Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 13/12/2013, 15:37:01
Senza le Donne...
Nei primi anni 90 venne pubblicato un interessante libricino di Edgar Mednis, intitolato "Dall'apertura al finale", in cui suggerivano una serie di varianti che portano ad un precoce scambio delle Donne. Queste varianti portavano a posizioni in apparenza "aride" ma che in realtà assicuravano al Bianco (perlomeno questo era il pensiero di allora) dei piccoli ma solidi vantaggi. Il Nero si ritrovava così, inaspettatamente, a dover affrontare delle situazioni particolarmente delicate dove ogni piccolo errore lo poteva portare al disastro. Una delle linee più tipiche riguardava la Variante Averbach della Difesa Moderna.

1.e4 g6 2.d4 Ag7 3.c4 d6 4.Cc3 e5 5.dxe5 dxe5 6.Dxd8+ Rxd8;

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: rnbk2nr/ppp2pbp/6p1/4p3/2P1P3/2N5/PP3PPP/R1B1KBNR w - - 0 1

Eccone il commento di Mednis riguardo a questa posizione:

A prima vista sembra che il Nero non debba incontrare nessuna difficoltà. Egli non ha la minima debolezza strutturale, mentre il Bianco ne ha una permanente in d4. Se ci trovassimo in uno stadio avanzato del finale, il Nero starebbe bene, ma la momento non ci troviamo in un finale perchè sebbene siano state cambiate le Donne, tutti gli altri pezzi sono ancora in gioco. Pertanto il Bianco dispone di qualcosa di più di un sufficiente potenziale offensivo per cercare di sfruttare il suo vantaggio di sviluppo e la posizione centrale del Re avversario. Inoltre il Nero ha il piccolo problema di trovarsi con il raggio d'azione dell'Ag7 limitato dal Pe5, elemento questo che lo rende meno attivo del corrispondente Alfiere avversario.

Il discorso non fa una piega e Mednis passava poi a giustificarlo con una serie di partite ben commentate, dove il Nero veniva inesorabilmente schiacciato.
D'altronde, chi vorrebbe mai aspirare a raggiungere la posizione del Nero? Ha perso l'arrocco, è rimasto indietro con lo sviluppo, ha l'Ag7 "orbo" e, con il Re in mezzo alla scacchiera, sembra avere come unica prospettiva la scelta fra il soccombere all'imminente assalto del Bianco o perire lentamente in un penoso finale.

Lo stesso discorso valeva per la Difesa Berlinese della Spagnola e dopo:

1.e4 e5 2.Cf3 Cc6 3.Ab5 Cf6 4.O-O Cxe4 5.d4 Cd6 6.Axc6 dxc6 7.dxe5 Cf5 8.Dxd8+ Rxd8

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: r1bk1b1r/ppp2ppp/8/4Pn2/8/5N2/PPP2PPP/RNB2RK1 w - - 0 1

Si riteneva che il Nero sarebbe stato costretto ad una lunga e penosa difesa per tentare di raggiungere, al massimo, una stentata patta.

Solo pochi anni dopo, però, Vladimir Kramnik dimostrò al mondo intero che questo pensiero era sbagliato, strappando il Titolo Mondiale al grande Kasparov proprio grazie alla Berlinese e anche ai nostri giorni il neo Campione Mondiale, Carlsen, ha dimostrato quanto veleno possa esserci nell'apparentemente compromessa posizione del Nero.
Anche sulla Variante Averbach della Moderna le idee sono radicalmente cambiate e adesso il pensiero corrente è che sia il Bianco a rischiare di più e che fra i due colori è il Nero quello che può aspirare a vincere!
Le posizioni dei due diagrammi, in apparenza semplificate dal cambio delle Donne, sono in realtà molto squilibrate e nonostante 20 anni di partite e di analisi, fatte anche con l'aiuto dei motori, è estremamente arduo dimostrare il peso effettivo dei vantaggi dell'uno e dell'altro colore e soprattutto quali siano le migliori continuazioni.

Qualcuno ha esperienze, idee o partite da riportare?
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 21/10/2021, 10:51:28
Link sponsorizzati