Vi chiedo, dunque, dove posso procurarmi un manuale per capire come utilizzare al meglio le funzioni di Arena 3.0?

Quando vedo video di commento a partite su youtube, il curatore, nell'analizzare una partita, con un paio di clic, riesce a controllare se quella sequenza di mosse (quella della partita da lui disputata e che sta analizzando) è stata prima d'ora giocata da qualcuno. E così, accedendo a un archivio che posso immaginare essere vastissimo, riesce a individuare la "stessa" partita giocata da scacchisti professionisti. Per me sarebbe molto importante, poiché immagino di poter migliorare di molto analizzando le differenze tra il mio gioco e quello di un professionista, anche solo dopo 4,5 mosse.

Grazie a chiunque vorrà aiutarmi. La scacchiera sta arrivando e io sto pensando a un piano di studio. Grazie. ciao.gif
Giorno: 23/04/2013, 13:07:54
Ciao
personalmente ritengo Arena la migliore piattaforma di scacchi in circolazione !
Ricordo che è Free anche se purtroppo è da parecchio che non viene aggioranta, ed è ferma alla versione 3.0

Da parecchio però ho un problema enorme che non riesco a risolvere.
Quando analizzo le partite (le mie partite giocate che riporto) nelle statistiche permanenti, valutazioni positive e negativa, non mi compaiono più le valutazioni positive e negati (le scale a tacche per intenderci)
Le ho provate tutte, intallato e reinstallato il programma cambiato motori, modificato i parametri, ma nulla, penso sia un difetto del programma.
A voi cosa risulta.

Riguardo all'aiuto da dare alla domanda fatta rispondo:
Trovi tutte le risposte sulla prima pagina di ARENA (ovviamente in inglese)
-la lingua Italiana la trovi in: users files Engine- menu lenguages- italian v23
devi scaricarti il pacchetto e inserirlo dentro il programma dell'appoita sezione di ARENA

Rigurdo agli engini che trovi all'interno togli tutti quei catorci di engine che trovi all'interno, sia perchè sono obsoleti sia perchè moderatamente "forti"
Penso ti possa bastare un bel Stockfish utima versione :)...se vuoi fare una bella partita invece pensando di giocare con un "UMANO" fortissimo :)e sogni di giocare con Caruana o un Carsen scaricati ChissTiger.2007
Giorno: 23/04/2013, 16:25:24
Direi che conosco Arena3 come le mie tasche...
Qfwkfdjlkjglkjbtl, esattamente cosa ci vuoi fare con arena?
Cmq sì, esiste il menù in italiano, basta andare nel sito e scaricarsi il file nonchè i codici eco in italiano; il menù lingua va messo dentro la cartella appropriata, emntre ilfile dei odici eco all'interno della cartella principale.
Per quanto rigarda il grafico a barre basta cliccare una volta vicino alle scritte della valutazione che riappare il grafico.
Io cmq sarò di parte ma ormai lucaschess è notevolmente superiore ad arena; forse è leggermente meno intuitivo ma enormemente più ricco.
Giorno: 23/04/2013, 17:12:19
Gentili utenti,
grazie per avermi risposto, mi siete stati di grande aiuto perché finalmente ho scaricato e installato la lingua italiana, e mi ci trovo già meglio.

Rispondo a Orcodituapse: quello che voglio fare con Arena è sostanzialmente questo:

1) impostare un livello ELO pari a una terza nazionale e giocare partite di 120 con rilancio usando la mia scacchiera in similegno.

Domande relative al punto 1: quant'è il rilancio nei tornei ufficiali? Il rapporto elo motore/elo è attendibile?

2) analizzare le mie partite: ma non analizzarle in Arena, bensì alla scacchiera, però aiutarmi con Arena per cercare le medesime posizioni in partite ufficiali.

Domande relative al punto 2: come faccio ad attivare questa funzione? E' molto importante per me questo punto.

In sostanza ho intenzione di dedicarmi completamente al 3D e di usare Arena solo come avversario o come archivio di partite.
Giorno: 23/04/2013, 20:32:23
Allora...
Se vuoi giocare ti consiglio vivamente di lasciar perdere arena.
Sono di parte ma Lucaschess per giocare è quanto di meglio ci sia, softwares commerciali compresi.
Ci sono già adesso tutta una serie di avversari virtuali preprogrammati con aperture e stili diversi, e ci sto lavorando sopra ancora aggiungendone altri.
Non capirai la differenza con una persona vera perchè ho scelto un motore particolarmente bravo a fare errori umani (non solo posizionali ma anche tattici).
Senza parlare poi delle modalità con aiuti, uniche nel loro genere.
Tutti quelli che l'hanno provato me lo confermano.
la cadenza non è poi così importante: nessuno si allena per un torneo con partite di due ore a testa; è uno sforzo colossale ed inutile.
Guarda, 40+0 basta ed avanza.
Per qunato riguarda le funzioni di database, beh... credo che scid sia insuperabile.
In definitiva arena lo puoi buttare nel pattume.
Giorno: 23/04/2013, 21:04:57
Le tue intenzioni sono corrette e in particolare all'uso della scacchiera in 3d. Ma scrivo per un altro punto e cioè quello di un database che ti riporti come le stesse posizioni siano state continuate in partite magistrali, che mi pare tu abbia scritto da qualche parte.
Shipov è un GM che ha abbandonato da poco le competizioni per problemi di salute legati alla sua attività di scacchista. Adesso si dedica esclusivamente alla divulgazione con libri, articoli e con commenti live in tornei top. Lui, persona onesta, dice come lavora quando commenta le partite : ha tre computer che utilizza cosi : uno dedicato alla partita in diretta; uno per il chess engine; il terzo al database (che dovrebbe essere un "mega" database). Quando durante il commento scrive ad esempio "pinco - pallino giocata a Mosca 1989 e continuata in questa posizione ecc..." lo legge dal suo database, e non certo potrebbe ricordare, neppure se ne è stato spettatore diretto, questa partita. Serve per darsi un tono ed importanza al commento "magistrale", e questo lui lo dice onestamente.
Questi che fanno partite commentate utilizzano in gran parte "Chessbase" per il database di partite magistrali...ovviamente "chessbase" in versione commerciale.
Tutto questo, caro Qfwfq, per farti notare che Shipov è un GM con basi di preparazione ed esperienza di tanti anni che è capace di vedere i piani scelti dai giocatori connessi alla posizione, mentre tu dovresti dedicarti allo studio delle basi, senza le quali non potresti spiegarti le mosse piu sottili, e questo prima ancora di mettere a confronto le tue singole mosse con quelle di altri piu blasonati scacchisti.
Dovresti munirti di libri che trattano di tattiche in partita.
Questo è un mio pensiero senza nessuna intenzione di dirti che sbagli o che fai bene o come dovresti muoverti. Credo che senza le basi non abbiamo la piena padronanza della materia...una vecchia questione con i tre autori del MAAG ai quali dedicai l'esempio dei 4 ..'A' , 'B' , 'C' , 'D' e di questi uno solo 'A' possedeva un euro e gli altri, senza un soldo, sapevano fare qualcosa in cambio dell'euro...
Giorno: 24/04/2013, 00:08:30
X Orcodituapse:

Ti ringrazio della risposta. Uhm, ma questo tuo programma è facile da usare? Ho bisogno di qualcosa di semplice, il mio livello è molto basso e ho paura di non capirci molto e alla fine innervosirmi. Tu stesso hai detto che non è così intuitivo. Uhm... Però è interessante la possibilità di giocare con personalità diverse, mi ricorda Chessmaster che ho preferito per anni solo per questo. Uhm... Ma questi avversari vanno creati oppure esistono già come in ChessMaster?

Per quanto riguarda il tempo: nooo, ma come? Quando decido finalmente di giocare a tempo per pensare e ragionarci sopra, mi dici che non va bene? Ti spiego: il mio livello è molto basso, per il momento non ho intenzione di comprare libri sulle aperture ma ho deciso di privilegiare la tattica. Ho pensato, quindi, che giocare finalmente (per la prima volta) senza l'assillo del tempo potrebbe rivelarsi molto proficuo per aumentare la mia profondità di gioco. 40+0 mi sembrano un po' pochini. Certo, meglio 40+0 un giorno sì uno no che 120+0 una volta ogni morte di papa. Una via di mezzo?

ps: ma i tornei ufficiali, di solito, che parametro temporale utilizzano?

X idee originali
Sono assolutamente d'accordo. Posso chiederti solo cosa intendi per basi? Cioè, io sono consapevole di aver letto praticamente 0, però quando devo risolvere problemi di difficoltà medio-bassa, non ci metto tantissimo e spesso li risolvo. Il problema è che spesso i problemi sono troppo generici: ti dicono: il bianco muove e vince, però in realtà non capisci se devi trovare una combinazione di matto o semplicemente una combinazione per guadagnare un pezzo o una qualità, ecc. Non capire le tracce è un mio grosso limite.

Il database lo vorrei non perché penso di poter ragionare come un maestro, ci mancherebbe. Ma perché - penso io - ragionare su una, due mosse (non di più) successive (e diverse) a quelle fatte da me a partire da una medesima posizione (quindi, ovviamente, posizioni di partenza), potrebbe aiutarmi a riflettere e a capire gli errori. Cioè, in sostanza, se analizzare le partite dei maestri aiuta, perché non dovrebbe aiutare analizzare scorci iniziali di partita svolti allo stesso modo sia da me che da un maestro (primissime mosse, dico).

Comunque, figuriamoci se non accetto il consiglio. Tu hai avuto la pazienza di seguire qualche mia partita postata su questo forum, per cui, se pensi sia prematuro, lascio stare. Magari un database me lo procuro lo stesso per divertimento, ma lascio stare l'idea dell'analisi comparata.

Tornerò a chiedere il tuo parere nel Diario. In sostanza non mi rimane che elaborare un piano di studio settimanale da seguire. Devo darmi dei paletti perché altrimenti non miglioro.

Qui ti chiedo solo: cosa pensi della mia idea di giocare senza tempo? Se 120+0 è troppo, cosa mi consigli? (lo chiedo anche a te: nei tornei ufficiali qual è il parametro temporale standard delle partite a tempo lungo?)

Grazie mille!
Giorno: 24/04/2013, 15:43:13
Ciao Amico!
Rispondo a questo che segue e questa sera sarò a casa quindi potrò preparare degli screenshot per spiegare come la vedo su "basi","tempo" e "profondità" (quest'ultimo lo collegherò alla scacchiera 3d, un aspetto che feci notare già molto tempo fa su questo forum e che con uno screenshot risulterà piu chiaro)

Qui ti chiedo solo: cosa pensi della mia idea di giocare senza tempo? Se 120+0 è troppo, cosa mi consigli? (lo chiedo anche a te: nei tornei ufficiali qual è il parametro temporale standard delle partite a tempo lungo?)
Ti sei imposto un criterio e ti sei dato un metodo con delle regole quindi credo che il tempo "in questo momento" sia un aspetto trascurabile da 'tenere il piu a lontano possibile' smile.gif
Nei tornei ufficiali le partite sono di 120 minuti per le prime 40 mosse + 50 fino a 60 + 15 fino alla fine ed un incremento per mossa di 30''. Ma non sempre è cosi, ad esempio , per il Memorial Alekhine 1 ora e 40 minuti per le prime 40 mosse. Una regola importante introdotta nel Memorial Alekhine è che non si può offrire la patta prima delle 40 mosse.

A stasera
Giorno: 24/04/2013, 22:32:13
Qfwfq, mi è venuta una idea...delle solite. Ho letto che non ti tiri indietro se viene proposto un problema. Permettimi di sottoporre uno ed in questo comprendere la traccia è anche parte di questo problema. Il bianco muove. La posizione è presa dalla partita Anand - Adams vinta dal nero, giocata nel torneo in corso del Memorial Alekhine. 24a mossa tocca ad Anand. A parer mio in questa posizione si esprimono al meglio concetti su basi,tempo,profondità, anche questi parte del problema sottoposto. Ovvio, non è uno dei soliti problemi che vediamo del tipo "il bianco muove e vince"..anche perchè sappiamo già che in questa partita il bianco perde biggrin.gif
abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: 4r1k1/2p2pp1/p2bb2p/3rN3/Pp6/1P4BP/1P2RPP1/2R3K1 w - - 0 1