Difesa Est-Indiana: la variante di cambio

» Apertura Bianco - Inserito da vic fontaine il 10/08/2010, 12:02:38

1.d4 Cf6 2.c4 g6 3.Cc3 Ag7 4.e4 d6 5.Cf3 0-0 6.Ae2 e5
Comincia così la variante principale della Est-Indiana, i cui seguiti principali sono la variante Petrosian (7.d5) e soprattutto la super-teorizzata main-line 7.0-0 Cc6 8.d5 Ce7, che porta a seguiti complicati in cui il B. cerca di sfruttare il suo vantaggio di spazio ad Ovest restando tuttavia esposto ad attacchi selvaggi sull'ala di Re ove il proprio monarca solitamente arrocca.
C'è però un'altra possibilità perfettamente ragionevole, ossia la variante di cambio con
7.dxe5
che ha il vantaggio di condurre a posizioni semplici da capire, da curare molto in senso strategico e che offrono al tatticomane celato in ogni giocatore di Est-Indiana minori prospettive di controgioco. Un altro vantaggio è dato dall'essere un seguito meno comune, per cui un giocatore ben preparato tenderà a conoscerlo sicuramente meglio dell'avversario; inoltre può rivelarsi una buona arma contro giocatori più forti tatticamente o che devono vincere a tutti i costi per ragioni di classifica: è allora più utile trovarsi in posizioni tranquille e caratterizzate da una struttura simmetrica di PP, in cui per l'avversario forzare il gioco potrebbe costare molto caro, piuttosto che andare incontro ai suoi desideri giocandogli appunto la main-line
7. ... dxe5 8.Dxd8 Txd8

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: rnbr2k1/ppp2pbp/5np1/4p3/2P1P3/2N2N2/PP2BPPP/R1B1K2R w - - 0 1

Qui non è buono per il B. il guadagno di un P con 9.Cxe5?!, a causa di 9. ... Cxe4 10.Cxe4 Axe5 11.0-0 Cc6, e il N. ha posizione leggermente migliore per la maggiore attività dei suoi pezzi; è innocua pure 9.Cd5 Cxd5 (è stata tentata anche l'interessante 9. ... Td7!?) 10.cxd5 c6 11.Ac4 b5 12.Ab3 Ab7 13.Ag5 Tdc8! e parità.
Se si osserva la posizione del diagramma dopo il cambio delle DD, sembra che il N. abbia risolto molti dei suoi problemi dato che ha completato lo sviluppo della sua ala di R, ha arroccato, controlla la colonna "d" e può aggiungere subito un controllo su d5 con la spinta in c6, mentre il B. ha solo sviluppato tre pezzi minori e si ritrova con una casa debole in d4. Invece c'è una mossa che consente al B. di mantenere il caratteristico vantaggio di apertura:
9.Ag5!
abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: rnbr2k1/ppp2pbp/5np1/4p1B1/2P1P3/2N2N2/PP2BPPP/R3K2R w - - 0 1

Questa attiva mossa evidenzia subito i difetti della posizione nera: il Cf6 è fastidiosamente inchiodato e il B. minaccia sia 10.Axf6 Axf6 11.Cd5, sia direttamente 10.Cd5, con guadagno di materiale in ambo i casi. Le stesse opzioni immediate a disposizione del N. sono limitate: ad es. dopo 9. ... h6?, 9. ... Cc6? e 9. ... Ag4? è sempre buono 10.Axf6 Axf6 11.Cd5 con guadagno e vantaggio di posizione.
Le possibilità più soddisfacenti per il N. sono quattro: 9. ... Te8, 9. ... Ca6, 9. ... Cbd7 e 9. ... c6.
A) La linea normale: 9. ... Te8

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: rnb1r1k1/ppp2pbp/5np1/4p1B1/2P1P3/2N2N2/PP2BPPP/R3K2R w - - 0 1

Questo tratto ha due evidenti vantaggi, ossia protegge e5 e schioda il Cf6: quindi 10.Axf6 Axf6 11.Cd5 non sarebbe più da temere poichè 11. ... Ad8 difenderebbe tutto. C'è però il rovescio della medaglia: cede al B. il controllo della colonna "d" e non rappresenta un tratto di sviluppo; la posizione nera è tuttavia molto solida e, se il B. non cerca di sfruttare subito il vantaggio di sviluppo, le prospettive di iniziativa potrebbero ben presto svanire. Ad es. è troppo lenta 10.h3 c6 11.0-0-0 (come si vedrà più avanti, l'arrocco lungo è immediatamente giocabile, e quindi questa linea costa già un tempo in meno), e se 11. ... Ca6 12.Ae3 Af8 13.Cd2 Cc5 14.g3 a5 la parità è già raggiunta (Kozlovskaja-Ciburdanidze, Urss 1976). Sembra migliore 10.Td1 occupando la detta colonna "d", ma in realtà il fatto che il B. non ha ancora arroccato è uno svantaggio dato che gli elementi riguardanti lo sviluppo hanno ancora grande importanza: ad es. 10. ... h6 - oppure 10. ... Ca6 11.0-0 Cc5 12.Cd5 Cxd5 13.exd5 Ca4 14.Td2 Ad7 e parità (Shamkovic-Stein, Urss 1969) - 11.Axf6 Axf6 12.Cd5 Ad8 13.Cxe5!? Txe5 14.Cb6 axb6 15.Txd8+ Rg7 16.Txc8 Txa2! 17.Txb8 Txe4 (min. 18. ... Ta1+) 18.Td8 Txb2 19.Td2 Tb1+ 20.Td1 Tb2 e patta per ripetizione (Kociev-Dvoretski, Urss 1976).
Le due opzioni migliori per il B. sono indubbiamente 10.Cd5 e 10.0-0-0.
A1) 10.Cd5

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: rnb1r1k1/ppp2pbp/5np1/3Np1B1/2P1P3/5N2/PP2BPPP/R3K2R w - - 0 1

con cui ha piazzamento un po' più attivo dei pezzi, specie dell'A camposcuro
10. ... Cxd5 11.cxd5 c6!
Il fine è di minare il forte Pd5 e di sottrarre il Pc7 da un possibile attacco dopo Ta1-c1
12.Ac4 cxd5
E' stata poco esplorata 12. ... b5!?, con gioco molto a doppio taglio: un possibile seguito è 13.Ab3 Ab7 14.Tc1 Tc8 15.Ae3 a5!, anche se il B. può ancora giocare attivo con 16.Cg5! a4 17.dxc6
13.Axd5 Cd7
Preferita dalla teoria, anche se è perfettamente giocabile pure l'altro sviluppo del CD 13. ... Cc6: danno qui gioco pari sia 14.Axc6 bxc6 15.0-0 Ae6 (oppure 15. ... h6 16.Ae3 Ae6 17.Tfe1 Teb8=, Panno-Browne, Madrid 1973) 16.Tfc1 Teb8 17.b3 a5!, sia 14.0-0 Ae6 15.Axe6 Txe6 (Flohr-Bronstein, Budapest 1950). Dopo 13. ... Cc6 il tratto più forte per il B. appare essere 14.Re2!:
a) 14. ... Ae6 15.Axe6 Txe6 16.Thd1 Af8 17.Td7 f6 18.Ae3 Te7 19.Tdd1! Rf7 20.Tac1 e il B. ha miglior gioco grazie al buon piazzamento delle TT e alla superiorità del suo A camposcuro (Knezevic-Ungureanu, Timisoara 1979);
b) 14. ... Ag4 15.Tfc1! con posizione molto attiva, mentre sembra inferiore il seguito 15.Ae3 a causa di 15. ... Cd4+ 16.Axd4 exd4 17.Tac1 Tac8 18.Rd3 Axf3 19.gxf3 Ah6 20.Tc4 Txc4 21.Axc4 Te7 22.Te1 Ag7 23.h3 Ae5 e patta (Dzindzikashvili-Keene, New York 1980)
14.Cd2!
Trasferisce il C verso Ovest ove potrà essere più attivo, e protegge il Pe4 da una possibile minaccia Cd7-f6: dopo 14.Tc1 h6! 15.Ae3 Cf6! 16.Ab3 Cxe4 17.Tc7 Ae6 18.Axe6 Txe6 19.Txb7 Ta6 20.a3 Cd6 21.Tb4 Tc6 22.0-0 f5 la posizione è pari (Teschner-Fischer, Stoccolma 1962)
14. ... Cc5!
La migliore: dopo 14. ... Cb6? il gioco del C è molto più ristretto, ad es. 15.Ab3 Ae6 16.Re2! Af8 17.Thc1 Ad6 18.Axe6 Txe6 19.Ae3! e il B. ha molti vantaggi, come l'A più attivo, il controllo della colonna "c" e il R centralizzato (Andersson-Browne, San Paolo 1979).
Su 14. ... Cc5! sono state investigate due linee di gioco:
a) 15.0-0-0 Ce6 16.Ae3 Cf4 17.Axf4 exf4 con gioco equilibrato (Andersson-Panno, Palma de Majorca 1972);
b) 15.Ae3 Cd3+ 16.Re2 Cf4+ 17.Axf4 exf4 18.Rf3 Ae6 19.Cc4 Axd5 20.exd5 Ted8 con posizione tra il pari e il leggero vantaggio del N. (Nikolac-Kavalek, Wijk aan Zee 1977).

A2) 10.0-0-0!

abcdefgh
8
8
7
7
6
6
5
5
4
4
3
3
2
2
1
1
abcdefgh
Fen: rnb1r1k1/ppp2pbp/5np1/4p1B1/2P1P3/2N2N2/PP2BPPP/2KR3R w - - 0 1

Che differenza rispetto all'8^ mossa nera! Se dopo 8. ... Txd8 si poteva pensare che il N. era in vantaggio di sviluppo, ora è chiaro che una valutazione in tal senso spetta sicuramente al B.: egli controlla la colonna "d", ha il R al sicuro e tre pezzi minori in posizione attiva. Il N. dispone qui di una mossa perdente, una inferiore e altre invece più ragionevoli:
a) 10. ... Cbd7? (la perdente) 11.Cb5! c6 12.Cc7 Tb8 13.Cxe8 e il vantaggio di materiale decide (Pribyl-Ryc, Cecoslovacchia 1976);
b) 10. ... Ag4?! è ritenuta buona dai teorici, ma appare invece inferiore da un punto di vista puramente strategico, dato che mira a cambiare l'A campochiaro (che è un A "buono") con il Cf3 o con il collega omologo del B. previa Cf3-g1: ad es. 11.Cd5! Cxd5 12.cxd5 f5 - sono inferiori sia 12. ... Cd7 13.h3 Axf3 14.gxf3! e, dopo Rc1-b1 per lasciare la casa c1 a una T, il B. ha il vantaggio dei due AA (Ritov-Perasinov, Tallin 1975), sia 12. ... h6 13.Ae3 Cd7 14.h3 Axf3 15.gxf3! Af8 16.Rb1 Rg7 17.Ab5! Ted8 18.f4! con pressione su tutti i fronti (Ritov-Kotkov, Kiev 1967) - 13.Cg1! Axe2 14.Cxe2 Cd7 15.Cc3 e si è già entrati sostanzialmente in un finale dove il B. ha posizione più attiva;
c) 10. ... h6 11.Ae3! (più attiva di 11.Ah4) 11. ... c6 (11. ... Cg4?! 12.Cd5 Ca6 13.c5!+/-) 12.Ce1! Ae6 13.Cc2! con il piano di raddoppio Td2-Thd1;
d) 10. ... Cc6 mirando alla casa d4: se 11.Cd5 Cxd5 12.cxd5 Cd4 13.Cxd4 exd4 14.f3 con leggero vantaggio del B., mentre se 11.h3 Ae6 12.Ae3 a6 13.Cg5 Cd4! 14.Ad3 Tad8 15.Cxe6 Txe6 con posizione pressochè equilibrata;
e) 10. ... Ca6 mira a proteggere il punto c7 e mette sotto tiro il punto c5: ad es. 11.Ce1! c6 12.Cc2 Cc5 (12. ... Ae6?! 13.b4! Cd7 14.a3 Cb6 15.Ce3! con vantaggio) 13.f3 a5 14.Ae3 Af8 con posizione di equilibrio dinamico;
f) 10. ... Cg4!? mira a guadagnare un tempo, grazie all'attacco al Pf2, utile ad incrementare i controlli su d5 ed e5: ad es. 11.Cd5!? Ca6 12.Ah4 c6 13.Ce7+ Rf8 14.Cxc8 Taxc8 15.Td6 Ch6 (il B. è in leggero vantaggio, ma il campo nero è privo di debolezze), oppure 11.Ah4 c6 12.Ce1 Ca6 13.Cc2 h5 14.h3 Cf6 15.Td6 Ch7 16.Thd1 Ae6 17.Td8 Tfxd8 18.Axd8 Af8 19.Ah4 f6 20.f3 Ae7 21.Af2 Cf8 22.a3 Af7 23.b4 Cc7 24.Rb2 con posizione pari (Benko-Vukcevic, USA 1975);
g) 10. ... c6 rientra per trasposizione in una linea che sarà esaminata al punto D) con l'ordine 9. ... c6 10.Cxe5 Te8 11.0-0-0.

(1-continua)
stumbleUpon
twitter
delicious

Ti è piaciuto?

Commenti

  1. Utente: Carotino

    10/08/2010, 16:20:17

    Un articolo interessante! L'anno scorso ho usato molto spesso la variante di cambio e molti "afecionados" dell'Est Indiana hanno sottovalutato le infide potenzialità di questa variante e a volte sono colati a picco con una facilità disarmante. Addirittura ho trovato chi è cascato (come un pollo!) nei facili tatticismi dovuti alla spinta h7-h6, mentre contro forti giocatori (over 2200) sono riuscito a pareggiare senza tanti affanni.
    Un simile impianto si può adottare (addirittura con migliori prospettive) contro la Difesa Pirc...

    Resto in attesa della 2a puntata... :-)
  2. Utente: vic fontaine

    10/08/2010, 18:12:02

    Penso tu ti riferisca alla Pirc-Moderna var. Averbakh con 1.e4 g6 2.d4 Ag7 3.c4 d6 (la spinta che crea la parentela di sangue con la Pirc) 4.Cc3 e5 5.dxe5 dxe5 6.Dxd8+ Rxd8, e qui 7.Ag5+, Ae3 e 7.f4 sono tutte repliche sane e aggressive.
  3. Utente: Lou Cypher

    10/08/2010, 22:19:24

    Anche, ma più che altro mi riferivo alla variante classica: 1.e4 d6 2.d4 Cf6 3.Cc3 g6 4.Cf3 Ag7 5.Ae2 O-O 6.O-O Ag4 7.Ae3 Cc6 8.Dd2 e5 9.dxe5 dxe5 10.Tad1.

    Sembra una posizione innocua , ma in realtà il nero deve faticare parecchio e giocare con molta precisione per riuscire a portare a casa un pareggio!
  4. Tony

    12/08/2010, 13:13:59

    Tutto vero ma un po' fuorviante. Innanzitutto il B. deve studiare almeno 4 o 5 possibili risposte da parte del N. dele quali almeno un paio non gli dabbo alcun vantaggio. In secondo luogo se il N. ha nel suo repertorio le varianti con Cbd7 o Ca6, tutto questo lavoro si rivela inutile.
Solo gli utenti registrati possono commentare