Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 20/06/2013, 14:47:20
Varianti del sistema Veresov
Una linea abbastanza inusuale rispetto alle classiche aperture è la Veresov.

1.d4 Cf6 2.Cc3

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: rnbqkb1r/pppppppp/5n2/8/3P4/2N5/PPP1PPPP/R1BQKBNR w - - 0 1


Qualche volta mi capita di giocarci contro, ma personalmente non ho una linea precisa che gioco sempre.
Il classico sistema dovrebbe prevedere 2...d5 3.Ag5 (Veresov classica), ma certo il Bianco può variare con 3.Af4 (molto usata negli ultimi tempi) o 3.e4, in entrambi i casi entrando in linee che secondo me hanno due pregi:
1) non essere presenti (con molta probabilità) nel repertorio del Nero;
2) a differenza di altre linee dubbie, sono sistemi solidi che non prevedono perdite di tempo o mosse stravaganti.
Quindi mi sembra ovvio che se il Nero non ha un minimo di preparazione, di fronte ad un giocatore che col Bianco utilizza sempre il Veresov o altre varianti simili può andare facilmente in grande difficoltà.

Quindi, col Nero, cerco di non entrare mai nelle varianti con 2...d5, ma piuttosto provo a mia volta a deviare dalla linea principale entrando in varianti leggermente meno teorizzate.
Ad esempio:
- 2...d6 (ottima per chi gioca la Pirc): se ora il Bianco continua con 3.e4 siamo rientrati nella Pirc, mentre 3.Ag5 credo rientri in una variante del sistema Trompowsky. Se invece il Bianco continua a tergiversare con 3.Cf3, allora il Nero prosegue con 3...g6 e aspetta che il Bianco si pronunci ulteriormente.
- 2...g6: credo venga giocata più che altro da chi utilizza l'Est Indiana; ad ogni modo, dopo 3.e4 d6 siamo sempre in una Difesa Pirc/Moderna.
- 2...c5 potrebbe essere un altro valido tentativo, ma certo dopo 3.d5 il Nero si ritrova in un ibrido tra Benko e Benoni senza il pedone in c4, che deve saper giocare se non vuole finire sotto.
- 2...c6 è il sistema che ho utilizzato nelle ultime due partite: dopo 3.e4 rientro nella Difesa Coccodrillo (Difesa Pirc) con 3...d6, mentre dopo 3.Ag5 d5 si entra in un'altra variante abbastanza solida che magari il Bianco non si aspetta.

Pareri?
Uscire dalla linea principale porta comunque a sistemi solidi, utilizzati da tanti giocatori forti, quindi comunque si tratta di linee abbastanza sicure.
In sistemi come questo, la mia idea è che se non siamo ben preparati sulla linea principale (2...d5), dobbiamo uscire dalla variante e tentare qualche rientro in sistemi che conosciamo (ad esempio, 2...c6 rientra nella Pirc o nella Trompowsky): almeno questa è la strada che preferisco. Probabilmente, chi gioca 1.d4 non si aspetta di rientrare in una Pirc, quindi potremmo comunque riuscire ad avere un buon gioco.

Cosa ne pansate?
Giorno: 29/01/2022, 04:49:26
Link sponsorizzati
Giorno: 20/06/2013, 19:58:26
- 2...d6 (ottima per chi gioca la Pirc): se ora il Bianco continua con 3.e4 siamo rientrati nella Pirc, mentre 3.Ag5 credo rientri in una variante del sistema Trompowsky. Se invece il Bianco continua a tergiversare con 3.Cf3, allora il Nero prosegue con 3...g6 e aspetta che il Bianco si pronunci ulteriormente.
- 2...g6: credo venga giocata più che altro da chi utilizza l'Est Indiana; ad ogni modo, dopo 3.e4 d6 siamo sempre in una Difesa Pirc/Moderna.
- 2...c5 potrebbe essere un altro valido tentativo, ma certo dopo 3.d5 il Nero si ritrova in un ibrido tra Benko e Benoni senza il pedone in c4, che deve saper giocare se non vuole finire sotto.
- 2...c6 è il sistema che ho utilizzato nelle ultime due partite: dopo 3.e4 rientro nella Difesa Coccodrillo (Difesa Pirc) con 3...d6, mentre dopo 3.Ag5 d5 si entra in un'altra variante abbastanza solida che magari il Bianco non si aspetta.


Visto che i solito GM della tastiera non sono ancora intervenuti, provo a fare una mia considerazione. La mossa migliore per il Nero è sicuramente 2..,d5 dopo di che il Nero ha raggiunto una parità dinamica. Io ho giocato così contro il MF De Santis in un semilampo qualche tempo fa e sono uscito dall’apertura in buona posizione. La partita l’ho poi persa perché De Santis è più forte di me ed è nell’ordine delle cose che il più forte vinca contro il più debole.
Le mie obbiezioni alle mosse proposte sono:
2.., d6 e 2.., g6. La Pirc non fa così paura e molti giocatori di 1.e4 sarebbero felici di affrontarla con frequenza. Il Nero, invece deve essere un buon conoscitore di questa difesa. Solitamente chi prepara la Veresov è anche pronto ad affrontare quesi sistemi.
2.., c5 Anche qui se il Bianco conosce la teoria ( e non ci sono molte linee da studiare) va a stare bene fin dalle prime mosse
3.., c6 Il rientro nella Difesa Coccodrillo non è molto soddisfacente perché il, come indica De Santis su questa variante con 4. Cf3 , il gioco del Nero è difficile.
Il problema è che i giocatori del Veresov sono espertissimi dei rientri e delle trasposizioni. Molti di loro sono ex giocatori di 1. e4 che hanno abbandonato a causa della Siciliana ma nelle altre linee sono più velenosi dei serpenti a sonagli.
Quanti psicologi ci vogliono per cambiare una lampadina? Solo uno ma a patto che la lampadina voglia veramente cambiare
Giorno: 20/06/2013, 20:52:58
.
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 20/06/2013, 20:57:48
A 1. d4 rispondo quasi sempre 1. ... Cf6.
Contro 2. Cc3, ben consapevole che il Bianco potrebbe avere una buona preparazione alle spalle, gioco per "comodità"

2. ... c5
Che è il tratto che mi piace accompagnare in concerto all'azione del Cavallo f6 per provare a crearmi posizione "familiare" dopo

3. d5 g6
Non ritengo che sia la migliore continuazione per il nero ma mi ci ritrovo.

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: rnbqkb1r/pp1ppp1p/5np1/2pP4/8/2N5/PPP1PPPP/R1BQKBNR w - - 0 1

In realtà

1. d4 Cf6 2. Cc3 d5 sottolineata da paolocorra è la linea più adatta alle esigenze della posizione. Mi piace pure, tra parentesi, ma alla fine mi vengo sempre a trovare in posizioni in cui perdo il filo. Di fondo non fa una piega però: fissa il centro del Bianco, si riserva la possibilità di affiancare il pedone d5 lateralmente con c7-c5 (a proposito di testardaggine io 'sta spinta provo a infilarcela sempre :-D) ad esempio già dopo 3. Ag5 ...

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: rnbqkb1r/pp2pppp/5n2/2pp2B1/3P4/2N5/PPP1PPPP/R2QKBNR w - - 0 1

Però come scritto questo approccio mi crea più problemi che altro, mi calza meno, che quello sotteso al fianchetto d'Alfiere di Re.
Giorno: 21/06/2013, 08:43:19
Salve, di solito non intervengo mai sui forum ma su questo, in particolare, mi sembra che si stia uscendo un pochino dal seminato.
Per quello che può valere sono CM e tesserato FSI (regione Lombardia) da una vita. Cerco, per quanto me lo permettano il lavoro e la famiglia, di giocare il più possibile ma più avanzo con l'età e più diventa dura. Non posso allenarmi e studiare come vorrei e il poco tempo che dedico agli scacchi lo devo rubare ad altre attività. Probabilmente non andrò più avanti di così, ma non importa, gli scacchi sono un piacere me.

Ho letto la discussione dove veniva - e giustamente! - contestata l'orribile 1.Ch3, che fra l'altro non si chiama Ammonia ma Apertura Amar. Molto meno giustificata, anzi forse non lo è per niente, è invece la contestazione alla successione di mosse 1.d4 Cf6 2.Cf3 Ce4; dove secondo me il Nero ottiene la completa parità e tutte quelle storielle sull'elasticità e sulle ridotte opzioni lasciano il tempo che trovano. Ma saltiamoci sopra.

Ora, dopo la Amar e quella Doery su questo sito arriva una nuova perla: la Veresov!
Ma che vantaggi da al Bianco? Ma avete mai giocato qualche torneo? Io col Bianco gioco per vincere, non per far fatica a raggiungere un pareggio!
Ma scherziamo? La Veresov la giocano solo su internet e nelle blitz, e solo in quei casi può avere una certa giustificazione (quale poi? lasciamo perdere!).

In tutte le varianti il Nero come minimo pareggia e in alcune esce dall'apertura in posizione leggermente migliore. Non serve scervellarsi tanto per mettere in discussione la Veresov, basta giocare la variante principale.

1.d4 Cf6 2.Cc3 d5!;

L'errore del Bianco è già nella seconda mossa perchè nella partita di donna non si può sperare di ricavare qualcosa senza una pressione costante su d5, e 2.Cc3 me la blocca subito perchè non posso spingere in c4.

1.d4 Cf6 2.Cc3 d5; 3.Ag5;

Non c'è nessuna pressione su d5 - che fra l'altro è già protetto dalla Donna! - e il Nero può svilupparsi tranquillamente come vuole. Può anche giocare 4... h6 e al Bianco non conviene cambiare:

3... h6 4.Axf6? exf6 5.e4 dxe4 6.Cxe4 Ae7

E il Nero ha un gioco ancora migliore che nella variante di cambio della Spagnola. Può arroccare presto e dominare la colonna E. Altrettanto fallimentare è:

4.Ah4 e6 5.e4 g5 (egualmente buona è pure 5... Ab4 6.e5 g5) 6.Ag3 dxe4 7.h4 Ad6, ecc..

E la situazione è la stessa per tutte le altre varianti:

il Nero ottiene un'ottima posizione e il massimo che può ricavare il Bianco è la parità.

Ma è così che si gioca col Bianco?
Ora, se parliamo di amichevoli o partitine su internet si può giocare di tutto, anch'io mi diverto a provare qualche stramberia, ogni tanto, ma solo contro giocatori più scarsi. Ai tornei è già difficile fare punti giocando bene, se poi me li spreco giocando aperture del genere è meglio che me ne sto a casa!

Naturalmente se uno non fa attività sportiva e non gioca tornei può divertirsi con quello che vuole, ci mancherebbe altro! Ma chi vuole progredire dovrebbe utilizzare meglio il proprio tempo che non nella Veresov o nella Amar.

Ora, non voglio fare il maestrino, sono solo un povero CM, ma aprite un database qualsiasi o guardate su internet: chi è che gioca due obbrobri di apertura come la Amar o la Veresov (a parte Amar e Veresov)?

Ci sarà un motivo o no?

Se volete un consiglio, non sprecate il vostro tempo con queste scempiaggini e studiatevi delle aperture serie che già si fa fatica con quelle.

Il tempo dedicato a studiare un'apertura seria è sempre un investimento, mentre il tempo che si dedica ad aperture come la Veresov o la Amar è sempre sprecato.

Cordiali saluti.
Giorno: 21/06/2013, 10:16:00
Ti sei permesso di criticare 1.Ch3?
Ahhhh, per fortuna che non eri presente prima, altrimenti ti avrebbero affossato e riempito di critiche, come è accaduto a molti di noi. zizi.gif

Tornando alla Veresov, in torneo non mi è mai capitato di giocarci contro, solo in qualche amichevole.
La discussione è stata aperta solo per scambiarci qualche opinione su una linea che comunque, rispetto alle varie 1.a3 o 1.Ch3, è stata giocata abbastanza spesso anche da forti GM.
Ovvio che, come indicato all'inizio del post, la linea più forte è 2...d5.
Si parlava giusto per capire se altre linee potevano essere almeno soddisfacenti...

Almeno la Veresov è l'unico caso che mi è venuto in mente di "valutare" insieme: negli altri sistemi che gioco non ci sono linee che intendevo discutere, perchè comunque sono sistemi abbastanza utilizzati e non avevo nessun dubbio su di essi.smile.gif
Giorno: 21/06/2013, 11:01:34
@ giangui: le storielle a cui ti riferisci mi sa che sono le mie. :-D E sta bene così perché

1) ho finito di fare attività agonistica tanto ma tanto tempo fa (ho 41 anni)

2) quando giocavo tornei il massimo livello che ho raggiunto è stato di 2N.

3) Da allora ho studiato, tempo e vita permettendo per conto mio, sempre più lontano da scacchiere e circoli (ero iscritto alla vecchia Accademia Scacchistica Romana, in Piazza Re di Roma) oltre che dalla mia città natale

4) Con il passare del tempo le cose non sono migliorate sul fronte ludico al punto che è oro che cola, e meno male che esiste la possibilità, se riesco a giocare on-line.

Fosse per me vorrei giocare e giocare dal vivo tornei su tornei.. ricordo ancora con particolare passione i tempi in cui mi muovevo con gli amici per il torneo di Teramo o di Porto San Giorgio o di Castellaneta.. episodi che conservo con affetto come l'ultimo giorno del torneo di Castellaneta per cui se non riuscivo ad andare a premio non avevo il denaro per pagarmi il biglietto del treno (e non solo a me). Per cui.. fosse per me firmerei ad occhi chiusi se solo potessi rivivere quelle emozioni. Ma non è così purtroppo. Punto e a capo.

Il tuo giudizio di parità sulla Dory non lo condivido ma questo non vuol dire che ho ragione io (e ci mancherebbe!). La mia è un'opinione opinabilissima, considerando il mio livello di gioco. Chiaro no ? D'altra parte ritengo che il Bianco ha partita comoda perché alla fine il tema con cui deve confrontarsi è univoco. Poi chiaro, la differenza su scacchiera la fanno l'esperienza, il talento e la preparazione.. da cui è sottinteso (ma serve scriverlo ?) che giocando contro un giocatore di scacchi, un giocatore vero amante del gioco e con la "mentalità" da torneo posso andare incontro a un bel po' di sconfitte e cappottoni vari on-line o meno che siano.

On-line mi piace giocare su tempi lunghi, seppure a volte mi riduco a giocare blitz da 3 o 5 minuti perché ho bisogno di divagare con la testa. Mi piace giocare su tempi lunghi perché ritengo che una parita di scacchi che si chiami tale ha senso solo quando due teste si affrontano avendo la possibilità di contrapporsi al meglio senza assilli vari relativi a zeitnot. La cadenza che apprezzo di più fin da quando giocavo su ICC è 45'+45'' (ho scoperto da poco Chess.com e ora sono lì) ma non è facile trovare avversari disposti a giocare su questo tempo e nelle finestre che riesco a dedicarmi (sempre rare) per questo tipo di partite.

Detto questo, il motivo per cui personalmente m'interessano certe linee o altre mi sono indifferenti è conseguente. Ormai non ho più velleità agonistiche, il mio livello è quello che è, mi piace affrontare gli Scacchi confrontandomi (sono il primo ad aver scritto di essere il primo critico - pure ironico - delle mie stesse analisi, che mi piace trascrivere e rileggere anche dopo giorni) e cercando contrapposti utili a farmi capire le mie mancanze ma anche no. Mi sono tracciato un percorso "formativo" in cui non posso concedermi il lusso di girare l'Italia - ma nemmeno la provincia delle città in cui mi sposto per lavoro/vita - per fare tornei veri e dove il tempo che riesco a dedicare agli Scacchi non voglio dedicarlo allo studio teorico di varianti e temi importanti ma voglio dedicarlo invece al mio modo di analizzare, verificare, valutare, visualizzare. In questo senso una posizione atipica, una variante poco nota, un'idea scialba, quello che ti pare, ha lo stesso valore (sempre opinione mia e opinabile) di un'altra forte, brillante, "variopinta". La differenza vera la faccio io: rifuggo da quelle linee che mi piacciono o che mi ammaliano per confrontarmi con quelle più opposte alla mia visione e al mio modo di giocare. Approccio giusto o sbagliato che sia è il mio e me lo tengo stretto con tutti i suoi limiti. Per cui, per quanto mi riguarda, ben vengano queste discussioni su temi e linee inferiori o no che siano, così come ben vengano quelle linee importanti, così come quelle partite e quei temi che possono fare davvero la differenza a livello di formazione. Non rifuggo da niente pur applicando su tutto filtri personalissimi, così come scritto su.

Sinceramente mi piacerebbe leggere alcuni tuoi spunti, a maggior ragione sulla Dory dove dai al Nero la parità e nessun problema all'orizzonte.. anzi, azzardo: mi piacerebbe dialogare con te in una partita a tempi lunghi, on-line o per "corrispondenza". Non è una sfida, anzi è tutto l'opposto: è l'unico modo che oggi ho per fare pratica viva, per approfondire approcci non a linee di gioco ma al mio modo di valutare e analizzare posizioni. Non esiste miglior modo di una partita. Da cui, ogni volta che posso colgo al volo l'occasione senza aspettarmi niente a priori e cerco avversari meglio se pronti a bastonarmi. :-)

Un buon fine settimana a te.
Giorno: 21/06/2013, 12:17:19
Vi prego di non prendere il piccolo sfogo come critica personale. Solo che a vedere l'ennesima stranezza sono saltato dalla sedia.

Amar, Durkin, Veresov... Una volta ho letto anche di quanto fosse forte 1.c3!!

Gli scacchi sono belli perche vari, ma perchè complicarsi la vita con certa roba? Perchè mettere, come si dice da noi, il c..lo nelle pedate?

Guardate questi due link (non riesco a metterli in altra forma, abbiate pazienza):

http://www.365chess.com/opening.php?m=2&n=367&ms=Nh3&ns=367

http://www.365chess.com/opening.php?m=4&n=80&ms=d4.d5.Nc3

Guardate le statistiche... Davvero, giocando col Bianco, avete questa aspirazione?

Lo ripeto, non voglio criticare nessuno, ognuno giochi quel che vuole che io non son mica un padreterno, ma perchè sprecare quel poco tempo che abbiamo a disposizione per studiare aperture che se tutto va bene mi fanno arrivare a una stentata patta? Col bianco!

Detto questo, prendetela come una mia personale sbottata che io non ce l'ho con nessuno.

NB per jRogue: gioco pochissimo su internet, solo qualche blitz per sfogarmi un po', ma il gioco per corrispondenza non lo riesco propio a digerire.
Giorno: 21/06/2013, 12:36:25
sono d'accordo sulla variante di giangui come migliore perchè sinceramente di rientrare in una pirc se non la sai giocare da quello che sapevo il nero perde facilmente in quanto l'attacco del bianco si sviluppa da solo.
Giocare 2...c5 e poi fianchettare l'alfiere di re sulla scia dell'est indiana non so se possa portare a qualcosa anche se potrebbe portare un'interessante pressione sul lato di donna.
Comunque la variante più precisa e quella di Giangui
Giorno: 21/06/2013, 13:18:39
jRogue: non conosco bene quella apertura con Ce4, anzi, non me l'ha mai fatta nessuno. Io ho fatto solo questo piccolo ragionamento:

1.d4 Cf6; 2.Cf3

Questa la faccio anch'io ogni tanto, quando voglio evitae il Benko. Evita anche il Budapest ma se mi giocano quello mi fanno giusto un piacere! :-)

Se la guardi bene però, Cf3 è quasi una perdita di tempo perchè la migliore resta comunque c4.
Forse (dico forse perchè non ho fatto un'analisi seria) mi giustifica la perdita di tempo Cf6-e4. Personalmente non mi piace perdere tempi e preferisco tirar fuori un altro pezzo che muovere ancora il cavallo, ma in qualche modo potrebbe essere compensata dalla mossa poco incisiva del Bianco.

3... Ce4; 4.Cbd2 d5; 5.e3 Af5

Questa ho visto che l'hanno proposta in uno degli ultimi commenti e mi sembra buona: non resta indietro con lo sviluppo e sostiene il cavallino. Come ha scritto Adriano il gioco è tutto intorno al Ce4 e ha ragione.
Come può andare avanti il Bianco? Ch4 non mi sembra che ricavi niente, mi sembra più logica la spinta in c4 che mina la base al Ce4.

6.c4 e6

E adesso mi manca un cavallo in c3 che avrebbe potuto aumentare la pressione. In d2 il cavallo è passivo. Adesso se il Bianco cambia in d5 io riprendo di Donna e la posizione comincia a diventare molto simile a una Scandinava che è la mia difesa preferita contro 1.e4.

7.cxd5 Dxd5; 8.Ac4 Dd6

A me pare buona per il Nero. Poi è tutta da giocare, dopo 7 mosse abbiamo appena cominciato e è ancora lunga!

Prendila così com'è, col beneficio d'inventario perchè l'ho sparata come mi veniva in mente.