Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 23/06/2013, 21:02:35
Posso darvi la mia umile esperienza per corrispondenza (gioco con engines). La variante di Mosca è sempre stata una patta. E' vero che il nero deve sudare, ma con gli engines suda poco e spesso in finale grazie alla coppia degli alfieri è lievemente superiore.
Nella variante gambetto anti mosca la muscia è completamente diversa, pensavo fosse una variane minore e invece ho preso una delle più brutte sconfitte con il nero nella mia carriera da corriscondence with engines.. proprio gli engines mi hanno tradito , con il nero giocano mosse sena un piano e vanno in tilt. Portebbe essere un'ottima apertura contro gli engines.


Vi è capitato qualcosa di simile?
Giorno: 22/01/2022, 09:42:12
Link sponsorizzati
Giorno: 23/06/2013, 22:06:37
Si, in molte varianti si entra in tipiche "Posizioni Chaos" e i motori non riescono a "giudicarle" correttamente. Le posizioni Chaos superano di molto gli attuali limiti di orizzonte dei motori.
In questi casi la Teoria di Shashin è implacabile.
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 24/06/2013, 16:19:10
Non sono come Carlsen
Ovviamente non sono come Carlsen ma a quesyo punto ho la chiara sensazione che tu realmente non capisca quello che io scrivo.

Io, in realtà, volevo dire questo: se fosse vero che la Variante di Mosca porta ad un a arida ed inevitabile patta, come tu sostieni, nessun giocatore col Bianco la giocherebbe più. Se la gioca Carlsen col Bianco non è evidentemente per strappare un'arida ed inevitabile patta. Io parto dal presupposto che col Bianco Carlsen giochi per vincere.

Del resto il cambio di un pezzo ( Alfiere contro Cavallo)non significa nulla dato che sulla scacchiera rimangono ancora molti pezzi.

Se tu leggi i commenti di Smyslov, in uno di essi c'è scritto che se si vuole giocare per vincere bisogna sbilanciare il rapporto dei pezzi anche se, per farlo, è necessario cambiare il proprio Alfiere per il Cavallo avversario.

Io ho esperienza in entrambe le linee ed in entrambi i casi col Nero.

Ho giocato in simultanea contro Cebalo e, prima della partita, avevo analizzato a lungo la Variante di Mosca perchè avevo visto che il GM la giocava con una certa frequenza. Non ho la partita ( se la ritrovo la inserisco) ma mi ricordo che uscii dall'apertura in posizione dignitosa ma nel centro partita Cebalo dimostrò la differenza che passa fra un GM e una 2a Nazionale ( quale ero io allora).

Ho giocato anche contro la Variante di Mosca in un torneo a Choggia. Ricordo che quando il mio avversario ritirò l'Alfiere in h4 pensai che avesse commesso un errore ed in effetti i libri dell'epoca la consideravano una mossa da ?!. Dopo la cattura del pedone il mio avversario giocò e3 invece di e4 e mi ritrovai con un sano pedone in più. La partita finì patta perchè in seguito feci una svista tattica e persi il pedone di vantaggio.

In entrambi i casi feci delle accurate analisi post partita che mi insegnarono pareecchio.

Inoltre, recentemente, mi sono messo ad analizzare con un amico una variante di sacrificio di Cavallo prposta dal MI olandese Bohom che non dovrebbe dare molto al Bianco ma che è divertente.

Quindi, come vedi, posso parlare di queste linee con un minimo di cognizione di causa.

Il mio parere è che la Variante di Gambetto non regge ad un'analisi accurata ma richeide una capacità di difesa del Bianco molto attenta.

La Variante di Mosca, invece, conduce a posizioni più o meno pari ( quindi non aride e non patte in modo inevitabile) ma di natura più posizionale. Forse non adatte al gusto di tutti ma sixuramente meno rischiose per entrambi i colori.

Però se ti mostrerai le tue analisi che dimostrano che la Variante di Mosca porta ad un'arida ed inevitabile patta sarò ben lieto di impararle e di giocarle contro qualche giocatore più titolato. Un'arida ed inevitabile patta è sempre meglio di uno zero sul tabellone, quando affronti giocatori più forti.
Quanti psicologi ci vogliono per cambiare una lampadina? Solo uno ma a patto che la lampadina voglia veramente cambiare
Giorno: 24/06/2013, 16:56:35
Guarda che non vero che "la variante del gambetto non regge a un'analisi accurata", è teorica ed è giocata, anche se con minor frequenza della presa in f6. Tutto dipende dal tuo stile di gioco e se vuoi impostare una partita aggressiva oppure no.

1.d4 d5 2.Cf3 Cf6 3.c4 c6 4.Cc3 e6 5.Ag5 h6 6.Ah4 dxc4 7.e4 b5

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: rnbqkb1r/p4p2/2p1pn1p/1p4p1/2pPP3/2N2NB1/PP3PPP/R2QKB1R w - - 0 1

Il Bianco ha un miglior controllo sul centro, una miglior struttura di pedoni ed è in vantaggio di sviluppo. Credo che questa somma di piccoli vantaggi posizionali compensi in maniera adeguata il plus pedone del Nero.
Qui 9.Ae2 assicura la parità, ma il Bianco può giocare due interessanti varianti "minori" come 9.Ce5 oppure 9.a3, seguita da 10.Ce5 e in entrambi i casi è il Nero che deve giocare con precisione.
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 24/06/2013, 17:09:31
La più interessante è, secondo me, 9.Ce5 (a partire dal diagramma precedente). Ecco una breve analisi di quello che deve aspettarsi il Nero (supponendo che conosca perfettamente questa variante "minore"!):

9.Ce5 h5 10.h4 g4 11.Af4! b4 3.g3! Ae7 14.Ag2 Cf6 15.Cxc4 Aa6 16.Tc1 Ab5 17.O-O

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: rn1qk2r/p3bp2/2p1pn2/1b5p/NpNP1BpP/6P1/PP3PB1/2RQ1RK1 b - - 0 1

E il Nero, col suo bel pedone in più ha poco da stare allegro. Molto poco.
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 24/06/2013, 20:58:55
La variante del gambetto su lls (lechenicher scachserver) da circa il 54% di vittoria. La migliore sembra Be2 Bb7 O-O con proprio il 53 % di vittoria. Nella variante di Mosca (che ha il 49%) i motori scacchistici si trovano tutti a loro agio ed è difficilissimo espugnare il nero (magari in partita normale lo è di più)