Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 01/03/2009, 21:27:40
Perchè 1.d4 è la mossa più forte!
Ogni buon libro di base sugli scacchi dirà che la cosa più importante da raggiungere in apertura, subito dopo la conservazione dell'equilibrio materiale e della sicurezza del Re, è il controllo del centro, dove per centro intendiamo le case c4, d4, e4 , f4, c5, d5, e5, f5.
E' facile notare che un pedone centrale può al massimo controllare due delle preziose case centrali, e lo stesso vale per un Cavallo.
Perciò, tra tutte le candidate prime mosse, solo 1.d4 controlla tre case centrali, dal momento che pure la Donna controlla la casa d4.
Una mossa come 1.e4, sebbene dia più raggio d'azione ai pezzi del Bianco, non consente di realizzare un controllo del centro come 1.d4, dal momento che il pedone in e4, non essendo protetto, verrà prima o poi attaccato dal Nero e dovrà quindi essere difeso.
Perciò 1.d4 è l'unica mossa che consente un efficace controllo del centro e quindi la possibilità di incrementare il vantaggio della prima mossa.

Che cosa ne pensate?
Giorno: 21/10/2021, 10:17:18
Link sponsorizzati
Giorno: 01/03/2009, 21:52:01
Krikko aveva scritto un articolo a riguardo, che aveva sollevato anche un pò di polemica biggrin.gif

Perchè scegliere 1.d4 anzichè 1.e4.

Hai fatto bene bini a risollevare la questione, così anche i nuovi membri potranno partecipare alla discussione

ciao.gif
Hai letto il regolamento?
Giorno: 01/03/2009, 22:45:26
Già, come ricorda Nophiq ne avevamo già discusso mesi fa...
Ne approfitto per riaffermare la mia grande preferenza per il pedone di re rispetto al suo compagno di donna!!biggrin.gif
E' sempre meglio sacrificare i pezzi del vostro avversario (Tartakower)
Giorno: 06/03/2009, 20:52:17
Ciao ragazzi, ci sono pro e contro su d4 ed e4 io personalmente scelgo e4 perche si apre il gioco e in poche parole un assalto alla baionetta che d4 non pare abbia
Giorno: 06/03/2009, 23:15:52
No no no
Carissimo Bini,
come hanno detto in molti la questione era stata sollevata, alcuni mesi or sono, da Krikko.
In quella sede mi ero permesso di esprimere la mia sommessa opinione che trascrivo quì di seguito.

Caro Krikko,
innanzitutto grazie per il tuo interessante articolo e per la passione che hai per il nostro nobil giuoco.
Tuttavia mi permetto di far notare che, forse, non è il caso essere così assoluti in un giudizio così radicale e negativo su 1)...d5 o su 1)e4.
Personalmente ritengo che, nonostante l'estrema vitalità di gioco che si origina dai c.d. sistemi indiani (1...,Cf6), di indubbio valore e grande forza, 1)...,d5 sia una delle risposte più solide del nero contro le aperture di donna e che, nonostante le apparenti simmetrie di gioco, non implichi affatto un gioco remissivo o per la patta. Sistemi come l'ortodossa o la slava, o lo stesso gambetto di donna accettato sono, a mio parere, molto efficaci per il nero che riesce ad esercitare una forte pressione sul centro e ad eseguire 9 volte su 10 efficaci spinte di rottura con c5 o e5.
Quanto poi a quale sia la miglior prima mossa del bianco (e4 o d4) ritengo si tratti più di gusto personale e di temperamento del giocatore che di altro.
Non ricordo chi, in passato, disse che d4 è più forte di e4 perchè il pedone d, a differenza di quello e, è già protetto dalla donna. Ma limitarsi a ciò è riduttivo risultando più opportuno, secondo me, guardare al sistema di gioco che si vaad impiantare...del resto si vince e si perde sia con e4 che con d4. Fischer ad esempio, apriva regolamente col il pedone di re.... e vinceva. Era Fischer potrai dire tu! Certo, giusto! Ma non credo che Fischer scegliesse deliberatamente la prima mossa più debole! Oggi si apre sia d4 che e4. Eppure statisticamente, se vedi le partite di Anand o Carlsen o Aronian, la mossa iniziale è semrpe e4.
Con ciò voglio dire che e4 non credo sia una mossa in se e per più debole di d4. Il fatto è che con e4 si da il via ad un gioco di pezzi più sciolto, fluido e veloce che, se si confà al tuo stile di gioco, giustifica appieno il fatto che apri con e4. d4, invece, da luogo a giochi più chiusi, lenti e manovrati, dove il vantaggio di sviluppo passa un po in secondo piano a vantaggio della ideale disposizione di pezzi e pedoni, dando luogo a quello che si suole chiamare "un gioco più posizionale". Anche quì se non sei molto portato per tatticismi o improvvisi cambi di fronte d4 sarà la tua prima mossa migliore.
Insomma ..."tutto è relativo" come diceva Einstein e questo fa la bellezza degli scacchi!
Cordialmente
Elista


Aggiungo, se posso, che, seppur con la dovuta approssimazione e con un pizzico di quell'assolutismo che ritengo io stesso errato, l'obiettivo ideale di ogni apertura è la creazione della classica falange di pedoni e4 e d4.
Ora, tenuto conto di ciò, trovo più logico che la prima mossa del Bianco sia e4 perchè proprio questa è la mossa di pedone centrale che può essere eseguita solo alla prima mossa dal momento che se alla sua prima mossa il Nero controlla la casa e4 con Cf6 o d5, e4 non può più essere giocata se non dopo adeguata preparazione. d4, invece, può essere giocata anche come seconda mossa proprio perchè è sostenuta dalla regina.
Ancora : se è vero come è vero che a scacchi si gioca principalmente con i pezzi, allora e4 è più efficace di d4 perchè dopo e4 si apre la strada a due pezzi (la donna e l'alfiere di re), mentre dopo d4 si apre la strada solo all'Ac1.
Anche queste affermazioni assolute? Certamente! e proprio per questo errate o comunque parziali, come errato e parziale è, a mio giudizio, dire che d4 è superiore a e4 solo perchè è sostenuta dalla donna.
é al sistema di gioco che ne deriva che si deve guardare e non alla prima mossa in se e per se considerata !
Questa la mia opinione
Cordialmente
Elista
Gli scacchi sono lo sport più violento che esista !
Giorno: 07/03/2009, 22:13:15
Carissimo Elista,
sono d'accordo con te sul fatto che la scelta di un titolo così perentorio come "Perchè 1.d4 è la mossa più forte!" possa far apparire questa mia affermazione come una verità assoluta e, magari, ingenerare nei lettori la convinzione che 1.d4 possa essere la mossa vincente per il Bianco.
Sebbene la scelta del titolo sia stata volutamente provocatoria, ma solo nella speranza di far partecipare quante più persone possibile alla discussione, è chiaro che, alla prova dei fatti, quanto sostengo non è suffragato da verifiche concrete in partite tra giocatori di vertice.
E' vero che, alla resa dei conti, come dici anche tu, la scelta tra 1.d4 o 1.e4 è solo una questione di gusti personali e di temperamento dei giocatori.
Il fatto che io dica che 1.d4 è per me la mossa più forte, non è certo una verità assoluta, ma solo una mia modesta opinione personale.
Quello che intendevo dire nel forum è che, secondo me, 1.d4 è l'unica mossa che "può" dare al Bianco la possibilità di incrementare il vantaggio della prima mossa tramite un efficace controllo della scacchiera.
Il controllo della scacchiera è molto importante, poichè chi controlla la scacchiera può impedire ai pezzi del proprio avversario di occupare buone case. Perciò il controllo della scacchiera è qualcosa per cui vale la pena di combattere. In apertura controllo della scacchiera significa controllo del centro, in modo particolare le case nella parte della scacchiera del Bianco.
Secondo me, il Bianco in apertura deve fare qualcosa per strappare delle concessioni al Nero, persino se entrambi i colori stanno provando a completare il proprio sviluppo e a competere per il controllo della scacchiera. A mio avviso solo 1.d4 conduce ad un gioco di controllo della scacchiera, in cui il Bianco, giocando in maniera appropriata, può sperare di impadronirsene gradualmente.
1.d4 integra in un insieme unico il controllo della scacchiera e lo sviluppo, dal momento che questo pedone, essendo protetto dalla Donna, non può essere attaccato dal Nero senza che il Bianco possa strappare delle concessioni al Nero già dalle prime mosse.
Una mossa come 1.e4 non consente un altrettanto efficace controllo della scacchiera, dal momento che il pedone non è protetto da alcun pezzo; per cui, prima o poi, verrà attaccato costringendo Bianco a difenderlo o a perdelo (per es. già dopo 1.e4 e5 2.Cf3 Cf6 mossa molto più forte di quel che possa sembrare).
La verità è che, molto probabilmente, nè tu nè io riusciremo mai a convincerci circa la superiorità dell'una o dell'altra mossa con analisi concrete sulla scacchiera.
Nel tuo messaggio si capisce che ritieni 1.e4 la mossa più forte.
Anche se questa è una tua rispettabile opinione, le argomentazioni che porti a sostegno della tua tesi non mi convincono per niente.
.....continuo domani.......
Giorno: 07/03/2009, 23:11:37
Carissimo Bini
Carissimo Bini,
innanzitutto mi scuso se, senza volerlo, Ti sono apparso presuntuoso o scortese e mi dispiacerebbe molto se ti fossi offeso per qualcosa che ho detto, anche perchè Ti ritengo un ottimo scacchista, Ti stimo molto e so di aver tutto da imparare da Te. Volevo solo confrontare le mie opinioni di mediocre appassionato con le Tue.
Chiarito questo, ci tengo a precisare che non ritengo affatto che e4 sia la prima mossa più forte. So bene che d4 e altrettanto se non più forte. Il punto, per semplificare, è che, secondo me, dire, sic et simpliciter, che e4 è più forte di d4 (o viceversa) non vuol dire assolutamente nulla! A mio parere si deve guardare al tipo di posizioni che scaturiscono dalle partite c.d. "aperte" e da quelle c.d. "chiuse" e l'una o l'altra è più forte o più debole in funzione delle caratteristiche proprie di chi li gioca (e magari di quelle della persona contro cui vengono giocate). Ci sono giocatori che con e4 non si trovano e proprio agio e viceversa, questo è un fatto. Ritengo che sia più utile assecondare il proprio stile con un impianto di gioco adeguato ad esso, piuttosto che forzarsi a giocare d4 sol perchè, in astratto, essa è la più forte.
Personalmente gioco sia e4 che d4...dipende dai periodi, dall'umore, dallo status psicologico e da mille altri fattori che neanche saprei dire : per giocare d4 o e4 devo sentirmi piò propenso ad affrontare gli impianti che ne derivano...null'altro.
Cordialmente
Elista
Gli scacchi sono lo sport più violento che esista !
Giorno: 08/03/2009, 10:19:53
Carissimo Elista
Carissimo Elista,
non ti devi scusare, non mi sono offeso per niente, anzi la discussione era stata posta nel forum proprio per sentire quante più opinioni possibili sull'argomento.
E' da più di 25 anni che mi chiedo quale possa essere, la mossa iniziale più forte per il Bianco e credo ormai di averne fatta una questione personale.
Forse hai ragione tu nel dire che non esiste una prima mossa più forte, perchè tutto dipende dall'impianto che poi si avrà in partita, ma io invece penso fermamente che 1.d4 debba essere la mossa più forte e ti voglio spiegare il mio punto di vista con un esempio.
La configurazione c4, d4, e4, f3, Cc3, Ad3, Cge2, Ae3, Dd2 è oggettivamente una formazione molto forte per il Bianco; ha i pezzi ben sviluppati e un centro molto forte e ben protetto. Rimanderà l'arrocco fino a quando non sia assolutamente chiaro dove andare con il Re e, a seconda delle circostanze, guadagnerà spazio sul lato di donna con b4, se non ci sarà alcun attacco promettente sul lato di re o al centro. Questa formazione la si può raggiungere dopo 1.d4 (per es. nell'Est-Indiana var.Samisch) anche se il Nero contrasterà il centro, mentre, almeno in linea teorica, la si può raggiungere dopo 1.e4 solo se il Nero non contrasterà adeguatamente il centro.
Capisci ora cosa voglio dire.
E' la "possibilità", la "speranza" di creare un solido centro al fine di stritolare via via l'avversrio che mi fa propendere per 1.d4 come mossa migliore.
Questa "speranza", questa "possibilità" sarà sufficiente per vincere? Questo non lo so, ma so che una formazione così promettente non la si può avere dopo 1.e4 se il Nero contrasterà adeguatamente il centro: è pur vero che dopo 1.e4 la partita può incanalarsi in manovre tattiche o strategiche ugualmente vantaggiose per il Bianco, ma questo secondo me, non ha niente a che vedere con l'apertura.
Ecco perchè preferisco, almeno in linea teorica, 1.d4.
Sempre a tua disposizione
Bini
Giorno: 08/03/2009, 12:29:47
gusto personale
Carissimi,
scusate la banalità, ma io penso che la scelta tra 1.d4 o 1.e4 - ma io metterei nel mazzo anche 1.c4, anche se non conosco bene l'Apertura Inglese, a parte la variante principale e poco altro - sia soprattutto una questione di gusto personale e soprattutto di approccio psicologico alla partita.
Conoscerete sicuramente anche voi il noto preconcetto (che per fortuna non esiste più) secondo cui 1.e4 è da sempre considerata un'apertura da gioco-spettacolo (apertura di linee, sacrifici e controsacrifici, attacchi da matto ecc.), mentre 1.d4 tenderebbe più al gioco manovrato e sarebbe quindi più noiosa (lente manovre posizionali, gioco di compressione, metodico guadagno di spazio ecc.).
A parte il fatto che il mio gusto personale va su 1.e4 (ma questo è solo un dettaglio), secondo me più ancora che l'impianto di gioco che si andrà ad impostare, come dice Elista, conta l'atteggiamento psicologico con cui si approccia alla partita: ad es. giocare per l'attacco al Re, oppure aprire come se si giocasse il finale fin dalle prime mosse come faceva Capablanca semplificando e saltando spesso a piè pari il mediogioco, giocare per il blocco comprimendo l'avversario (e in questo gli acerrimi nemici Nimzowitsch e Capablanca erano molto più vicini di quanto non si intendesse allora), oppure solo giocare per creare e consolidare l'avamposto centrale aspettando di vedere cosa fa il N., oppure - è una strategia che si affronta molto spesso giocando sui server - giocare solo per doppiare i PP agli avversari, semplificare e andare in finale attaccando le impedonature con le TT.
In sostanza, atteggiamento psicologico e senso del ritmo della partita (che sicuramente è più accelerato con 1.e4, come ci ricorda Alessio De Santis nel suo Come diventare maestro di scacchi) sono forse più determinanti della sola scelta concernente la 1^ mossa (alme4no io la penso così).
Aspetto le vs considerazioni.
Sempre con affetto, Vic
Conquistare intero e intatto l'esercito nemico è prova di suprema abilità (Sun Tzu, L'arte della guerra)
Giorno: 08/03/2009, 15:03:38
Carissimo Vic Fontaine,
la partita in assoluto più bella da vincere dovrebbe essere quella nella quale si riesce a realizzare una qualche bella combinazione; tuttavia ho maturato la convinzione che ciò sia possa realizzare solo se l'avversario commette qualche grave errore.
Personalmente sono molto più felice se vinco per essere riuscito a comprimere l'avversario fin dall'apertura, passando magari per il mediogioco e poi il finale, ottenendo un lieve vantaggio in apertura che via via incremento nel tempo anche se l'avversario gioca le mosse migliori; mi sembra di essermela meritata di più.
Cordialmente
Bini