Forum pubblico/privato: Pubblico
Permessi di scrittura: Utenti registrati
Giorno: 07/09/2010, 20:54:51
Chiarimento sulla Caro-Kann
Salve!

Vorrei chiedere agli specialisti della Caro-Kann del sito (che non sono pochi) perchè dopo 1.e4 c6 2.d4 d5 3.Cc3 dxe4 4.Cxe4 Cf6 5.Cxf6+ si gioca il più delle volte 5. ... gxf6 e non ... exf6?

Lo so che questo genere di ricatture bisogna farle verso il centro, ma 5. ... gxf6 non permette un gioco più libero permettendo lo sviluppo dell'Alfiere f8 e mantenendo intatti i pedoni dell'arrocco?

Aspetto vostri chiarimenti e ringrazio in anticipo chi vorrà rispondere.
Una mossa cattiva può rovinarne 40 ben giocate (Israel Albert Horowitz)
Giorno: 30/11/2021, 01:21:18
Link sponsorizzati
Giorno: 07/09/2010, 21:16:01
Penso che sia principalmente una questione di stile. La Caro Kann non è nel mio repertorio quindi posso anche sbagliarmi, ma penso che dopo gxf6 il nero non sia affatto preoccupato di aprire la colonna "g" semplicemente perchè non vuole arroccare ad est! Il piano del nero si basa sull'arroccare lungo e prendere possesso della colonna "g" con i pezzi pesanti, per attaccare il re bianco che di solito arrocca ad est. Se il bianco invece arrocca ad ovest, allora la partita assume un carattere, a mio avviso, più tranquillo (Vedi la mia quinta partita del torneo).

ciao.gif
Giorno: 07/09/2010, 21:22:46
Concordo con Pietro. Inoltre la presa exf6, pur assicurando un veloce sviluppo, darebbe al Nero un finale di pedoni perso. Basta togliere tutti i pezzi dalla scacchiera e provare a giocare il finale con solamente Re e pedoni per rendersi conto che la maggioranza del Bianco al centro è sana, mentre quella del Nero sull'ala di Re non gli permetterà mai di crearsi un pedone libero.

Aloha!
ciao.gif
Sono una carota in cerca di sè stessa...
Giorno: 07/09/2010, 21:26:13
Ciao Snake il motivo va ricercato nella struttura pedonale che si viene a creare dopo exf6
abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: 8/pp3ppp/2p2p2/8/3P4/8/PPP2PPP/8 w - - 0 1

Il problema è che il nero non può sfruttare la sua maggioranza sull'ala di donna,per creare un pedone passato mentre il bianco ne puo' creare uno con facilita' al centro.
Penso sia questo il motivo principale per iquali i GM rifuggono exf6,c'è da dire che il terribile Viktor Korcnoj la gioco' nel match campionato del mondo 1978 contro Karpov, dovresti procurarti le partite per analizzarle.
Cordiali saluti Apefrizzolatupitupi.gif
E' meglio essere ottimisti ed avere torto,che pessimisti ed aver ragione. Albert Einstein
Giorno: 08/09/2010, 07:49:58
Secondo me dipende molto dalle intenzioni di gioco.

Con 5. ... exf6 il Nero apre le colonne "d" ed "e" ed inoltre apre la strada all'Alfiere camposcuro per un rapido arrocco.

L'intenzione dunque è quella di portare rapidamente il re al sicuro per poi giocare ad occupare le colonne centrali rendendo difficili gli attacchi del bianco.

Con 5. ... gxf6, seppur più solida per contrastare il gioco del bianco al centro con i pedoni, rovina l'arrocco corto ed inevitabilmente ci si trova in una situazione dove è difficile mettere il re al sicuro.

Personalmente preferisco giocare 4. ... Af5 piuttosto che Cf6, proprio per evitare questa scelta complessa.

Se proprio dovessi scegliere di giocare 4. ... Cf6, nel mio stile di gioco andrei a prendere con 5. ... exf6, per avere più certezze nella difesa del re.

Poi è vero che in un finale una struttura pedonale come viene a formarsi è svantaggiosa, ma siamo alla 5a mossa e sai mai cosa succede nel mediogioco.
Memento Audere Semper
Giorno: 08/09/2010, 11:51:59
Approfitto del topic per fare il mio primo intervento. Mi sembra che Riva abbia centrato il punto. La ripresa con exf6 conferisce alla partita un carattere più posizionale mentre gxf6 obbliga il Bianco ad arroccare lungo a causa della colonna g aperta.

IO gioco la Caro Kann da una vita e ho provato entrambe le continuazioni ma senza grossi sucessi. Concordo che Af5 sia più interessante.
Giorno: 08/09/2010, 14:38:31
La variante 4. ... Cf6 nella Caro-Kann era molto diffusa negli anni '70 quando raggiunse l'apice della sua popolarità, ma al giorno d'oggi non è più tanto considerata come in passato.

Nella linea 5.Cxf6+ gxf6 il Nero spera di ottenere un gioco attivo dei pezzi sfruttando in particolare la colonna "g" semiaperta e il pedone aggiuntivo centrale. Il lato negativo è il fatto che il Re nero non ha un posto davvero sicuro dove rifugiarsi: l'arrocco corto non è più tanto conveniente dopo l'apertura della colonna "g", mentre dopo l'arrocco lungo il Bianco di solito organizza un attacco spingendo i propri ad Ovest, facilitato nel compito di aprire linee dalla presenza del pedone nero c6. Da quando il Bianco si è finalmente convinto dell'efficacia del piano che prevede l'apertura del proprio fianchetto di Re (mossa che dal punto di vista difensivo minimizza gli effetti del gioco del Nero sulla colonna "g" e allo stesso tempo consente all'Ag2 di partecipare attivamente all'attacco Bianco sull'ala di Donna) questa linea è quasi sparita dalla pratica magistrale.

Neppure la linea 5.Cxf6+ exf6 è più tanto giocata, pur essendo senza dubbio più solida dell'altra ripresa di pedone. Il Nero riesce a svilupparsi comodamente senza rischiare di finire in posizione ristretta come spesso capita in altre varianti. Inoltre il suo arrocco corto risulterà fortificato dalla presenza dell’impedonatura (un pedone può essere spinto senza che la posizione del Re ne risulti indebolita). Tuttavia, con questa ripresa, il Nero concede al Bianco il vantaggio di 4 pedoni contro 3 sul lato di Donna, rassegnandosi così ad un finale inferiore data l’impossibilità di sfruttare la propria maggioranza per crearsi un pedone passato. Da momento che invece il Bianco può facilmente crearsi un pedone passato al centro, uno dei piani principali del Bianco è cambiare tutti i pezzi per entrare in un finale in cui avrà una struttura pedonale vantaggiosa.

ciao.gif
Giorno: 08/09/2010, 21:27:58
Beh, ringrazio tutti per le chiarissime risposte che mi avete fornito, dato che ormai ho iniziato a studiare questa difesa bene per inserirla nel mio repertorio (non rimpiazzando la Francese, è sottinteso, giusto per avere un'arma secondaria a disposizione, dato che giocando sempre 1. ... e6 mi annoio).

Mi sono procurato una monografia in .pdf (Starting Out: The Caro-Kann della Everyman Chess di Joe Gallagher, in inglese of coursedho.gif) e sto iniziando a vedere qui e la quali varianti possano interessarmi.

Ringrazio di nuovo chi ha risposto e, se avete qualche altro suggerimento sulla Caro-Kann (soprattutto idee poco teorizzate), saranno bene accetti tutti i post che seguiranno.

Ciao! ciao.gif
Una mossa cattiva può rovinarne 40 ben giocate (Israel Albert Horowitz)
Giorno: 08/09/2010, 21:44:50
Ciao Snake il libro lo potevi trovare anche in italiano J.Gallagher Conoscere la Caro Kann ed. Caissa Italia.biggrin.gif
E' meglio essere ottimisti ed avere torto,che pessimisti ed aver ragione. Albert Einstein
Giorno: 08/09/2010, 23:15:21
Ne approfitto per chiedere una cosa un po' OT: tutti i libri della serie inglese Starting Out + nome apertura corrispondono alla versione italiana "Conoscere + nome apertura" (esempio: Starting Out: The Caro Kann Defence = Conoscere la Caro Kann)? Se sì, me ne compro una vagonata!

ciao.gif