Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 23/01/2011, 11:53:53
Il metodo di Mednis.
l'autore americano Edgar Mednis, nel suo bellissimo libro "How to play good opening move." (tradotto approssivamente: come giocare buone mosse di apertura) illustra un semplice e comodo metodo per la scelta delle mosse durante l'apertura. Con la consueta chiarezza che contraddistingue i suoi manuali, Mednis ci dà una comoda "bussola" per orientarci in questa difficile fase della partita.

Le mosse d'apertura devono soddisfare 3 importanti principi strategici:

1) sviluppo dei pezzi;
2) controllo del centro;
3) sicurezza del Re.

Per controllo del centro si intende sia la sua occupazione con i pedoni, sia il controllo su di esso effettuato tramite l'azione dei pezzi o degli altri pedoni. A questi tre principi vogliamo aggiungerne un quarto che vale per l'intera durata della partita: la lotta per l'iniziativa.

L'autore suddivide le possibili mosse di apertura in: mosse perfette, mosse mediocri e mosse cattive. Questo in base ai tre principi summenzionati. Una mossa che soddisfa tutti e tre i principi sarà una mossa perfetta, una che ne soddisfa solo uno o due sarà mediocre e naturalmente una che non ne soddisfa nemmeno uno sarà cattiva.

Nella posizione iniziale, per il Bianco esistono 5 mosse perfette: 1.e4, 1.d4, 1.c4, 1.Cf3 e 1.g3. Queste 5 possibili mosse soddisfano tutte i tre principi dell'apertura. Se riguardo alle prime quattro non sembrano sussistere dubbi, qualcuno potrebbe obbiettare qualcosa su 1.g3 che sembra apparentemente passiva. In realtà questa mossa prepara la successiva 2.Ag2 che controlla le importanti case centrali e4 e d5 ed inoltre rinforza l'arrocco. In seguito il Bianco potrà rinforzare la pressione sulle case centrali chiare con Pc2-c4 e Cb1-c3, oppure sviluppare velocemente l'ala di Re con Cg1-f3 e O-O. La mossa 1.g3 quindi risulta essere una mossa elastica e perfettamente rispondente ai tre principi dell'apertura.
Discorso diverso invece per la mossa 1.b3, introdotta nella pratica da Nimzovic e ripresa negli anni '60 e '70 da Bent Larsen. Questa mossa può essere considerata la controparte di 1.g3, in quanto prepara lo sviluppo 2.Ab2 e fa pressione sulle case d4 ed e5. Essa è inferiore ad 1.g3 per i seguenti motivi:

1) Non fa niente per la sicurezza del Re;
2) La successiva pressione sul punto e5 (Pf2-f4 e Cg1-f3) implica un pericoloso indebolimento dell'ala di Re;

La mossa 1.b3 è quindi considerata mediocre.

Le mosse mediocri non sono di per se degli errori ma soddisfano solamente alcuni dei principi dell'apertura. Queste sono: 1.b4, 1.Cc3, 1.f4. Quelle considerate cattive invece sono tutte le altre, come ad es. 1.a3, 1.Ca3, 1.f3, 1.g4, ecc.. In quanto non soddisfano nessuno dei tre principi dell'apertura.

Per il Nero, la suddivisione in mosse perfette, mediocri e cattive dipende dalla prima mossa del Bianco. Ad esempio in risposta ad 1.e4, Mednis considera perfette le mosse: 1... c6, 1... d6, 1... e6, 1... e5, 1... Cf6 ed 1... g6. In risposta a 1.d4 vengono considerate perfette le mosse: 1... c6, 1... c5, 1... d6, 1... d5, 1... e6, 1...Cf6, 1... g6. Interessante è la prima (1.d4 c6) che sebbene poco esplorata nella pratica, risponde perfettamente ai tre principi dell'apertura, in quanto prepara Pd7-d5, permettendo di entrare in una Difesa Slava o, se il Bianco gioca 2.e4, in una Difesa caro-Kann. In pratica: lotta per il controllo delle case centrali (controllo della casa d5 e, dopo d7-d5, anche di quella e4), favorisce lo sviluppo dei pezzi (diagonale d8-a5 per la donna e, dopo d7-d5, libera la diagonale all'Ac8), contribuisce alla sicurezza del Re (bloccando la pericolosa diagonale a2-g8) e contende al Bianco l'iniziativa.

Lo stesso metodo, viene poi applicato da Mednis nelle varie aperture teoriche e nelle relative varianti. Nel libro vengono affrontate alcune fra le principali aperture e si dimostra nella pratica l'applicazione del sistema. Mednis affronta in questo libro numerose aperture teoriche come la Partita Spagnola, la Difesa Siciliana, l'Apertura Inglese, L'Est Indiana, la Difesa Alekhine, la Difesa Grunfeld, ecc.. Insegnando come applicare il metodo sia nella scelta delle varianti che in quella delle singole mosse. In definitiva credo che questo semplice metodo sia molto utile e comodo sia nella scelta sia dell'apertura, sia nelle mosse successive, anche quando si devono affrontare varianti nuove o si esce dalle varianti principali.

Carotino.
ciao.gif
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 21/10/2021, 09:34:34
Link sponsorizzati
Giorno: 24/01/2011, 12:14:14
ciao grande carot
intervento molto utile, come sempre
molto interessante, ben spiegato e ben documentato smile.gif
però...

domandona! smile.gif
in un altro tuo post (che appena letto subito ben salvai in qualità di "reference guide"! biggrin.gif) suggerivi tu medesimo l'ottimo grob 1.g4!, assegnandoli grande forza e vantaggio per il bianco

come si coniugano le 2 informazioni?
grob è una bella o una cattiva mossa?

sicuro che con la tua consueta eleganza perdonerai la mia domandaccia perfida biggrin.gif ti ringrazio e ti dico ciao
ciao.gif
aloa

(ps
il tuo cervello positronico rispetta le 3 leggi di mednis? hihihi biggrin.gif)
- Comandante Logar? C'è un oggetto in avvicinamento. - Quello è il nostro pianeta! Deficiente! Ma dove vivi?
Giorno: 24/01/2011, 12:27:14
Ciao Soma! biggrin.gif

In effetti, 1.g4 assieme ad 1.f3 ed 1.a3 sono le mosse migliori dell'intero repertorio delle aperture, però, proprio a causa della loro genialità, non riesco a capire come mai non rientrano nel novero delle "mosse perfette"... cry.gif

Scherzi a parte, erano e sono provocazioni che uso molto spesso nelle lampo ma mi sono accorto che in molti casi hanno un effetto psicologico stupefacente pure nelle partite a tempo lungo!
Ci sono di solito due casi favorevoli ed uno contrario:

1) l'avversario ritiene (giustamente!) di trovarsi di fronte a un'apertura inferiore MA, non la conosce o la sottovaluta, decidendo di "punirla" senza averne i mezzi o le capacità;

2) L'avversario teme (a ragione anche qui!) di essere finito in una variante preparata e si rintana in un'apertura molto difensiva e passiva... Ed anche qui va benissimo!

3) L'avversario sa giocare bene e non si fa "pippare" dalle mie fantasiose menate, giocando al meglio e costringendomi ad una penosa difesa per tutta la partita. Qui invece va un po' meno bene... biggrin.gif

Perchè il giochino riesca, devi essere "sveglio" nel capire al volo il tuo avversario, oppure nel seguire le sue partite per vedere come gioca e quindi per capire la sua psicologia... Nel secondo caso puoi fare il giochino persino nel gioco on line!

Credo che negli scacchi a tavolino la psicologia incida per un buon 60%, nelle partite blitz ancora di più. Eppoi è una goduria!

ciao.gif
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 24/01/2011, 12:46:11
eheh
grazie per la rispostona esplicativa, sempre chiarissima e utile smile.gif

perciò nel terzo caso, l'avversario ritiene (giustevolmente) che l'apertura sia inferiore E la conosce E non la sottovaluta, MA decide di punirla e ci riesce con sadismo e soddisfazione (sua!), giusto? biggrin.gif

penso inoltre che il giochino possa funzionare online anche nel primo caso, non solo nel secondo, no?

non avrei detto fino a 60%, ma sul discorso psiche sono completamente d'accordo e allineato
studiare l'avversario d'altra parte lo fanno in tutti gli sport (sun tzi docet)

(infine, non sapevo a3, credevo fosse una delle peggiori)

aloaaaa! ciao.gif
- Comandante Logar? C'è un oggetto in avvicinamento. - Quello è il nostro pianeta! Deficiente! Ma dove vivi?
Giorno: 24/01/2011, 14:14:56
Vorrei fare un'osservazione:

non dovrebbe essere corretto attivarsi (quindi cercare iniziativa) in apertura. In quanto se cerco iniziativa non mi sviluppo.
Veniteci a trovare nel nostro Forum di scacchi! http://montesannace.forumtop.net/
Giorno: 24/01/2011, 14:29:16
Non credo che una escluda l'altra. Ci sono mosse che oltre a sviluppare un pezzo, rinforzano l'iniziativa. Un tipico esempio si può vedere nella Partita Spagnola:

1.e4 e5 2.Cf3

Sviluppa un pezzo e attacca quello avversario (iniziativa).

2... Cc6 3.Ab5

Sviluppa un pezzo ed attacca, seppur indirettamente, il Pe5, quindi mantiene l'iniziativa....

Carotene
ciao.gif
Sono una carota in cerca di sè stessa...