Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 27/05/2012, 01:09:35
Mai dire mai! Il ritorno del Gambetto Greco.
Vorrei presentare un'interessante variante che deriva da una delle aperture più controverse di tutta la teoria delle aperture, il Gambetto Greco, conosciuto anche come Gambetto Lettone.
Con questo rischioso gambetto il Nero ha la sfacciata pretesa di prendere subito in mano le redini del gioco, infischiandosene del vantaggio del tratto del Bianco e dell'indebolimento della propria ala di Re!
Nel sedicesimo secolo fu un'arma letale nelle mani di Gioacchino Greco e dopo un lungo periodo di oblio fu rimesso in auge - ovviamente! - dai giocatori del periodo romantico.
Il gambetto fu poi "stroncato" dai giocatori della Scuola Posizionale, in quanto se fosse buono od anche solamente accettabile verrebbe messa in discussione la mossa 2.Cf3 che invece risponde perfettamente ai principi fondamentali della teoria scacchistica.
Questo giudizio è stato poi confermato dai movimenti teorici successivi ed anche attualmente il Gambetto Greco è ritenuto scorretto, praticamente perdente. La sua idea di base è praticamente la stessa del Gambetto di Re, ma con un tempo in meno e questo secondo la moderna teoria è sufficiente ad una condanna senza appello. Ma è veramente così?

Le analisi al computer sembrano aver confermato i giudizi negativi ma anche i chess engines si evolvono e i motori dell'ultima generazione hanno messo in discussione molte aperture e varianti su cui sembrava che fosse stato detto tutto!
Fiducioso nei potenti mezzi della moderna tecnologia, mi sono messo perciò a cercare la possibilità di ridare speranza a questa gloriosa e spavalda apertura e i risultati non si sono fatti attendere, perlomeno nella linea che voglio proporre in questo forum. Dopo:

1.e4 e5 2.Cf3 f5!?

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: rnbqkbnr/pppp2pp/8/4pp2/4P3/5N2/PPPP1PPP/RNBQKB1R w - - 0 1

Il Bianco può rispondere in diverse maniere, ma la più incisiva e la più usata è senza dubbio la presa in e5. Il Bianco raccoglie il guanto della sfida e forte del vantaggio del vantaggio del tratto cerca di sfruttare senza indugi l'indebolimento dell'ala di Re avversaria. Inoltre guadagna un prezioso pedone centrale.

3.CXe5! Cf6!?

La risposta più usata in assoluto è 3... Df6, influenzata quasi sicuramente da Rybka e confermata dall'altro motore "capablanchiano": StockFish. Gli "ippoderivati" invece preferiscono lo sviluppo del cavallo in f6 che ritengo posizionalmente più azzeccata. Le linee che derivano da Df6 inoltre, sono state estesamente analizzate e il Bianco rimane con un marcato vantaggio.

4.Ac4

Puntando senza tanti complimenti contro la casa f7!

4...De7

La miglior difesa.

5.d4!

Un'altra buona mossa per il Bianco che controlla il centro, puntella il Ce5 ed apre linee di sviluppo per i suoi pezzi.

5...Cc6!

E ancora la miglior difesa! Il Nero non deve restare indietro con lo sviluppo ed inoltre prepara un interessante sacrificio di qualità.

6.Cf7 d5!

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: r1b1kb1r/ppp1qNpp/2n2n2/3p1p2/2BPP3/8/PPP2PPP/RNBQK2R w - - 0 1

Qui si gioca quasi senza eccezioni 6... Tg8, ma la mossa del testo è molto più interessante! Adesso segue una serie di cambi praticamente forzati.

7.Cxh8 dxc4 8.e5 Cd5 9.Dh5+ g6 10.Cxg6 hxg6 11.Dxg6+ Df7 12.Dxf7+ Rxf7 13.c3 b5

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: r1b2b2/p1p2k2/2n5/1p1nPp2/2pP4/2P5/PP3PPP/RNB1K2R w - - 0 1

Ed eccoci arrivati alla posizione chiave di questa variante. Chi è in vantaggio? Quali piani dovranno sviluppare i due colori?
Ecco una buona occasione per esercitarsi nell'analisi della posizione e per elaborare un piano...
ciao.gif
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 30/11/2021, 00:19:13
Link sponsorizzati
Giorno: 27/05/2012, 13:22:35
Però, ci sono aspetti storici connessi a questa apertura che la giustificano in quel momento, il 1600. Ci pensate ? fine 1600..A quel tempo si giocava tra pochi nobili (piu o meno tali) e sicuramente aristocratici. Quando Giocachino Greco si diede ad affrontarli sapeva che i suoi avversari possedevano soldi che mettevano in gioco, cosi come tutti non sapevano di siciliana, francese, ecc.. perchè semplicemente non esistevano. Muoversi tra le tante possibilità offerte dal gambetto era davvero difficile per chi non ne conoscesse le "conseguenze". Vedendo ora il diagramma presentato dal buon Roberto possiamo comprendere le difficoltà che gli avversari ingenui di Gioachino, ma pur sempre pieni di soldi, dovevano affrontare. Oggi abbiamo strumenti e conoscenze che nel 1600 non si potevano neppure immaginare...e se lo dice un Copernico qualsiasi c'è da crederci.
ciao.gif
Giorno: 27/05/2012, 14:56:31
Era iscritto a giocareascacchi.it , e forse lo è tuttora, un certo Black Magic che vi dico è un GM ed aveva un elo 2500 e qualcosa in piu. Aveva partecipato alle olimpiadi con la squadra italiana e si è confrontato contro la squadra russa avendo avuto come avversario anche Karpov, tra gli alrti. Ciò che apprezzai moltissimo è che lui affrontò ed apri con il gambetto greco in una partita contro il campione russo. Sicuro, forse voleva sorprenderlo. Ci provò e questo è importante.
Oggi, vedendo le partite di Anand a difesa del suo scettro, quanta noia.
Noi seguiamo le partite del campionato ed osserviamo che Anand ha aperto cosi ed il suo avversario ha fatto...è importante ?
Adesso se rivediamo il gambetto Greco possiamo sicuramente dire che sarebbe un altro modo di giocare a scacchi...e non si avrebbero tante patte!
Parola di Copernico
ciao.gif

post scriptum : prossimo post sarà una analisi personale del diagramma presentato da Roberto Carotino
Giorno: 27/05/2012, 16:28:39
Ciao Copernico,
inutile dire che condivido in pieno il tuo discorso ed inoltre sono molto dispiaciuto del fatto che Black Magic non si sia più fatto sentire. In queste posizioni la sua esperienza e le sue capacità sarebbero state preziose! frown.gif

Due parole su aperture rischiose e computers. Credo che al giorno d'oggi siano dominanti due posizioni "estreme". Da una parte c'è chi li ritiene inutili se non dannosi per gli scacchisti, mentre dall'altra parte c'è chi li idolatra inginocchiandosi con deferenza di fronte al loro magico responso digitale...

-0.23... Wow il Nero ha praticamente vinto e la mossa del Bianco era perdente! zizi.gif

Molto spesso il giudizio numerico dei motori può cambiare drasticamente dopo qualche mossa o addirittura dopo una sola mossa dato che, grazie a Dio!, questi scatolotti sono si fortissimi ma non infallibili. Anzi, in certi casi hanno dei pesanti limiti.

Inoltre in certi tipi di aperture o di piani del medio gioco vengono scioccamente trascurati il fattore psicologico e il fattore sorpresa che in una partita a tavolino hanno il loro peso, spesso preponderante rispetto agli altri fattori.
Un conto è sedersi comodamente ed azionare il computer e un altro conto è trovarsi a dover fronteggiare in partita viva una variante tagliente che conosciamo poco e che non ci aspettavamo.
Possiamo certo dire al nostro avversario che ha giocato un'apertura "perdente" ma è sicuramente più facile beccarsi un matto da paura o ritrovarsi in una posizione che fa acqua da tutte le parti. L'effetto sorpresa e il dover giocare su posizioni "non nostre" ha spesso effetti micidiali...

Resto in attesa delle tue analisi perchè la posizione è sicuramente interessante e molto sbilanciata.
ciao.gif
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 27/05/2012, 17:57:09
Roberto, ricordi billwall ? E che bella lezione diedi sulla tematica gambetto di Re ?
Certo giocatori molto preparati e che hanno scritto su teorie di aperture. Ma che bella lezione gli diedi su l' apertura di gambetto di Re. Meritava una piccola lezione.
Fatti sentire di tanto in tanto.
ciao.gif Copernico

Proverò a portare una teoria che è quella dei momenti come risultante di forze sulle scacchiera. Non dovrebbe essere difficile. Lo dimostrerò sul tuo diagramma.
Ma c'è qualcosa che pochi comprendono : quel + o - che un chess engine riporta non è un reale, o può non essere tale, come un reale rapporto di forze sulla scacchiera. Lo vedo seguendo il torneo "Centauri" promosso da Riddick. Spero di dimostrarlo.
Giorno: 27/05/2012, 18:40:20
Ciao Carotino.
Non so tu, ma a me se giocavano(giocano) una variante "tagliente" e di cui non conoscevo(conosco) bene le varie complicazioni, prima di avventurarmi in "luoghi oscuri" (6.Cf7) preferivo(isco) farlo con il sedere ben al coperto (ti parlo di gioco a tavolino):
6.00 adesso mi sento molto piu' a mio agio biggrin.gif (e il nero deve giocare con ulteriore attenzione).

Pero' mi accorgo di non aver contribuito (nei limiti imposti dal mio "sapere scacchistico") all'analisi della tua posizione.
Mi scuso, sara' l'oggetto del mio prossimo intervento.
ciao.gifciao.gif
Giorno: 27/05/2012, 21:27:09
Solo un piccolo aiuto : quale dovrebbe essere la prossima del Bianco ?
Cosa suggerisce il chess engine ?
Come nero bloccherei e6 per impedire lo sviluppo dei pezzi bianchi; farei un giro di cavalli senza bloccare il mio sviluppo dei pezzi; occorrerebbe portare la torre sul lato di Re. Il bianco deve sviluppare sul lato di re e non vedo come sul lato di donna.
Ecco perchè si dovrebbe sapere la prossima 14. del Bianco che ha piu scelte oltre O-O
La posizine del re nero ricorda molto le scelte di Rubinstein.
Carotino, un aiuto sulla 14 del bianco.
Giorno: 27/05/2012, 21:54:25
Grazie ragazzi, avete anticipato l'articolo che ho appena pubblicato e che vi invito a leggere.

@Argauev: giusto. Se il Bianco gioca mosse prudenti non correrà alcun rischio... Ma nemmeno nessun vantaggio e il Nero avrà raggiunto il suo scopo. Naturalmente l'obiettivo di apertura del Nero non è quello di travolgere il Re avversario con un attacco spettacoloso (oddio, se il Bianco fa il pirla... zizi.gif) ma semplicemente quello di ottenere una posizione giocabile e all'incirca pari.
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 27/05/2012, 22:35:51
Ho letto l'articolo.
Vi è un principio sacrosanto che è il seguente :
si cerca di complicare il gioco se si desidera vincere, ma è anche piu probabile perdere. Si gioca in modo semplice per pattare o per paura di perdere.
ciao.gif

...non sarà bella come quella dei pedoni che sono usceri, magari me ne verrà una migliore in seguito biggrin.gif
Giorno: 27/05/2012, 22:46:09
Trovare le mosse per i due colori non sembra difficilissimo se l'idea di base è dare aria ai pezzi, trovare le loro caselle migliori e vedere che tipo di percorso è loro consentito sulla scacchiera.
Bianco: la Th1 può al momento stare bene lì e spingere decisamente il P "h" per guadagnare spazio; l'A camposcuro non ha altre case se non d2 (dove però intralcia il CD) e soprattutto g5, visto che la posizione dei CC neri appare difficilmente espugnabile; il CD non ha altro percorso se non b1-d2-f3-g5 (la casa h4 sarà occupata dal P che anzi potrà sostenerlo); la TD non può fare la stessa cosa della sua collega in h1 dato che su a2-a4 il N. risponderebbe con b4 che darebbe bella attività ai CC neri;
Nero: da prendere in considerazione è la spinta in f4 per dare aria all'Ac8, ad es. verso la casa g4 dove potrebbe svilupparsi stabilmente (una spinta f2-f3 creerebbe un autoblocco e farebbe gioco al N., mentre è più plausibile una spinta di rottura g2-g3, con il sostegno del Pf2, a contrastare quella nera in f4); l'A camposcuro non mi dispiace in fianchetto in quanto la catena di PP bianca è minabile con la rottura in b4 (e considerato altresì che il Cb1 non può certo rimanere lì per sempre a ulteriore guardia del Pc3), e peraltro in e7 potrebbe dar fastidio essendo quella casa utile per lo smistamento dei CC; una buona casa per l'A campochiaro è pure e6, utile anche come difesa del Pc4 qualora ci si decidesse alla rottura in b4, nonché per fare da "tappo" a iniziative del B. al centro.
Conquistare intero e intatto l'esercito nemico è prova di suprema abilità (Sun Tzu, L'arte della guerra)