Pianificazione: gli squilibri e il "metodo Silman"

» Allenamento - Inserito da bini il 16/01/2009, 23:06:17

Articolo cancellato dall'autore
stumbleUpon
twitter
delicious

Ti è piaciuto?

Commenti

  1. Utente: Deffo

    17/01/2009, 07:20:35

    Non sono del tutto daccordo con la parte dello sviluppo dei pezzi...
    Secondo me un pezzo non deve per forza essere stato mosso per essere sviluppato, anche una donna o un alfiere nella loro casa di origine e senza pedoni in mezzo possono considerarsi sviluppati, almeno in parte, se contribuiscono alla lotta in maniera attiva!
  2. Utente: bini

    17/01/2009, 08:12:52

    Certo Deffo,
    quello che che dici è del tutto corretto.
  3. Utente: vic fontaine

    19/01/2009, 18:56:42

    Carissimo Bini,
    il metodo proposto da Silman sembra molto interessante ed istruttivo specie per le posizioni aperte, dove gli squilibri sono più visibili (penso ad es. al vantaggio del piccolo centro che ha il B. con il Pe4 contro il Pd6 avversario).
    Nelle posizioni chiuse, tuttavia, sembra non avere utilità immediata.
    Mi spiego: penso ad es. ad una Catalana chiusa o un EstIndiana dove il ns. Ag2 difende una catena Pe4-Pd5, apparentemente soffocato quindi, solo che in realtà protegge la catena e tutta la struttura pedonale dalle rotture avversarie. Oppure penso alle "misteriose di Torre" nelle posizioni con colonna centrale bi-aperta, che viene intenzionalmente evitata per evitare precoci scambi di pezzi pesanti.
    In questo genere di posizioni è difficile evitare di anteporre il calcolo all'analisi del seguito strategico. Che ne dici?
    Cordialmente, Vic
  4. bini

    21/01/2009, 19:40:21

    Silman non fa distinzione tra posizioni aperte e posizioni chiuse, per cui se ne arguisce che il suo metodo dovrebbe funzionare per tutti i tipi di posizioni.
    Io ho trovato via via più difficile applicare il suo metodo, mano a mano che la posizione diventa più tattica.
    Ad es. in una variante forzata per me è una cosa impossibile creare mentalmente delle posizioni fantasia.
  5. Utente: vic fontaine

    22/01/2009, 19:21:14

    Concordo: come "fantasticare" ad es. in una Siciliana Najdorf pienissima di complicazioni tattiche?
    Nel gioco manovrato, e in ogni caso quando si formano catene stabili di pedoni in aderenza tra loro, invece si può "fantasticare" benissimo.
Solo gli utenti registrati possono commentare